Il mondo celebra Buffon: "Magnifico"

Dai compagni agli avversari, da ex campioni al suo allenatore, il mondo è ai piedi di Gigi Buffon, che punta il trofeo che più gli manca: la UEFA Champions League.

©Getty Images

Le parate contro il Monaco che hanno permesso alla Juventus di non subire gol nell'ennesima gara hanno eletto Gigi Buffon un'altra volta a eroe della serata, e il mondo, da avversari a compagni, celebra le gesta del capitano bianconero. 

Una foto iconica: Buffon consola il giovane Mbappé
Una foto iconica: Buffon consola il giovane Mbappé©Getty Images

"Buffon è magnifico" è la sentenza di Radamel Falcao, che a tu per tu contro il portierone si è fatto ipnotizzare, fallendo una grande occasione durante Monaco-Juventus. "E' tutta colpa di Buffon - gli fa eco il suo tecnico Leonardo Jardim -, ha sfoderato grandi parate, la nostra inefficacia è dovuta alla sua prestazione".

Gli elogi non mancano neanche da parte dei suoi compagni, che lo hanno aiutato a mantenere la porta inviolata per 621' e 6 partite consecutive in questa Champions League.  "Quando ci sono le partite serie, Gigi è il numero uno al mondo", le parole di Massimiliano Allegri. Sulla stessa lunghezza d'onda Giorgio Chiellini: "Col Monaco abbiamo avuto bisogno dell'aiuto di Buffon, è normale concedere occasioni ai monegaschi". "E' importante avere giocatori come lui dalla nostra parte", aggiunge Sami Khedira.

Le giocate migliori di Cristiano Ronaldo
Le giocate migliori di Cristiano Ronaldo

L'ex tecnico dell'Inter Roberto Mancini rincara la dose: "Buffon, nonostante l'età, è uno dei migliori", e arrivano complimenti anche dal presidente del Torino - prossimo avversario nel derby cittadino - Urbano Cairo: "Alla Juve invidio Buffon, trasmette senso di appartenenza e la sua carriera è pazzesca". 

Carriera a cui manca la Champions League, trofeo che Buffon deve ancora alzare. Di mezzo ci sono una semifinale di ritorno e l'eventuale finale di Cardiff, che con molte probabilità metterà Cristiano Ronaldo sulla strada dei Bianconeri. D'altronde lo dice Buffon stesso: "Lavoro per sorprendere, l'importante è farsi trovare pronto quando la squadra ha bisogno".  

In alto