Il Real Madrid si ripete e va avanti

Real Madrid-Roma 2-0 (and. 2-0)
I Giallorossi sciupano almeno tre buone chance, ma i Galacticos vincono con lo stesso risultato dell'andata e per la sesta stagione di fila volano ai quarti: segnano Ronaldo e James Rodríguez.

  • Il Real Madrid batte la Roma con lo stesso risultato dell'andata e si qualifica ai quarti per la sesta stagione consecutiva
  • I Giallorossi sciupano tre grandi occasioni da gol nei primi cinquanta minuti, una con Džeko e due con Salah
  • La squadra di Zidane sblocca il risultato con Ronaldo, al tredicesimo gol stagionale nella competizione (il 90esimo complessivo), e raddoppia subito con James Rodríguez
  • I Galacticos interrompono una serie di otto eliminazioni consecutive in doppi confronti contro avversarie italiane
  • Il sorteggio dei quarti è in programma alle 12.00CET del 18 marzo a Nyon

La Roma saluta la UEFA Champions League. Al Santiago Bernabéu, il Real Madrid ripete il 2-0 dello Stadio Olimpico e vola ai quarti per la sesta stagione consecutiva. Sono i gol nel secondo tempo di Cristiano Ronaldo e James Rodríguez ad affossare le speranze di rimonta dei Giallorossi.

La squadra di Luciano Spalletti, reduce da sette vittorie consecutive in campionato, sognava l’impresa e ci ha provato, “rischiando” di segnare per prima in almeno tre circostanze, azioni non concretizzate da Edin Džeko e [due volte] Mohamed Salah.

Spalletti presenta una Roma a trazione anteriore: come annunciato alla vigilia, Džeko parte titolare al centro dell’attacco ma oltre al bosniaco ci sono Stephan El Shaarawy, Diego Perotti e Mohamed Salah. Nel Real Madrid, Zinédine Zidane - che rispetto all’andata perde Karim Benzema ma ritrova Gareth Bale - preferisce Danilo a Dani Carvajal.

Il Real parte forte e all’8’ Marcelo ha sul sinistro la palla del vantaggio: il brasiliano, servito da Bale, calcia però a lato. Ci prova anche Ronaldo che manda largo di destro, ma la Roma non sta a guardare. Al 14’ Džeko, dopo una grande iniziativa di Salah e il velo di El Shaarawy, calcia da posizione favorevolissima ma l’ex attaccante del Manchester City mette clamorosamente a lato di sinistro.

I Galacticos ci provano due volte con Luka Modrić, che prima si vede il tiro respinto con i pugni da Wojciech Szczęsny e poi non inquadra lo specchio. Ma la squadra di Spalletti ha un’altra, grandissima opportunità. In transizione Džeko innesca Salah, l’egiziano è solo davanti a Keylor Navas ma la mira è imprecisa. Il portiere Giallorosso dice due volte no a Ronaldo, il primo tempo si chiude sullo 0-0.

Nella ripresa entra William Vainqueur al posto di Miralem Pjanić, colpito duro, ma quello che non cambia è la mancanza di cinismo della Roma, che sciupa un’altra occasione: in contropiede, Džeko appoggia ancora a Salah che solo davanti a Navas spedisce a lato. Comunque è un altro Real Madrid, più concentrato, con James Rodríguez che impegna in rovesciata Szczęsny e Marcelo che “grazia” il portiere polacco dopo un rinvio sbagliato da Kostas Manolas.

La squadra di Spalletti arriva altre due volte alla conclusione, con Alessandro Florenzi e lo stesso Manolas, ma al 64’ - dopo l’ingresso di Lucas Vázquez al posto di Bale - il Real Madrid passa. Proprio il nuovo entrato regala un assist a Ronaldo, che appoggia in rete: per CR7 è il gol numero 13 in otto partite di UEFA Champions League, il 90esimo in carriera nella competizione. Quattro minuti e arriva il raddoppio, con Toni Kroos che innesca l’azione, Ronaldo che rifinisce per James Rodríguez e il nazionale colombiano che fa centro in diagonale.

La Roma accusa il colpo e sbanda, Ronaldo si divora il tris mentre a un quarto d’ora dalla fine tutto il Santiago Bernabéu applaude l’ingresso in campo di Francesco Totti, che rileva El Shaarawy; dalla parte opposta Jesé rimpiazza Modrić. I Giallorossi non sono nemmeno fortunati, perchè Perotti colpisce il palo e non trova il gol della bandiera.

Ai quarti ci va il Real di Ronaldo. La Roma, con qualche rimpianto, è costretta a inchinarsi.

©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©AFP/Getty Images
©Getty Images
©AFP/Getty Images
In alto