Anteprima Champions League: le gare di martedì

Manchester City, Ajax e Gladbach tra le squadre in azione martedì negli spareggi di UEFA Champions League. Ecco cosa hanno detto tutti gli allenatori alla vigilia delle sfide di andata.

Per Josep Guardiola il blasone conta poco
Per Josep Guardiola il blasone conta poco ©Getty Images

Steaua - Manchester City
Laurențiu Reghecampf, Steaua
Non vedo perché non possiamo giocare e fare un buon risultato. Anche se affrontiamo una grande squadra e l'allenatore più bravo del mondo, abbiamo la possibilità di dimostrare il nostro valore. Li rispettiamo, ma abbiamo una buona squadra e sono sicuro che arriveremo di nuovo alla fase a gironi. Attaccheremo e cercheremo di segnare dal primo minuto, non abbiamo altra scelta.

Josep Guardiola, Manchester City
Non sono qui per dimostrare che sono il miglior allenatore del mondo, ma per far capire ai giocatori quello che potrà succedere e aiutarli a trovare soluzioni, in modo da segnare almeno un gol. In Champions League è molto importante segnare fuori casa. Il nostro primo obiettivo, però, è giocare bene, perché voglio che a fine serata i tifosi siano soddisfatti.

• L'unica sfida tra il City e una squadra rumena risale agli spareggi di UEFA Europa League 2010/11, quando ha eliminato il Timişoara con un 3-0 complessivo. In campo c'erano Joe Hart, Vincent Kompany, Pablo Zabaleta, David Silva e Yaya Touré.

Ajax - Rostov
Peter Bosz, Ajax
Abbiamo subito troppi gol nelle ultime partite e dobbiamo migliorare in difesa; specialmente contro una squadra come il Rostov, che ha tanti giocatori di qualità ed è molto pericolosa in contropiede.

Dimitri Kirichenko, Rostov (allenatore ad interim)
In questo momento stiamo vivendo una situazione molto insidiosa. Abbiamo giocato tante partite e l'allenatore della scorsa stagione sta andando via anche se ci aiuterà nella prima partita contro l'Ajax. Sappiamo che l'Ajax può giocare con moduli diversi ma ci faremo trovare pronti. Loro hanno più esperienza di noi ma credo che le probabilità siano 50 e 50.

• L'Ajax ha perso quattro partite su quattro contro le squadre russe, sempre contro lo Spartak Mosca. Ai quarti di finale di Coppa UEFA 1997/98 è stato battuto 3-1 in casa e 1-0 fuori casa, mentre agli ottavi di UEFA Europa League 2010/11 si è arreso 1-0 ad Amsterdam e 3-0 a Mosca.

Dinamo Zagabria - Salisbirgo
Zlatko Kranjčar, Dinamo
Queste due partite sono le più importanti perché c'è in palio la Champions League. Spero che il Salisburgo non sia allo stesso livello di due anni fa [quando ha battuto due volte la Dinamo nella fase a gironi]. Ci mancano diversi infortunati, ma le ultime due gare hanno dimostrato che stiamo crescendo e penso che faremo un buon lavoro.

Óscar García, Salisburgo
La Dinamo Zagabria è una squadra molto forte e abituata a giocare nella fase a gironi in questi anni. Ma è stato difficile raggiungere questa fase e adesso sogniamo di partecipare per la prima volta alla fase a gironi. Abbiamo raggiunto due volte gli spareggi negli ultimi anni ma non ci siamo mai qualificati. Adesso è la nostra occasione.

• Il Salisburgo non ha mai vinto agli spareggi di UEFA Champions League, uscendo contro Malmö (2014/15), Hapoel Tel-Aviv (2010/11) e Maccabi Haifa (2009/10) nei tre tentativi precedenti.

Young Boys - Mönchengladbach
Adi Hütter, Young Boys
Siamo contenti di essere gli spareggi. Non molti pensavano che avremmo battuto lo Shakhtar Donetsk al turno precedente, ma ora affrontiamo una grande squadra. Abbiamo già giocato due gare di campionato e quattro in Europa, mentre il Gladbach ha giocato l'ultima amichevole contro la Lazio una settimana fa. Il nostro vantaggio più importante, però, è giocare in casa.

André Schubert, Gladbach
Non vediamo l'ora di iniziare questa stagione. E' una grande sfida ma sappiamo cosa aspettarci e vogliamo solo giocare. Loro vorranno metterci sotto pressione giocando in casa, quindi dovremo farci trovare pronti.

• Anche se le squadre si affrontano per la prima volta a livello ufficiale, il 13 luglio si sono sfidate in amichevole, pareggiando 3-3. Thorgan Hazard ha messo a segno una doppietta per il Mönchengladbach.

København - APOEL
Ståle Solbakken, København
Nel 2009 abbiamo perso e l'APOEL ha fatto il suo debutto europeo con tanti ottimi giocatori in squadra. Adesso hanno più esperienza ma meno nomi famosi. Sanno cosa fare. In squadra abbiamo solo un reduce di quella sfida, quindi credo che i giocatori non pensino troppo alla rivincita. Ma io e i tifosi sì.

Thomas Christiansen, APOEL
Avrei preferito non venire a giocare qui [è nato in Danimarca] ma sono felice di essere agli spareggi. Mi aspetto una partita difficile, dovremo evitare gli errori commessi nei primi 60 minuti contro il Rosenborg. Il KCF è forte sul piano tattico e fisico ma avremo le nostre chance, ne sono certo.

• L'APOEL di Ivan Jovanović ha eliminato il Copenhagen di Ståle Solbakken agli spareggi di UEFA Champions League 2009/10. La gara d'andata nella capitale danese è terminata 1-0 per i padroni di casa con gol di Zdeněk Pospěch, ma al ritorno l'APOEL ha vinto 3-1 con reti di Kamil Kosowski (2') e Chrysostomos Michail (18' rig., 41).

In alto