Wolfsburg avanti con Schürrle

Wolfsburg - Gent 1-0 (and. 3-2)
Il gol nella ripresa di André Schürrle basta al Wolfsburg per raggiungere i quarti di finale per la prima volta nella sua storia.

  • Il Wolfsburg supera ancora il Gent e raggiunge per la prima volta i quarti di finale di UEFA Champions League.
  • La squadra tedesca si era imposta per 3-2 in Belgio
  • André Schürrle segna il gol della vittoria per il Wolfsburg's al 74'
  • Il Wolfsburg ha vinto tutte e quattro le gare interne in Europa questa stagione
  • Il sorteggio per i quarti di finale si terrà alle 12.00CET del 18 marzo a Nyon

Il Wolfsburg si qualifica per la prima volta nella sua storia ai quarti di finale di UEFA Champions League piegando il Gent anche al ritorno grazie a un gol di André Schürrle nella ripresa.

Forte del successo esterno dell'andata, il Wolfsburg attacca ma senza scorprirsi troppo. Schürrle serve Max Kruse che riesce a girarsi e a calciare in porta. Conclusione che termina fuori di un metro. Lo stesso Kruse verticalizza per Josuha Guilavogui che calcia con il destro, ma Matz Sels riesce a salvarsi in corner.

Il Gent si fa vedere con un'azione personale di Moses Simon sulla sinistra. L'esterno si libera di Christian Träsch con un dribbling secco e prova la conclusione a giro. Koen Casteels si oppone senza grossi problemi. Un primo tempo avaro di occasioni finisce senza reti.

Nella ripresa è reattivo Sels a bloccare il tiro di Luiz Gustavo da distanza ravvicinata. Il Gent respira e ci prova ancora con Simon che libera Danijel Milicevic all'interno dell'area di rigore. La conclusione del centravanti numero 77 è potente ma manca di poco lo specchio della porta.

A un quarto d'ora dalla fine si sblocca il risultato grazie a un lampo di Julian Draxler vicino alla linea di fondo. Il giovane talento tedesco lascia sul posto tutta la difesa del Gent e mette un pallone invitante verso Schürrle che da due passi non ha difficoltà a siglare la rete dell'1-0.

Il Gent a questo punto deve segnare tre gol, ma è ancora il Wolfsburg ad attaccare. Christian Träsch, però, non riesce ad imprimere la forza necessaria alla sua conclusione da ottima posizione. Niente che può comunque rovinare la festa tedesca.

©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
In alto