Leicester e non solo: tutti gli esordi memorabili

Il Leicester City non è l'unica squadra ad aver raggiunto una fase calda di UEFA Champions League alla prima partecipazione. UEFA.com passa in rassegna tutte le imprese più memorabili delle squadre al debutto.

Il Leicester è la settima esordiente in UEFA Champions League a raggiungere i quarti
Il Leicester è la settima esordiente in UEFA Champions League a raggiungere i quarti ©AFP/Getty Images

La volata del Leicester City ai quarti di UEFA Champions League prosegue la favola di una squadra che, dopo aver rischiato la retrocessione nel 2014/15, ha vinto il campionato la stagione successiva.

Tuttavia, i Foxes non sono gli unici ad aver vissuto un'avventura simile alla prima stagione nella massima competizione europea. UEFA.com passa in rassegna tutte le imprese più memorabili delle squadre all'esordio in UEFA Champions League.

Isco esulta dopo il gol al Porto
Isco esulta dopo il gol al Porto©AFP/Getty Images

Málaga: quarti 2012/13

Gli antefatti
Grazie a una campagna acquisti generosa, il Málaga è arrivato fra le prime classificate in Liga nel 2011/12, anche se un taglio al budget ha privato Manuel Pellegrini di giocatori come Santi Cazorla e Nacho Monreal prima della stagione 2012/13.

Momento memorabile
La rimonta contro il Dortmund ai quarti di finale a 8' dalla fine. La squadra spagnola, però, ha subito due gol ai supplementari ed è uscita.

Risultati
Spareggi: Panathinaikos 2-0 c, 0-0 f (tot.: 2-0)
Fase a gironi: Zenit 3-0 c, 2-2 f; Anderlecht 3-0 f, 2-2 c; AC Milan 1-0 c, 1-1f (prima classificata)
Ottavi: Porto 0-1 f, 2-0 c (tot.: 2-1)
Quarti: Borussia Dortmund 0-0 c, 2-3 f (tot.: 2-3)

Giocatori più rappresentativi
Javier Saviola, Isco

E poi?
Pellegrini ha lasciato il club, che è stato anche escluso dalla UEFA Europa League 2013/14 per motivi finanziari. Da allora, il Málaga non è più tornato in Europa.

Il Villarreal festeggia l'approdo ai quarti
Il Villarreal festeggia l'approdo ai quarti©Getty Images

Villarreal: semifinali 2005/06

Gli antefatti
Pellegrini è stato anche l'artefice dell'improbabile successo del Villarreal, di cui  ha assunto la guida nel 2004. Oltre a un terzo posto in campionato, ha raggiunto i quarti di Coppa UEFA dopo un secondo trionfo consecutivo in Coppa UEFA Intertoto.

Momento memorabile
La gara di ritorno dei quarti di finale dominata contro l'Inter.

Risultati
Terzo turno di qualificazione: Everton 2-1 c, 2-1 f (tot.: 4-2)
Fase a gironi: Manchester United 0-0 c, 0-0 f; LOSC Lille 0-0 f, 1-0 c; Benfica 1-1 c, 1-0 f (prima classificata)
Ottavi: Rangers 2-2 f, 1-1 c (tot.: 3-3, Villarreal vince ai gol in trasferta)
Quarti: Internazionale Milano 1-2 f, 1-0 c (tot.: 2-2, vince ai gol in trasferta)
Semifinali: Arsenal 0-1 f, 0-0 c (tot.: 0-1)

Giocatori più rappresentativi
Santi Cazorla, Juan Román Riquelme, Diego Forlán

E poi?
Il Villarreal ha partecipato regolarmente alle competizioni europee, arrendendosi ai Gunners anche ai quarti del 2008/09. Dopo la partenza di Pellegrini, la squadra è retrocessa nel 2011/12 ma è subito tornata nella massima serie e ha centrato tre sesti posti consecutivi.

Guarda: Il Deportivo rimonta il Paris
Guarda: Il Deportivo rimonta il Paris

Deportivo La Coruña: quarti 2000/01

Gli antefatti
Il Deportivo è stato una delle squadre spagnole più forti degli anni '90 e ha vinto il campionato 1999/2000 grazie ai gol di Roy Makaay.

Momento memorabile
La vittoriosa rimonta da un 3-0 contro il Paris Saint-Germain.

