Il Barça strapazza il Real, gioia Juventus

Luis Suárez trascina i campioni di Spagna a un incredibile trionfo 4-0 al Santiago Bernabéu, il Paris Saint-Germain porta a tredici punti il suo vantaggio in vetta alla Ligue 1 mentre la Juventus si impone 1-0 sul Milan.

Con una prestazione superlativa, il Barcellona ha battuto 4-0 al Santiago Bernabéu il Real Madrid
Con una prestazione superlativa, il Barcellona ha battuto 4-0 al Santiago Bernabéu il Real Madrid ©AFP/Getty Images

Gruppo A
Real Madrid-Barcellona 0-4 (Suárez 11' e 74', Neymar 39', Iniesta 53')
Isco viene espulso, il Real Madrid scivola a sei punti dagli arcirivali del Barcellona che sovrastano i Galacticos nell’attesissimo Clásico del Santiago Bernabéu. Per la squadra di Rafael Benítez è la seconda sconfitta consecutiva nella Liga dopo quella subita sul campo del Siviglia prima della sosta.

Lorient-Paris Saint-Germain 1-2 (Moukandjo 82'; Ongenda 26', Matuidi 32')
L’imbattuto PSG conquista l’ottava vittoria in Ligue 1 e porta a 13 punti il vantaggio sul Lione, la sua rivale più diretta, dopo appena quattordici giornate di campionato. Hervin Ongenda e Blaise Matuidi segnano i gol decisivi per i campioni di Francia nello spazio di sei minuti del primo tempo.

Shakhtar Donetsk-Volyn Lutsk 4-0 (Marlos 19' e 38, Ismaily 32', Gladkiy 67')
Marlos realizza una doppietta, mentre lo Shakhtar festeggia la dodicesima vittoria di fila nel campionato ucraino. Dopo la sconfitta contro il Malmö nella terza giornata, la squadra guidata da Mircea Lucescu ha vinto cinque partite consecutive, andando a segno 22 volte.

Malmö – l'edizione 2015 dell'Allsvenskan si è conclusa il 31 ottobre

Gruppo B
Watford-Manchester United 1-2 (Deeney su rig. 87'; Depay 11', autorete Deeney 90')
A guidare l’attacco dei Diavoli Rossi, vista l’indisponibilità di Rooney e Anthony Martial, c’è Memphis Depay che segna il primo gol in Premier League e spezza l’equilibrio. Un rigore di Troy Deeney all’87’ ferma a 641 il numero dei minuti senza subire reti della squadra di Louis van Gaal, ma nel recupero l’attaccante di casa mette alle spalle del suo portiere il cross di Bastian Schweinsteiger e regala al Manchester United l’intera posta in palio.

Willem II-PSV Eindhoven 2-2 (Falkenburg 55' e 62'; Pereiro 11', De Jong 73')
Si ferma a cinque la serie di vittorie consecutive degli uomini di Phillip Cocu, secondi in Eredvisie e costretti al pareggio a Tilburg; la prossima settimana voleranno all’Old Trafford per sfidare il Manchester United.

Wolfsburg
-Werder Bremen 6-0
(autorete Alejandro Gálvez 11', Kruse 44' e 87', Vieirinha 56', Guilavogui 67', Dost 78')
I Die Wölfe segnano sei gol in una partita per la prima volta dal 2001, travolgono il Werder Brema e portano a 28 partite la propria imbattibilità casalinga, un record per la squadra.

CSKA Moskva-Krylya Sovetov Samara 0-2 (Jahović 52' e 66')
La capolista della Premier League Russa, orfana dell’ex attaccante ivoriano dell’AS Roma Seydou Doumbia, incassa la prima sconfitta casalinga dall’8 aprile. Sarebbe potuta andare addirittura peggio se gli ospiti non avessero fallito un rigore con Alan Chochiev al 69’.

Gruppo C
Sporting CP-Benfica 2-1 d.t.s. (Adrien Silva 45', Slimani 112'; Mitroglou 6')
Il gol nei supplementari di Islam Slimani porta lo Sporting agli ottavi di Coppa del Portogallo, mentre il Benfica deve cedere lo scettro. Gli ospiti subiscono l’espulsione di Andreas Samaris due minuti dopo il guizzo di Slimani.

Real Betis-Atlético Madrid 0-1 (Koke 7')
Quarta vittoria nelle ultime cinque partite per l’Atletico Madrid, che sbanca il campo del Betis Siviglia e scavalca il Real Madrid al secondo posto. Al Benito Villamarín decide un gol in apertura di Koke.

