Real felice, Arsenal fermato

Le merengues conquistano una faticosa vittoria sul campo dell'Eibar, i Gunners pareggiano sul campo del Norwich e la Roma perde nuovamente, dopo le vittorie di sabato di Barcellona, Bayern Monaco e Paris Saint-Germain.

©AFP/Getty Images

Gruppo A
Eibar-Real Madrid 0-2 (Bale 43, Ronaldo 82 su rig.)
Le Merengues si mantengono a sei punti dal Barcellona capolista grazie a questa sudata vittoria. Pochi minuti prima dell’intervallo Gareth Bale firma di testa il gol del vantaggio, mentre Cristiano Ronaldo mette al sicuro il risultato su rigore: CR7 raggiunge Hugo Sánchez al terzo nella classifica dei marcatori della Liga di tutti i tempi, con 234 reti.

Paris
-Troyes 4-1
(Cavani 20', Ibrahimović rig. 58', Kurzawa 67', Augustin 84'; Ayasse 90'+1)
Il PSG ottiene la nona vittoria consecutiva in campionato grazie al successo contro il Troyes: Zlatan Ibrahimović, a segno al 58’ su rigore, porta il suo totale in Ligue 1 a 85 e diventa il miglior marcatore in Ligue 1 nella storia del club insieme a Mustapha Dahleb.

Hoverla-Shakhtar Donetsk 1-6 (Khlyobas 16; Rakitskiy 9, Taison 28, Marlos 30, Ferreyra 35, Alex Teixeira 67 73rig)
Continua l’incredibile momento di forma di Alex Teixeira, che realizza altri due gol e porta il suo totale stagionale nella Premier League ucraina a 21 reti in 14 partite. Nelle ultime sette partite è andato a segno dieci volte. Il risultato mantiene la squadra di Mircea Lucescu in vetta alla classifica, insieme con la Dynamo Kyiv.

Malmö
- l'edizione 2015 della Allsvenskan si è conclusa il 31 ottobre

Gruppo B
Augsburg-Wolfsburg 0-0 
Terzo in Bundesliga, il Wolfsburg deve accontentarsi di un punto sul campo del pericolante Augsburg e termina la partita in dieci uomini per l’espulsione nel finale del centrale difensivo Dante.

Leicester City-Manchester United 1-1
(Vardy 24'; Schweinsteiger 45'+1)
Lo United non riesce a impedire che Jamie Vardy segni per l’11esima partita consecutiva e infranga il record di Ruud van Nistelrooy in Premier League: il pareggio tra le due squadre lascia i Foxes di Claudio Ranieri un punto sopra i Red Devils di Louis van Gaal, malgrado il primo gol inglese di Bastian Schweinsteiger.

PSV
-AZ 3-0
(Luckassen 3 aut., De Jong 15 41)
I padroni di casa restano a quattro punti dall’Ajax capolista dell’Eredivisie grazie a una larga vittoria casalinga contro un AZ ridotto in dieci uomini. Un’autorete di Derrick Luckassen porta subito in vantaggio i padroni di casa, poi il difensore viene espulso dopo che Luuk De Jong aveva collezionato una doppietta, raggiungendo quota 13 reti in stagione.

Anji-CSKA Moskva 1-1
(Maximov 55; Nababkin 10)
La capolista della Premier League russa è ora a secco di vittorie da sei partite, considerando tutte le competizioni. In casa dell'Anji, la squadra dell'esercito va in vantaggio dopo dieci minuti con Kirill Nababkin, ma poi Ilya Maksimov pareggia dopo l'intervallo.

Antoine Griezmann festeggia il suo gol
Antoine Griezmann festeggia il suo gol©Getty Images

Gruppo C
Atlético-Espanyol 1-0 (Griezmann 3')
Per la ventesima volta nel 2015, l’Atlético mantiene inviolata la porta - nessuno nei cinque principali campionati europei ha fatto altrettanto – e conquista altri tre punti, grazie al sesto gol in campionato del nazionale francese Antoine Griezmann. I Colchoneros di Diego Simeone restano a quattro punti dalla capolista Barcellona. Nota stonata, la frattura della tibia riportata da Tiago nel primo tempo.

