Quarta giornata: le partite da non perdere

Le reunion di Ángel Di María e Jesús Navas, la possibile qualificazione per sette squadre e il tentativo di impresa dell'Arsenal a Monaco: ecco cosa guardare alla quarta giornata della fase a gironi.

Ángel Di María è stato il migliore in campo nella finale 2014, penultima presenza con il Real Madrid
Ángel Di María è stato il migliore in campo nella finale 2014, penultima presenza con il Real Madrid ©Getty Images

Sette squadre a un passo dalla qualificazione
Solo lo Zenit ha vinto tre partite su tre nella fase a gironi, ma Valencia, Barcellona, Paris Saint-Germain, Real Madrid, Juventus e Manchester City hanno la possibilità di prenotare un posto agli ottavi con due giornate di anticipo.

Di María torna a Madrid
Dopo lo 0-0 nel Gruppo A a Parigi contro il Real Madrid, Ángel Di María torna per la prima volta nella città che lo ha ospitato fino ad agosto 2014. Per entrambe le squadre, una vittoria potrebbe significare la qualificazione. "Non so come reagiranno i tifosi - ha commentato l'argentino -. Ho ancora nel cuore tutto quello che ho fatto con il Real".
Real Madrid - PSG – Martedì

Jesús Navas al Siviglia
Jesús Navas al Siviglia©Getty Images

Siviglia imbattibile in casa
Nel Gruppo D, nel frattempo, Jesús Navas torna a Siviglia, dove ha giocato per 10 anni. Il Manchester City dovrà faticare non poco contro i detentori della UEFA Europa League, che al Ramón Sánchez Pizjuán hanno vinto le ultime 10 partite europee.
Siviglia - Manchester City – Martedì

BATE a caccia dell'impresa
Battuto 2-0 in casa dal Barcellona alla terza giornata, il BATE Borisov affronta una gara ancora più proibitiva in Catalogna. I campioni in carica hanno segnato nove gol alla squadra bielorussa nella fase a gironi 2011/12 (5-0 fuori casa e 4-0 in casa) e sono reduci da sette vittorie interne nella competizione. Per l'esattezza, hanno perso solo una delle ultime 34 partite casalinghe di UEFA Champions League, con 27 successi.
Barcellona - BATE – Mercoledì

L'Arsenal spera in Baviera
I Gunners, che cercano la 16esima qualificazione consecutiva agli ottavi, hanno perso le prime due partite del girone ma si sono riscattati con una vittoria sul Bayern München il 20 ottobre. Ora, vanno in Baviera cercando un successo ancora più eclatante: senza dubbio si ispireranno alle ultime due trasferte, conclusesi con una vittoria per 2-0 (ottavi 2012/13) e uno 0-0 (ottavi 2013/14).
Bayern - Arsenal – Mercoledì

Il viaggio di José Mourinho in Champions League
Il viaggio di José Mourinho in Champions League

Chelsea sotto pressione
I campioni d'Inghilterra hanno collezionato una vittoria, un pareggio e una sconfitta nel Gruppo G. Pur non essendo partita a rilento come in campionato (11 punti in 10 giornate), la squadra londinese non può permettersi altri scivoloni: con una sconfitta contro la Dynamo Kyiv potrebbe infatti ritrovarsi a quattro punti dalla vetta a sole due giornate dal termine. La formazione ucraina, però, non ha mai vinto in 12 trasferte in Inghilterra, centrando appena due pareggi.
Chelsea - Dynamo Kiev – Mercoledì

Galatasaray contro le statistiche
Il Galatasaray non vince in trasferta in UEFA Champions League da 31 mesi, ovvero dal 3-2 sullo Schalke al ritorno degli ottavi 2012/13. Finora, il suo bilancio è di due pareggi e sette sconfitte: la gara a Lisbona, dunque, è un'opportunità di riscatto.
Benfica - Galatasaray – Martedì

Ancora due a secco
Shakhtar Donetsk e Maccabi Tel-Aviv, uniche due squadre ancora a zero punti a metà della fase a gironi, cercheranno di sbloccarsi in casa rispettivamente contro Malmö (Gruppo A) e Porto (Gruppo G).
Shakhtar - Malmö – Martedì
Maccabi - Porto – Mercoledì

In alto