Galatasaray-Antalyaspor 3-3 (Yasin Öztekin 9', Podolski 66', Selçuk İnan 90'+1'; Sezer Badur 64', Eto'o su rig. 82', Mbilla Etame 90'+3')
Il Galatasaray perde terreno dalla capolista Fenerbahçe in una sfida dalle mille emozioni a Istanbul. Selçuk İnan sembra regalare ai padroni di casa la vittoria con il suo gol al 91’, dopo il rigore trasformato da Samuel Eto'o per gli ospiti, ma due minuti dopo Mbilla Etame realizza il definitivo pareggio.

Astana – L'edizione 2015 della Kazakh Premier League si è conclusa l'8 novembre
Astana-Kairat Almaty 1-2 (Twumasi 29'; Despotović 48' e 69')
Dopo aver vinto il campionato l’Astana non riesce a centrare il double e viene sconfitto 2-1 dal Kairat Almaty nella finale di Coppa: i detentori vanno sotto per il gol di Patrick Twumasi ma rimontano nella ripresa e mantengono il trofeo in bacheca.

Martin Skrtel scores Liverpool's fourth at City
Martin Skrtel scores Liverpool's fourth at City©Getty Images

Gruppo D
Manchester City-Liverpool 1-4 (Agüero 44'; autorete Mangala 7', Coutinho 23', Firmino 32', Skrtel 81')
Una spettacolare prestazione del Liverpool nel primo tempo non dà scampo alla squadra di casa, sotto 3-0 dopo appena 32 minuti. Sergio Agüero, al rientro dopo il suo infortunio, trova il gol della speranza per la squadra di Manuel Pellegrini, che però rimedia la terza sconfitta in campionato della stagione e cede il primato.

Juventus-Milan 1-0 (Dybala 65')
La Juventus ottiene la terza vittoria consecutiva in campionato e sale al sesto posto, scavalcando proprio il Milan. Allo Juventus Stadium, la squadra di Siniša Mihajlović si inchina 1-0 ai campioni d'Italia di Massimiliano Allegri, trascinati al successo dal sesto gol in campionato del neoacquisto Paulo Dybala.

Real Sociedad-Sevilla 2-0 (Agirretxe 73', Xabi Prieto 77')
Nella prima partita dopo l’esonero di David Moyes, i baschi ottengono la terza vittoria nella Liga. Il Siviglia arrivava a questa partita sulla scia del successo 3-2 contro il Real Madrid prima della sosta per le nazionali.

Mönchengladbach-Hannover 2-1 (Traoré 34', Raffael 84'; Sobiech 65')
Dopo che la loro serie di sette vittorie consecutive era stata interrotta dal pareggio contro l’Ingolstadt, i Die Fohlen ritornano al successo; il sesto gol in Bundesliga di Raffael a sei minuti dalla fine vale l’intera posta in palio.

Gruppo E
Real Madrid-Barcellona 0-4 (Suárez 11' e 74', Neymar 39', Iniesta 53')
I Blaugrana si portano a +6 sul Real Madrid con un’incredibile vittoria al Santiago Bernabéu. Il primo gol in carriera nel Clásico di Andrés Iniesta, oltre alla doppietta di Luis Suárez e al sigillo di Neymar, decidono una partita in cui Isco viene espulso.

Bologna-Roma 2-2 (Adam Masina 14', Destro su rig. 87'; Pjanić su rig. 52', Džeko su rig. 72')
I Giallorossi falliscono l'opportunità di andare in vetta alla Serie A, visto il 2-2 del Dall'Ara in una sfida caratterizzata da ben tre calci di rigore. I tiri dagli undici metri di Miralem Pjanić e Edin Džeko sembrano trascinare alla vittoria la squadra di Rudi Garcia, che però è ripresa da un'altra massima punizione, trasformata dall'ex Mattia Destro.

Eintracht Frankfurt-Leverkusen 1-3 (Medojević 45'; Hernández 23' e 39', Hakan Çalhanoğlu 72')
La doppietta contro il Francoforte consente a Javier Hernández di “timbrare il cartellino” per la sesta partita consecutiva: le “aspirine” ritornano alla vittoria dopo due sconfitte di fila in Bundesliga e salgono al sesto posto.

BATE Borisov-Granit Mikashevichi 5-0
Dmitri Mozolevski segna un gol per tempo, il BATE ipoteca la qualificazione al turno successivo nell’andata degli ottavi di Coppa di Bielorussia. Aleksandr Karnitski e Ilya Aleksievich vanno a segno dopo il vantaggio di Mozolevski e prima del riposo, mentre Mikhail Gordeichuk firma l’ultimo gol a due minuti dalla fine.

Javi Martínez heads Bayern's second
Javi Martínez heads Bayern's second©Getty Images

Gruppo F
Schalke-Bayern München 1-3 (Meyer 17'; Alaba 9', Javi Martínez 69', Müller 90'+2')
Il Bayern è imbattuto negli ultimi dieci incontri con lo Schalke, dopo il successo ottenuto a Gelsenkirchen che lascia i bavaresi a +8 in vetta alla Bundesliga. Thomas Müller arrotonda il risultati con il suo 87esimo gol in Bundesliga e diventa il decimo miglior marcatore di sempre nella storia del club.

