Cosa guardare alla quinta giornata

Mentre Malmo si prepara a riabbracciare il suo cittadino più illustre, il Real Madrid cerca il riscatto morale e Iago Falqué torna a Barcellona per stupire Luis Enrique: tutti gli spunti più interessanti per la quinta giornata della fase a gironi.

Zlatan Ibrahimović ha qualche sorpresa per i suoi concittadini
Zlatan Ibrahimović ha qualche sorpresa per i suoi concittadini ©AFP/Getty Images

Gruppo A
Il Real cerca il riscatto morale
Anche se il Real Madrid è già agli ottavi, Rafael Benítez non darà per scontata la trasferta contro lo Shakhtar Donetsk. Non solo la sua squadra può suggellare il primo posto nel girone, ma vuole anche rimediare alla pesante sconfitta interna di sabato contro il Barcellona (0-4), dopo la quale il capitano Sergio Ramos ha invocato il "perdono" dei tifosi.

"Non abbiamo giocato all'altezza di questo club - ha commentato il difensore -. Le parole valgono poco perché il Real Madrid vuole i fatti. Noi giocatori siamo più arrabbiati di tutti perché abbiamo perso la possibilità di andare in testa". Lo Shakhtar, che per restare in corsa deve assolutamente vincere, dovrà quindi fare i conti con la reazione degli ospiti.
Mercoledì: Shakhtar Donetsk - Real Madrid, 20.45

Malmo festeggia Ibrahimović
In cerca di un gol dopo sette partite nel torneo, Zlatan Ibrahimović torna ad affrontare la squadra che lo ha visto crescere e vuole regalare una serata da ricordare alla sua città. L'attaccante ha addirittura prenotato la piazza centrale di Malmo per trasmettere la partita su maxischermo. "Siete tutti benvenuti, ma aspettatevi altre sorprese". Per una volta, forse, saranno i tifosi allo stadio a invidiare chi non è entrato.
Mercoledì: Malmö - Paris Saint-Germain, 20.45

©UEFA.com

Gruppo B
Il CSKA spera in un ricorso storico
Le quattro squadre del Gruppo B sono separate da appena tre punti, ma il CSKA è nella situazione peggiore e, in caso di sconfitta contro il Wolfsburg, perderebbe ogni possibilità. La storia, però, potrebbe essere dalla parte dei padroni di casa, perché la sfida tra le due formazioni si disputa esattamente sei anni dopo quella nella fase a gironi 2009/10.

Quella sera, Tomáš Necid e Miloš Krasić hanno regalato un 2-1 al CSKA dopo il gol di Edin Džeko. Con Igor Akinfeev, Sergei Ignashevich, Aleksei Berezutski, Vasili Berezutski, Alan Dzagoev e Georgi Schennikov ancora in squadra, i padroni di casa sperano dunque di ripetere l'impresa.
Mercoledì: CSKA Moskva - Wolfsburg, 20.45

Gruppo C
Missione impossibile per il Galatasaray

Non sono molti a invidiare Taffarel, che porta il Galatasaray nella capitale spagnola e cerca disperatamente tre punti. Il brasiliano, allenatore dei portieri fino all'esonero di Hamza Hamzaoğlu il 18 novembre, è stato appena nominato tecnico ad interim.

Inoltre, il Galatasaray ha rimediato otto sconfitte e due pareggi nelle ultime 10 trasferte di UEFA Champions League ed è reduce dal 3-3 di sabato contro l'Antalyaspor. "Abbiamo avuto problemi in difesa e cercherò di risolverli", ha commentato Taffarel.
Mercoledì: Atlético - Galatasaray, 20.45

Gruppo E
Falqué torna al Camp Nou
In assenza degli infortunati Mohamed Salah e Gervinho, Iago Falqué partirà quasi sicuramente titolare al Camp Nou, dove sognava di giocare qualche anno fa.

Iago Falqué began his career in Barça's youth ranks
Iago Falqué began his career in Barça's youth ranks©AFP/Getty Images

"Sono contento di affrontare il Barcellona in UEFA Champions League - ha commentato il 25enne centrocampista, che non è riuscito a trovare un posto nel Barcellona B di Luis Enrique e ha lasciato la Spagna per la Juventus nel 2008 -. Da allora ho girato molto, ma spero di rimanere a Roma per tanti anni". Un gol contro la sua ex squadra sarebbe certamente utile.
Martedì: Barcellona - Roma, 20.45

Gruppo F
Quante possibilità per i Gunners?
Dal 2000/01, i Gunners hanno sempre superato la fase a gironi, ma ora le loro speranze sono appese a un filo. Non c'è margine di errore, perché l'Olympiacos è sei punti più avanti e può qualificarsi anche con un pareggio.

Arsène Wenger spera che il Bayern gli faccia un favore e superi la squadra greca martedì. Per rimandare tutto all'ultima giornata contro l'Olympiacos, l'Arsenal deve prima prima superare la Dinamo Zagabria, che però ha vinto la all'andata. "Le possibilità di qualificarci ci sono, ma non sono molte", ha dichiarato Wenger.
Martedì: Arsenal - Dinamo Zagreb, 20.45

Gruppo H
Reunion per Nuno
Tra il 2002 e il 2004, quando André Villas-Boas faceva parte dello staff tecnico di José Mourinho, Nuno Espírito Santo era l'estremo difensore del Porto. Ora, i due si affrontano da allenatori dello Zenit e del Valencia. In realtà, Villas-Boas non sarà l'unica faccia conosciuta per il tecnico ospite, che è stato compagno di Danny alla Dinamo Moskva e di Hulk al Porto. Ora, Nuno intende rovinare la partenza perfetta dei suoi ex compagni nel Gruppo H, sapendo che una vittoria permetterebbe al Valencia di raggiungerli agli ottavi.
Martedì: Zenit - Valencia, 18.00

Lyon are due to leave the Stade de Gerland
Lyon are due to leave the Stade de Gerland©Getty Images

Grande addio al Gerland
Pur essendo in coda al girone, il Lione vuole salutare come si deve lo Stade de Gerland, che ospita la sua ultima gara di UEFA Champions League. Da gennaio, la squadra francese si sposterà infatti al nuovo Stade de Lyon. La prima partita della fase a gironi di Champions League giocata al Gerland è stata quella vinta 3-1 sull'Heerenveen, mentre nel 2000 lo stadio ha assistito alla corsa dei padroni di casa in semifinale: quale modo migliore di darsi l'addio, se non una vittoria sul Gent?
Martedì: Lione - Gent, 20.45

In alto