Quali club hanno avuto più campioni del mondo nella storia?

La Coppa del Mondo 2018 in Russia si è conclusa con il successo della Francia: ma quali club hanno avuto più campioni del mondo nella storia dei Mondiali?

©Getty Images

La Coppa del Mondo 2018 si è conclusa ufficialmente ieri, con la Francia che si è laureata campione per la seconda volta nella sua storia sconfiggendo 4-2 la Croazia in finale.

Matuidi è l'unico dei campioni del mondo francesi che gioca in Serie A
Matuidi è l'unico dei campioni del mondo francesi che gioca in Serie A©Getty Images

I 23 calciatori francesi campioni del mondo militano attualmente in diversi club dei principali europei, molti dei quali disputeranno la UEFA Champions League 2018/19, con Blaise Matuidi della Juventus unico giocatore che milita in Serie A. Ma nella storia di tutti i Mondiali, quali sono i club che hanno avuto più campioni del mondo?

Al primo posto di questa speciale classifica c'è la Juventus, che ha avuto complessivamente ben 25 calciatori campioni del mondo, di cui 22 con l'Italia, davanti al Bayern Monaco (24). Sul grandino più basso del podio c'è un'altra squadra italiana, l'Inter con 19 giocatori, davanti alla Roma (15) e agli uruguayani del Penarol (14). Nella top 10 c'è anche una quarta squadra italiana, il Milan con 10 giocatori.

I club che hanno avuto più campioni del mondo nella storia

1. Juventus (ITA), 25 campioni del mondo: Bertolini, Varglien, Caligaris, Borel, Combi, Ferrari, Monti, Orsi e Rosetta (1934); Foni e Rava (1938); Zoff, Cabrini, Gentile, Scirea, Tardelli e Rossi (1982); Deschamps e Zidane (1998); Buffon, Cannavaro, Del Piero, Camoranesi e Zambrotta (2006); Matuidi (2018)
2. Bayern Monaco (GER), 24: Bauer (1954); Breitner, Schwarzenbeck, Maier, Beckenbauer, Muller, Hoeness, Kapellmann (1974); Reuter, Kohler, Augenthaler, Aumann, Klinsmann, Pflügler (1990); Jorginho (1994); Lizarazu (1998); Neuer, Schweinsteiger, Muller, Lahm, Kroos, Gotze, Boateng (2014); Tolisso (2018) 
3. Inter (ITA), 19: Allemandi, Castellazzi, Demaria, Meazza (1934); Ferrari, Ferraris, Locatelli, Olmi (1938); Bergomi, Marini, Bordon, Oriali, Altobelli (1982); Matthaus, Rummenigge, Brehme (1990); Djorkaeff (1998); Ronaldo (2002); Materazzi (2006)
4. Roma (ITA), 15: Ferraris, Guaita, Masetti (1934); Donati, Monzeglio, Serantoni (1938); Conti (1982); Voller, Berthold (1990); Aldair (1994); Candela (1998); Cafu (2002); De Rossi, Perrotta, Totti (2006)
5. Penarol (URU), 14: Riolfo, Gestido, Fernandez, Capuccini, Anselmo (1930); Schiaffino, Britos, Ghiggia, Gonzalez, Maspoli, Miguez, Ortuno, Varela, Vidal (1950)
6. Nacional (URU), 13: Scarone, Urdinaran, Andrade, Castro, Cea, Petrone, Piriz, Recoba (1930); Gambetta, Paz, Perez, Pini, Tejera (1950)
7. Santos (BRA), 11: Pepe, Zito, Pelè (1958); Gilmar, Mauro, Coutinho, Mengalvio (1962); Carlos Alberto, Clodoaldo, Joel, Edu (1966)
7. Real Madrid (ESP), 11: Netzer (1974); Valdano (1986); Karembeu (1998); Roberto Carlos (2002); Casillas, Sergio Ramos, Albiol, Xabi Alonso (2010); Khedira (2014); Varane (2018)
9. Milan (ITA), 10: Arcari (1934); Collovati, Baresi (1982); Desailly (1998); Roque Junior (2002); Nesta, Gattuso, Gilardino, Pirlo, Inzaghi (2006)
9. Barcellona (ESP), 10: Romario (1994); Rivaldo (2002); Piqué, Puyol, Busquets, Iniesta, David Villa, Valdes (2010); Umtiti, Dembélé (2018)

In alto