Panathinaikos-Olympiacos rinviata
Il derby è rinviato per gli incidenti provocati dai tifosi prima del fischio d'inizio.

West Brom-Arsenal 2-1 (Morrison 35', autorete Arteta 40'; Giroud 28')
L’Arsenal, prima del fischio d’inizio in testa alla Premier League a pari punti con il Manchester City, perde per la prima volta in campionato dopo sette partite. Le cose sembrano mettersi in discesa per i Gunners quando Olivier Giroud, di testa, mette dentro sugli sviluppi di una punizione battuta da Mesut Özil: per l’attaccante francese è il nono gol nelle ultime undici partite. La squadra di Arsène Wenger subisce due gol ma ha l’occasione per pareggiare, che Santi Cazorla sciupa sbagliando un calcio di rigore.

Slaven Koprivnica-Dinamo Zagreb 1-2 (Delić 40'; Taraval 44', Henríquez 55')
Gli ospiti si avvicinano alla capolista Rijeka grazie alla vittoria in rimonta nell’anticipo del venerdì contro il traballante Slaven Koprivnica: dopo dieci minuti della ripresa è Ángelo Henríquez a realizzare il gol-vittoria per la sua squadra, a due punti dalla vetta. .

Gruppo G
Agrense-Porto 0-2 (Bueno 14' e 40')
I Dragões volano agli ottavi di Coppa di Portogallo – nella loro partita numero 400 nella competizione - grazie a un’agevole vittoria sul campo di una squadra di due categorie inferiore. Alberto Bueno festeggia il primo gol per il club.

Chelsea-Norwich 1-0 (Diego Costa 64')
Il quarto gol stagionale di Diego Costa, che finalizza una punizione battuta con rapidità dal connazionale spagnolo Cesc Fàbregas, restituisce il sorriso ai Blues di José Mourinho, che ritrovano la vittoria dopo tre sconfitte di fila in Premier League.

Olimpik Donetsk-Dynamo Kyiv 0-3
A pari punti con lo Shakhtar prima della sosta per le nazionali, la Dynamo Kyiv prova a piazzare il primo allungo nella corsa al titolo imponendosi agevolmente nell’anticipo del venerdì. Júnior Moraes (25') sblocca il risultato, Denys Garmash realizza il raddoppio poco prima dell’intervallo. Un rigore trasformato da Oleh Gusev a venti minuti dalla fine dà al punteggio la sua dimensione definitiva.

Hapoel Haifa-Maccabi Tel-Aviv 0-3 (Zahavi su rig. 52', Igiebor 69', Rikan 78')
La partita gira in favore del Maccabi quando Dor Malul è espulso dopo sette minuti della ripresa, pochi istanti dopo che Eran Zahavi aveva trasformato un rigore e festeggiato il suo centesimo gol nel campionato di Israele. Da quel momento in poi non c’è più partita e la vittoria degli ospiti, alla sesta vittoria nelle ultime sette gare di campionato, non è più in discussione.

Gruppo H
Zenit-Ural Sverdlovsk Oblast 3-0 (Garay 12', Dzyuba 76', Javi García 89')
Dopo due partite senza successi, lo Zenit torna a brindare ai tre punti battendo in casa l’Ural: la squadra guidata da André Villas-Boas, al quarto posto, riduce a sette punti il distacco dalla capolista CSKA.

Valencia-Las Palmas 1-1 (Paco Alcácer 8'; Viera 57')
Il Valencia manca l’opportunità di avvicinarsi al quarto posto della Liga: il Las Palmas lo costringe al primo pareggio in 11 partite.

Gent-Westerlo 5-0
Il Gent ipoteca la vittoria nella prima mezzora nella sua netta affermazione contro il fanalino di coda del campionato. Kalifa Coulibaly impiega appena quattro minuti per sbloccare il risultato, mentre Brecht Dejaegere raddoppia poco dopo prima che al 27’ gli ospiti perdano Jore Trompet, espulso per somma di ammonizioni. Benito Raman (58’) realizza il tris, la doppietta di Sven Kums completa la goleada della capolista..

Nice-Lyon 3-0
Attardato di dieci punti rispetto al PSG capolista prima dell’inizio di questa giornata, il Lione esce con le ossa rotta dalla trasferta di Nizza. Valère Germain (20) consente alla squadra di casa di andare al riposo all’intervallo, per gli ospiti si fa ancora più dura dopo l’intervallo visto l’autogol di Mapou Yanga-Mbiwa, ex difensore dell’AS Roma. Vincent Koziello (71’) mette al sicuro il successo dei padroni di casa.

In alto