Distribuzione ricavi Champions League 2015/16

Le 32 squadre che hanno partecipato alla fase a gironi di UEFA Champions League 2015/16 e le 10 eliminate agli spareggi si sono divise oltre 1,345 miliardi di euro in pagamenti ricevuti dalla UEFA, con un aumento di 315 milioni rispetto alla stagione precedente.

Karim Benzema, Cristiano Ronaldo e Gareth Bale dopo la vittoria in finale
Karim Benzema, Cristiano Ronaldo e Gareth Bale dopo la vittoria in finale ©Getty Images

Le 32 squadre che hanno partecipato alla fase a gironi di UEFA Champions League 2015/16 e le 10 eliminate agli spareggi si sono divise oltre 1,345 miliardi di euro in pagamenti ricevuti dalla UEFA, per un aumento di 315 milioni rispetto alla stagione precedente.

Le 20 partecipanti agli spareggi, di cui 10 qualificate per la fase a gironi, e le altre 10 che sono passate alla fase a gironi di UEFA Europa League si sono divise 50 milioni di euro. I pagamenti totali per la partecipazione hanno superato gli 1,345 miliardi di euro, con altri 4,17 milioni destinati alla European Club Association (ECA) secondo quanto stabilito dal memorandum d'intesa con la UEFA. In totale, dunque, la distribuzione totale per la scorsa competizione ha superato 1,349 miliardi di euro.

Ogni club aveva diritto a una somma minima per la partecipazione al torneo, con ulteriori premi per ogni vittoria o pareggio nella fase a gironi e per ogni turno raggiunto. I proventi del market pool sono stati suddivisi, tra gli altri fattori, in base al valore proporzionale del mercato televisivo nazionale assegnato a ciascun club.

Le 5 squadre che hanno incassato di più sono state Manchester City FC (83,8 milioni di euro), Real Madrid CF (80), Juventus (76,2), Paris Saint-Germain (70,8) e Club Atlético de Madrid (69,6). Clicca qui per la relazione completa sulla distribuzione ai club.

Le cifre non includono i pagamenti di solidarietà alle squadre che hanno partecipato alle qualificazioni, per un totale di 80 milioni di euro, né i pagamenti di solidarietà supplementari alle leghe calcio per progetti di sviluppo giovanile a livello di club, per un totale di 120 milioni di euro.

In alto