Braga-Benfica
(lunedì 22.00CET)
Kasımpaşa-Galatasaray 2-2 (Hakan Arslan 32, Titi 76; Burak Yılmaz 13, Hakan Balta 51)
La prima partita di Mustafa Denizli dal suo ritorno sulla panchina del Galatasaray termina in modo deludente, perchè la squadra di Istanbul per due volte non gestisce il vantaggio a Kasımpaşa. Il Galatasaray riduce a sei punti il distacco dalla capolista Beşiktaş.

Astana - la stagione dei campioni della Premier League kazaka 2015 si è conclusa l'8 novembre

Gruppo D
Palermo-Juventus 0-3 (Mandžukić 54, Sturaro 89, Zaza 90+3)
La ripresa della Juve prosegue con la quarta vittoria di fila in Serie A, un successo che li porta al quinto posto in classifica. E’ la posizione più alta in classifica, finora, per i campioni d’Italia di Massimiliano Allegri.

Manchester City-Southampton 3-1 (De Bruyne 9', Delph 20', Kolarov 69'; Long 49')
Dopo due partite di Premier League senza vittoria, il City ritorna al successo e si riporta brevemente in testa alla classifica; Fabian Delph realizza il primo gol dal suo trasferimento in estate dall’Aston Villa.

Hoffenheim-Mönchengladbach 3-3 (St. Zuber 11', Polanski 34', Nadiem Amiri 47'; Johnson 5' 87', Drmic 56')
Ancora imbattuto in Bundesliga con André Schubert in panchina, il Gladbach lascia punti per strada per la seconda volta nelle nove partite sotto la guida del nuovo allenatore. E’ Fabian Johnson a realizzare il pareggio a tre minuti dalla fine.

Siviglia-Valencia 1-0 (Escudero 50)
I detentori della UEFA Europa League salgono nella metà alta della classifica della Liga grazie alla vittoria di misura contro un Valencia ridotto in nove uomini. Gli ospiti perdono João Cancelo per somma di ammonizioni dopo 35 minuti e l’esordiente Sergio Escudero sfrutta la superiorità numerica sfruttando l’assist di Éver Banega cinque minuti dopo l’inizio del secondo tempo. Dopo viene espulso anche Javi Fuego.  

Gruppo E
Barcellona-Real Sociedad 4-0 (Neymar 22' 53', Suárez 41', Messi 90'+1)
Per la quarta partita consecutiva di Liga, il Barcellona vince senza subire reti (13 invece i gol realizzati): sono Neymar, Luis Suárez e Lionel Messi ad andare a segno.

Roma-Atalanta 0-2 (Gómez 40, Denis 82 su rig.)
Dopo la debacle (6-1) sul campo del Barcellona martedì, la Roma rimedia un’altra brutta sconfitta, con l’Atalanta che le infligge il primo ko casalingo della stagione. Alejandro Gómez firma il vantaggio prima dell’espulsione di Maicon e il raddoppio di Germán Denis su rigore. Gli ospiti subiscono a loro volta due rossi e chiudono la partita in nove uomini.

Leverkusen
-Schalke 1-1
 (Riether aut. 85; Choupo-Moting 50)
Sesto in Germania, il Leverkusen resta appaiato allo Schalke a 21 punti dopo un pareggio contro i Königsblauen. Serve un’autorete per conquistarlo, con la palla che sbatte su Sascha Riether e termina in rete, dopo che after Ralf Fährmann aveva respinto un tiro di Javier Hernández.

Mikashevichi-BATE (Sheryakov 51; Jevtić 17, Karnitski 39, Nikolić 42)
Il BATE conquista agevolmente i quarti della Coppa di Bielorussia grazie alla vittoria complessiva 8-1 contro la squadra arrivata quinta nell’ultimo campionato.

Il Bayern festeggia il gol di Thomas Müller
Il Bayern festeggia il gol di Thomas Müller©Getty Images

Gruppo F
Bayern München-Hertha 2-0 (Müller 34', Coman 41')
Thomas Müller segna il tredicesimo gol in campionato ed eguaglia il suo record stagionale in Bundesliga: il Bayern raggiunge la quota record di 40 punti nelle prime quattordici giornate.

