Il talento della settimana di UEFA.com: Kai Havertz

Di proprietà di un club famoso per aver lanciato tanti giovani, Kai Havertz si è dimostrato già come un possibile crack del Bayer Leverkusen – e a 17 anni la sua carriera è appena all'inizio.

Kai Havertz in azione col Leverkusen in Bundesliga
Kai Havertz in azione col Leverkusen in Bundesliga ©Getty Images

Il Bayer Leverkusen negli ultimi anni ha lanciato molti giovani, e Kai Havertz non è che l'ultimo prodotto del suo vivaio. Dopo essere diventato a ottobre il più giovane calciatore di sempre del club a esordire in Bundesliga, in poco tempo ha conquistato una maglia da titolare e ha disputato due partite di UEFA Champions League, aiutando al contempo i Werkself in UEFA Youth League.

Guarda Havertz andare in gol a EURO U17 del 2016
Guarda Havertz andare in gol a EURO U17 del 2016

Name: Kai Havertz
Squadra: Bayer Leverkusen
Esordio: 15 ottobre 2016 - Werder Bremen
Ruolo: centrocampista
Nazionalità: tedesca
Data di nascita: 11 giugno 1999
Piede preferito: sinistro
Altezza: 186cm

Dicono di lui...
"È un giocatore che fa al caso nostro nonostante abbia appena 17 anni. Gli abbiamo dato molto minutaggio per vedere che effetto avrebbe avuto su di lui. In poco tempo abbiamo capito che giocare davanti a uno stadio pieno non lo intimoriva. È un ottimo calciatore con una buona tecnica, dotato di velocità, forte nell'uno contro uno e anche discreto nel gioco aereo. Giocatori come lui mi rendono felice".
Roger Schmidt, allenatore Leverkusen

"Siamo contenti che Kai Havertz sia l'ultimo calciatore del posto ad aver sottoscritto un contratto a lungo termine col club. È la conferma che la società vuole portare sempre più giovani talentuosi in prima squadra. Se continuerà a crescere a questo ritmo, sarà un ottimo rinforzo per la nostra squadra".
Il direttore sportivo Rudi Völler sul contratto da professionista di Havertz firmato ad agosto

Havertz in azione in Bundesliga contro il Köln
Havertz in azione in Bundesliga contro il Köln©Getty Images

Le origini...
Nato ad Aachen e cresciuto vicino al confine olandese, Havertz ha iniziato a giocare a calcio con l'Alemannia Mariadorf. Nel 2008 il suo talento viene scoperto dall'ex club di Bundesliga dell'Alemannia Aachen che lo tiene per due anni. All'età di 11 anni Havertz passa al Leverkusen, e quattro anni dopo viene convocato dalla formazione Under 16 della Germania.

Nella passata estate viene invitato a partecipare al ritiro precampionato della prima squadra del Leverkusen, e a suon di prestazioni salta lo step dell'Under 19 passando direttamente in prima squadra. Dall'autunno Roger Schmidt lo schiera in 12 partite ufficiali, in tre delle quali rimane in campo per tutti e 90 i minuti. 

Stile di gioco...
A livello giovaline Havertz si è messo in mostra come cervello del centrocampo. In prima squadra invece è stato utilizzato come centrocampista esterno dimostrando una lettura eccellente del gioco. Sarà interessante vedere se il 17enne nelle competizioni nazionali lotterà per un posto nel cuore del centrocampo o se per la sua duttilità verrà schierato ovunque.

Sfumature di...
Havertz non ha caratteristiche specifiche come il veloce esterno del Leverkusen, Karim Bellarabi, o il fantasista Hakan Çalhanoğlu. Nonostante ciò, Havertz è un centrocampista abbastanza completo con spiccate doti utili sia in fase offensiva che difensiva. Michael Ballack aveva probabilmente uno stile di gioco simile nel centro del campo, e tutti ricordiamo l'importanza che l'ex nazionale tedesco ha avuto per il Bayer.

Il momento magico...
Havertz aveva appena 17 anni e 126 giorni quando è diventato il più giovane calciatore del Leverkusen a esordire in Bundesliga. Dopo la prima partita ha continuato a garantire delle ottime prestazioni anche in quelle successive, dimostrando una maturità da veterano nella vittoria del Leverkusen sul Tottenham Hotspur a Wembley nel mese di novembre.

L'esultanza di Havertz per un gol a EURO U17 contro l'Austria a maggio scorso
L'esultanza di Havertz per un gol a EURO U17 contro l'Austria a maggio scorso©Sportsfile

La migliore delle ipotesi...
Nei prossimi mesi Havertz dovrà conciliare l'attenzione per l'ultimo anno di scuola superiore con gli allenamenti in prima squadra. Col rientro di un giocatore chiave come Bellarabi dall'infortunio, tuttavia, non può essere dato per scontato un impiego regolare di Havertz sulla destra.

Appare comunque difficile immaginare che Schmidt possa considerare un diamante grezzo come Havertz un semplice tappabuchi. Il tempo è dalla sua parte, e se rimarrà sulla corsia di sorpasso, non sembra difficile immaginare una sua convocazione per i Campionati Europei UEFA U21 del 2017 in Polonia, soprattutto dopo le splendide prestazioni che hanno aiutato a portare l'anno scorso la Germania U17 sino alle semifinali. Dopotutto la rapida ascesa di Benjamin Henrichs sino alla nazionale maggiore tedesca, è un esempio di come i giovani del Leverkusen possano raggiungere in pochissimo tempo il top.

Lui dice...
"Dentro sono ancora un po' nervoso, ma fa parte del gioco. In allenamento mi rendo conto di quanto potenziale ho ancora da fare venire fuori".
Havertz dopo la prima partita col Bayer

"Mesut Özil è il mio modello nel mio ruolo. Penso che siamo simili come modo di giocare, ed è per questo che cerco di imparare il più possibile da lui".
Havertz in un'intervista a dfb.de

In alto