Risultati
Prima fase a gironi: Panathinaikos 1-1 f, 1-0 c; Hamburg 2-1 c, 1-1 f; Juventus 0-0 f, 1-1 c (prima classificata)
Seconda fase a gironi: Paris Saint-Germain 3-1 f, 4-3 c; AC Milan 1-0 f, 1-1 c; Galatasaray 0-1 f, 2-0 c (prima classificata)
Quarti: Leeds United 0-3 f, 2-0 c (tot.: 2-3)

Giocatori più rappresentativi
Roy Makaay, Walter Pandiani, Noureddine Naybet

E poi?
Il Depor è rimasto fra le prime tre in Spagna fino al 2003/04, quando ha anche raggiunto le semifinali di UEFA Champions League. La squadra è calata molto dopo la partenza di Javier Irureta nel 2005: da allora, ha partecipato solo una volta alla Coppa UEFA (2008/09) ed è retrocessa due volte, riconquistando subito la promozione.

L'eroe della Lazio, Simone Inzaghi
L'eroe della Lazio, Simone Inzaghi©AFP

Lazio: quarti 1999/2000

Gli antefatti
Molto competitiva per tutti gli anni '90, la Lazio ha ceduto il titolo 1998/99 all'AC Milan solo all'ultima giornata ma ha vinto l'ultima Coppa delle Coppe UEFA. La stagione successiva, la squadra di Sven-Göran Eriksson ha vinto il secondo scudetto tanto atteso (dopo quello del 1973/74) e ha esordito nella massima competizione europea.

Momento memorabile
I quattro gol di Simone Inzaghi nel 5-1 sul Marsiglia.

Risultati
Prima fase a gironi: Bayer Leverkusen 1-1 f, 1-1 c; Dynamo Kyiv 2-1 c, 1-0 f; Maribor 4-0 c, 4-0 f (prima classificata)
Seconda fase a gironi: Marseille 2-0 f, 5-1 c; Chelsea 0-0 c, 2-1 f; Feyenoord 1-2 c, 0-0 f (prima classificata)
Quarti: Valencia 2-5 f, 1-0 c (tot.: 3-5)

Giocatori più rappresentativi
Juan Sebastián Verón, Pavel Nedvěd, Alessandro Nesta, Marcelo Salas, Siniša Mihajlović

E poi?
I biancocelesti hanno ceduto i loro giocatori più importanti per problemi finanziari ma sono tornati in UEFA Champions League nel 2006/07.

Christian Wörns del Leverkusen contro il Monaco
Christian Wörns del Leverkusen contro il Monaco©Getty Images

Bayer Leverkusen: quarti 1997/98

Gli antefatti
Dopo aver conquistato il secondo posto per la prima volta nel 1997 (la seconda nel 2002), il Leverkusen ha esordito in UEFA Champions League grazie al sapiente lavoro di Christoph Daum, approdato in panchina nel 1996.

Risultati
Secondo turno di qualificazione: Dinamo Tbilisi 6-1 c, 0-1 f (tot.: 6-2)
Fase a gironi: Lierse 1-0 c, 2-0 f; Monaco 0-4 f, 2-2 c; Sporting CP 2-0 f, 4-1 c (seconda classificata)
Quarti: Real Madrid 1-1 c, 0-3 f (tot.: 1-4)

Giocatori più rappresentativi
Jens Nowotny, Ulf Kirsten, Carsten Ramelow

E poi?
Il Leverkusen è rimasto una delle squadre più presenti in Europa, arrivando in finale di UEFA Champions League nel 2002.

L'Auxerre ai quarti di finale
L'Auxerre ai quarti di finale©Getty Images

Auxerre: quarti 1996/97

Gli antefatti
L'Auxerre ha vissuto un'odissea incredibile con Guy Roux, arrivato in panchina nel 1961. Con il tecnico, la squadra è passata dalla terza serie ai due titoli nazionali del 1995/96, che le hanno permesso di esordire in UEFA Champions League. La corsa verso la gloria, però, è stata interrotta dal Borussia Dortmund, che l'aveva fermata nelle semifinali di Coppa UEFA 1992/93.

Momento memorabile
La vittoria-qualificazione alla quinta giornata contro l'Ajax, che aveva raggiunto le ultime due finali.

Risultati
Fase a gironi: Ajax 0-1 c, 2-1 f; Rangers 2-1 f, 2-1 c; Grasshoppers 1-0 c, 1-3 f (prima classificata)
Quarti: Borussia Dortmund 1-3 f, 0-1 c (tot.: 1-4)

Giocatori più rappresentativi
Steve Marlet, Lilian Laslandes

E poi?
L'Auxerre è rimasto nelle zone alte della Ligue 1, partecipando alla UEFA Champions League 2002/03 e 2010/11 e vincendo altre due Coppe di Francia nel 2002/03 e 2004/05. Tuttavia, è retrocesso in Ligue 2 nel 2011/12 e non è più risalito.

In alto