Olympiacos-Asteras 3-1 (Fortounis rig. 73, 80, Ideye 86; Giannou 90+3)
L’Olympiacos prosegue il suo fantastico inizio di campionato e ottiene l’undicesima vittoria consecutiva, anche se deve aspettare fino al 73’ per sbloccare il risultato. Kostas Fortounis spiana la strada con l’ottava rete stagionale e poi trova la nona, prima del sigillo di Ideye Brown.

Norwich-Arsenal 1-1 (Grabban 43; Özil 30)
I Gunners falliscono l’opportunità di raggiungere il Manchester City in vetta alla Premier League. Sul campo del Norwich la squadra di Arsène Wenger, al quarto posto, segna per prima con Mesut Özil ma è raggiunta e perde per infortunio sia Laurent Koscielny sia Alexis Sánchez.

Dinamo Zagreb
-Lokomotiva Zagreb 3-1
(Rog 5 72, Ćorić 78; Grezda 41)
La Dinamo tiene il passo del Rijeka capolista della Prva Liga collezionando la terza vittoria consecutiva in campionato. Marko Rog segna due gol, uno per tempo, prima che il centrocampista Ante Ćorić metta al sicuro il successo della squadra di casa.

Gruppo G
Tottenham-Chelsea 0-0
I Blues mantengono la porta inviolata per la terza partita consecutiva, ma il pareggio a White Hart Lane lascia i campioni d’Inghilterra a 14 punti dalla vetta, con appena quattro vittorie in Premier League in questa stagione.

Tondela-Porto 0-1 (Brahimi 28')
Il gran gol di Yacine Brahimi nel primo tempo basta ai campioni di Portogallo per superare il Tondela, ultimo in classifica, anche se gli ospiti stavano per rimpiangere le occasioni sprecate quando ai padroni di casa è stato assegnato un rigore a favore. Iker Casillas ha però bloccato il tiro dal dischetto.

Dynamo Kiev-Chornomorets Odesa 2-1 (González 43, Yarmolenko rig. 47; Kovalets 86)
La Dynamo, che ottiene la quinta vittoria consecutiva, è dietro lo Shakhtar solo per la differenza reti nella vetta della classifica del campionato ucraino. Il rigore trasformato da Andriy Yarmolenko si rivela decisivo alla fine, con l’ala che va a segno per la quinta partita consecutiva.

Maccabi Tel-Aviv-Bnei Yehuda 4-0 (Azulay 55, Zahavi 69 75, Tal Ben Chaim 85)
Gli uomini di Slaviša Jokanović restano davanti all’Hapoel Beer Sheva FC grazie a una netta vittoria, in cui spicca la doppietta di Eran Zahavi: il 28enne sale a quota 14 reti in campionato nel 2015/16.

Gruppo H
Terek-Zenit 4-1 (Mitrishev 32' 55', Rybus 42' 87'; Hulk 54')
Lo Zenit resta senza vittorie in campionato da agosto e subisce la quarta sconfitta in campionato: la squadra di André Villas-Boas resta a sette punti dalla capolista CSKA Moskva, che domenica gioca sul campo dell’Anji.

Genk-Gent 0-1
(Milicevic 22')
A segno martedì nella vittoria della quinta giornata sul campo del Lione, Danijel Milicevic firma il gol decisivo nella partita di Genk e regala il successo alla capolista, che porta a cinque punti il vantaggio sul Club Brugge, di scena domenica sul campo del Mechelen.

Siviglia-Valencia 1-0
 (Escudero 50)
I Los Che vivono una serata amara in Andalusia, in cui sono espulsi João Cancelo e Javi Fuego, e subiscono la quarta sconfitta stagionale nella Liga. Sergio Escudero firma il gol vittoria, con il Siviglia che riduce a un punto il gap degli avversari, al nono posto in classifica.

Lione-
Montpellier 2-4
(Lacazette 14', Ghezzal 84'; aut. Gonalons 8', Rodrigue Ninga 11' 48', Camara 80')
I Les Gones incassano la seconda sconfitta consecutiva in Ligue 1 nell’anticipo del venerdì sera. Prima della serata a 13 punti dal PSG capolista, la squadra va rapidamente sotto di due reti e finisce per incassarne quattro in casa per la prima volta dal maggio 2012. 

In alto