Goleade per Bayern e Barça, il Paris è già campione

I Bavaresi di Pep Guardiola segnano cinque gol, i Blaugrana di Messi addirittura sei nel weekend che precede il ritorno negli ottavi; il Paris Saint-Germain trionfa in Ligue 1 con otto turni di anticipo.

DOMENICA

Arsenal-Watford 1-2 (Welbeck 88’; Ighalo 50’, Guedioura 63’)
Odion Ighalo e Adlène Guedioura segnano all’Emirates Stadium e l’Arsenal detentore della FA Cup abbandona la competizione ai quarti. Danny Welbeck, entrato dalla panchina, dimezza lo svantaggio a due minuti dalla fine, ma i Gunners non riescono a evitare la terza sconfitta casalinga consecutiva, considerando tutte le competizioni. Alla squadra di Arsène Wenger non accadeva dal novembre 2002. 

Troyes-PSG 0-9 (Cavani 13’, 75’, Pastore 17’, Rabiot 19’, Ibrahimović 46’, 52’, 55’, 88’, aut. Saunier 58’)
Il Paris Saint-Germain si laurea campione di Francia per la quarta stagione consecutiva: sul campo del Troyes brilla la stella del capocannoniere della Ligue 1, Zlatan Ibrahimović, che firma un fantastico poker. La formazione guidata da Laurent Blanc ottiene il sesto titolo della sua storia con otto giornate d’anticipo e stabilisce un record nel campionato francese: il precedente apparteneva al Lione di Gérard Houllier, campione di Francia nel 2006/07 dopo 33 giornate. 

Las Palmas-Real Madrid 1-2 (Willian José 87’; Ramos 24’, Casemiro 89’)
Casemiro firma di testa, allo scadere, il gol vittoria del Real Madrid, protagonista di un emozionante finale nella trasferta nelle Isole Canarie. Espulso nel recupero, Sergio Ramos firma il vantaggio nel primo tempo sugli sviluppi di un corner, ma i Galacticos sembrano condannati al pareggio dopo che Willian José pareggia a tre minuti dalla fine. Casemiro riporta però la squadra di Zinédine Zidane in vantaggio e il distacco dall’Atletico Madrid secondo in classifica resta di quattro punti.

SABATO
Atlético Madrid-Deportivo 3-0 (Saúl Ñíguez 18’, Griezmann 60’, Correa 83’)
La squadra di Diego Simeone resta ancorata al secondo posto in Spagna. Saúl Ñíguez insacca di testa il vantaggio e Antoine Griezmann va a segno per la quarta partita consecutiva prima che il capitano Gabi serva l’assist per il tris ad Ángel Correa.

Barcellona-Getafe 6-0 (aut. Juan Rodríguez 8’, El Haddadi 19’, Neymar 32’, 51’, Messi 40’, Arda Turan 57’)
Con i Blaugrana avanti 1-0, all'11', Lionel Messi fallisce un calcio di rigore, ma Munir El Haddadi firma comunque il raddoppio prima della doppietta di Neymar, il gol dello stesso Messi e un guizzo al 57’ di Arda Turan.

Bayern Monaco-Werder Brema 5-0 (Thiago Alcántara 9’, 90’, Müller 31’, 65’, Lewandowski 86’)
Kingsley Coman serve a Thiago Alcántara l’assist per la doppietta e ispira il primo dei due gol di Thomas Müller, mentre Robert Lewandowski – entrato a partita iniziata – segna la quarta rete del Bayern, che torna alla vittoria in Bundesliga dopo due partite di digiuno.

Sergio Agüero had a frustrating day
Sergio Agüero had a frustrating day©Getty Images

PSV Eindhoven-Heerenveen 1-1 (Te Vrede 53’; De Jong 56’)
Si interrompe la striscia di dieci vittorie consecutive in Eredivisie del PSV, che comunque dimostra carattere rimontando lo svantaggio: Luuk de Jong segna di testa sul cross di Luciano Narsingh e firma il 19esimo gol stagionale in campionato. Un risultato che basta al PSV per presentarsi da capolista alla sfida di domenica prossima contro l'Ajax.

Hoffenheim-Wolfsburg 1-0 (Kramarić 3’)
Il gol a freddo di Andrej Kramarić rovina una bella settimana per il Wolfsburg, qualificato ai quarti di finale grazie alla vittoria contro il Gent. Nella ripresa il portiere ospite, Koen Casteels, respinge un calcio di rigore di Kevin Volland. 

VENERDÌ
Karpaty-Dinamo Kiev 1-2 (Chachua 27'; Teodorczyk 55', Yarmolenko 64')
La Dinamo Kiev ottiene la sedicesima vittoria nelle ultime diciotto partite di campionato, grazie a due assist di Denys Garmash. Serhiy Rebrov fa esordire nella ripresa il 20enne Artem Besedin e il 19enne Paul Orzechowski.

Juventus-Sassuolo 1-0 (Dybala 36')
Il gol numero 14 in campionato di Paulo Dybala spezza l’equilibrio e la Juventus difende fino alla fine l’1-0, diventando la prima squadra nella storia della Serie A a mantenere la porta inviolata per dieci partite consecutive.

LUNEDÌ
Benfica-Tondela (21.00)

Tutti orari CET

In alto