Kevin De Bruyne, nuova arma letale del City

Il Manchester City non ha badato a spese per prelevare dal Wolfsburg Kevin De Bruyne. Philip Röber ci spiega perché gli inglesi abbiano sborsato 74 milioni di euro per l'acquisto del 24enne belga.

Kevin De Bruyne si è congedato dal Wolfsburg
Kevin De Bruyne si è congedato dal Wolfsburg ©AFP/Getty Images

Il nuovo acquisto del Manchester City, Kevin De Bruyne, è stato un colpo abbastanza costoso - circa 74 mln di euro - per le casse della società. Ma chi è il neo giocatore del Manchester City? De Bruyne è un calciatore che è maturato rapidamente nella sua relativamente breve carriera. Formatosi in Bundesliga, viene schierato dapprima come esterno, prima di accentrare il proprio raggio d'azione nella mediana del campo, esprimendosi al meglio anche nel ruolo di trequartista. Il 24enne belga è uno specialista del contropiede, ha tanti pregi e probabilmente un unico punto debole. Ecco cosa ha scoperto UEFA.com...

Punti di forza:
Capacità di creare occasioni

De Bruyne nella passata stagione con la maglia del Wolfsburg, oltre ad aver segnato dieci gol, ha messo lo zampino in 20 reti. La sua capacità di fare rendere al meglio i compagni di squadra, ha portato il Chelsea a prelevarlo dal Genk nel 2012 dopo 36 assist in 111 partite. A Londra tuttavia il belga non è mai riuscito a fare vedere tutto il suo potenziale. A differnza di tanti altri centrocampisti offensivi, De Bruyne non solo si dedica alla fase difensiva, ma è anche in grado di capire quando rischiare la giocata o meno.

Velocità e dribbling
Il City ha acquistato un'arma letale: le difese avversarie non dormiranno sonni tranquilli sapendo di dover affrontare un tandem composto da De Bruyne e Sergio Agüero. Il belga è in grado di cambiare rapidamente passo e la sua capacità di attirare su di sé tanti avversari, può creare enormi spazi ai compagni di squadra. In fase offensiva invece, quando gli avversari non sono ben piazzati, De Bruyne diviene un tornado in grado di stravolgere la partita.

Kevin De Bruyne è stato eleggo Giocatore dell'Anno in Germania nel 2014/15
Kevin De Bruyne è stato eleggo Giocatore dell'Anno in Germania nel 2014/15©Getty Images

Continuità
Nella passata stagione De Bruyne ha giocato 51 partite ufficiali e non è stato quasi mai sostituito (ha disputato 4.541 minuti sui 4.590 totali). Dal punto di vista fisico non ha mai risentito in stagione dei tanti impegni, sebbene il Wolfsburg abbia avuto un calendario abbastanza fitto, avendo partecipato a tre competizioni fino quasi al termine della stagione. La sua continuità è stata a dir poco strepitosa, e questo è uno dei motivi per cui il prezzo del suo cartellino è schizzato alle stelle.

Punti deboli:
Freddezza sotto porta

De Bruyne ha un buon piede e spesso entra nel tabellino dei marcatori, ma sicuramente potrebbe migliorare anche sotto quel punto di vista se fosse più freddo sotto porta. Senza andare troppo lontano, durante la partita di sabato in Bundesliga del Wolfsburg contro il Köln, De Bruyne nei minuti di recupero ha avuto una chiara occasione da gol presentandosi a tu per tu contro il portiere. Questo suo errore è costato tre punti al Wolfsburg.

Dicono di lui:
Dieter Hecking, allenatore Wolfsburg

"È un giocatore perfetto nella transizione tra difesa e attacco. Riesce a leggere prima le situazioni di gioco e gli avversari sono spesso in difficoltà contro di lui. È un fenomeno. Lo si può trovare in tutte le parti del campo, ma riesce anche a sparire e ricomparire al posto giusto nel momento giusto".

Marc Wilmots, allenatore Belgio
"Kevin rende al meglio quando i ritmi della gara sono molto alti, questo è il motivo del suo successo in Bundesliga. Non sono stato affatto sorpreso dalle sue prestazioni al Wolfsburg. Sapevo già di cosa fosse capace".

In alto