Fermo immagine: l'Ajax campione d'Europa nel 1995

L'Ajax ha vinto la sua ultima UEFA Champions League nel 1995. UEFA.com ricorda quella squadra che ha battuto il Milan a Vienna.

©UEFA.com

La qualificazione dell’Ajax in semifinale di UEFA Champions League riporta alla mente quella squadra di Louis van Gaal che nel 1995 è salita sul tetto d’Europa.

Nella finale di Vienna, un 18enne Patrick Kluivert è entrato dalla panchina per segnare all’84’ la rete della vittoria contro un’AC Milan che poteva vantare tra le proprie fila alcuni talenti assoluti come Paolo Maldini, Franco Baresi, Marcel Desailly e Zvonimir Boban. I ragazzi di quell’Ajax ‘ammazza-grandi’ sono poi diventati dei top player negli anni a venire, come vi racconta UEFA.com.

1. Clarence Seedorf
Il centrocampista ha lasciato l'Ajax nell’estate del 1995 e dopo una stagione alla Sampdoria è passato al Real Madrid, col quale ha vinto la sua seconda UEFA Champions League nel 1998. Nel 2000 è stato acquistato dall’Inter, e poi si è trasferito dai cugini rossoneri coi quali ha vinto un'altra Champions League nel 2003, diventando così il primo giocatore a conquistare il trofeo con tre squadre diverse. Nel 2007 ha aggiunto in bacheca un’altra Coppa dei Campioni battendo il Liverpool in finale, e dopo sette anni ha iniziato la carriera da allenatore. Oggi è il Ct del Camerun.

2. Frank Rijkaard
Il centrocampista difensivo ha chiuso una carriera ricca di successi col trionfo di Vienna ma in precedenza aveva vinto il trofeo due volte col Milan. Dopo il ritiro ha iniziato la carriera da allenatore e ha condotto l’Olanda in semifinale a UEFA EURO 2000, e nel 2003 è stato ingaggiato dall'FC Barcelona col quale ha vinto due titoli e la UEFA Champions League 2006. In seguito ha allenato Galatasaray e Arabia Saudita ma nel 2016 ha annunciato la fine della carriera da allenatore.

3. Frank de Boer
Giocatore dell'Ajax per 11 anni, il difensore dalla tecnica sopraffina è approdato al Barcellona insieme al gemello Ronald nel gennaio 1999. Dopo aver vinto un campionato in cinque anni al Camp Nou, ha vestito la maglia di Galatasaray, Rangers – ancora una volta con Ronald – e con i qatarioti dell’Al-Rayyan SC e Al-Shamal SC. Dopo oltre 100 presenze con gli Orange (112), Frank da allenatore ha guidato l’Ajax a quattro campionati consecutivi dal 2011 al 2014, stabilendo un record in Olanda. Oggi è l’allenatore dell’Atlanta United.

4. Patrick Kluivert
L’allora 18enne match-winner di Vienna è passato al Milan nel 1997 senza tuttavia lasciare il segno. Nel 1998, però, è stato acquistato dal Barcellona col quale si è rilanciato e ha segnato ben 90 gol in 181 partite. Ritiratosi nel 2008 il suo bilancio con gli Orange è di 40 gol in 79 partite – record imbattuto fino a quando Robin Van Persie non l’ha superato nel 2013. Il figlio Justin è attualmente un calciatore della Roma mentre Patrick è il vice di Seedorf nella panchina del Camerun.

5. Michael Reiziger
Il terzino prodotto del vivaio dell’Ajax ha lasciato i Lancieri per il Milan dopo la sconfitta contro la Juventus nella finale di UEFA Champions League del 1996. Nel 1997 dopo questa breve parentesi in Italia è passato al Barça col quale in sette stagioni ha vinto una Supercoppa UEFA, due Liga e la Copa del Rey. Dopo l’esperienza al Middlesbrough e al PSV Eindhoven, Reiziger ha iniziato la carriera da allenatore con lo Sparta Rotterdam e dal 2017 la sua esperienza è al servizio della formazione riserve dell’Ajax.

6. Danny Blind
Padre dell’attuale calciatore dell’Ajax, Daley Blind, l’ex centrale Danny è passato ai Lancieri nel 1986 dallo Sparta Rotterdam ed è rimasto ad Amsterdam fino al 1999 vincendo cinque campionati e quattro Coppe d’Olanda, oltre alla UEFA Champions League. Ha vestito 42 volte la maglia della nazionale e dopo il ritiro ha iniziato la carriera da allenatore. Blind è stato nominato vice commissario tecnico della nazionale nel 2012 dopo aver affinato le proprie capacità all’Ajax nel 2005/06. Blind ha poi guidato gli Orange dal 2015 al 2017 ma la sua esperienza non è stata felice perché l’Olanda non è riuscita a qualificarsi a UEFA EURO 2016.

7. Finidi George
In tre anni, l'esterno nigeriano ha vinto ben tre campionati e una UEFA Champions League con l'Ajax. Nel 1996 il giocatore è andato al Real Betis col quale in Liga ha segnato 38 gol in 130 presenze prima di trasferirsi al Mallorca. Nel 2001 si è accasato con l’Ipswich Town, in Premier League, col quale ha giocato sino al 2003 prima di tornare al Mallorca e ritirarsi nel 2004. Nel 2013 è tornato in Olanda per conseguire il patentino di allenatore ma ancora non ha esordito in questo nuovo ruolo.

8. Jari Litmanen
Considerato il calciatore finlandese più forte di tutti i tempi, Litmanen, è diventato un eroe nazionale ad Amsterdam nei sette anni all’Ajax col quale ha anche segnato un gol nella finale del 1996 contro la Juventus. Nel 1999 è passato al Barcellona e in seguito si è trasferito al Liverpool col quale ha vinto la Coppa UEFA nel 2001. Prima del ritiro a 40 anni, ha giocato in Finlandia dove ha vinto il suo unico campionato finlandese con l’HJK Helsinki nel 2011. A parte il lavoro di opinionista, è rimasto fuori dal mondo del calcio.

9. Marc Overmars
Acquistato dal Willem II, il rapidissimo esterno olandese ha giocato cinque stagioni all’Ajax prima di trasferirsi all’Arsenal nel 1997 col quale ha vinto campionato e coppa dodici mesi dopo. È diventato poi il calciatore olandese più costoso di sempre quando nel 2000 è stato pagato 25 milioni di euro dal Barcellona. Nei quattro anni al Camp Nou, tuttavia, gli infortuni lo hanno sempre tormentato. Tornato in patria al suo primo club, il Go Ahead Eagles, ne è diventato successivamente direttore tecnico mentre dal 2012 è il direttore sportivo dell’Ajax.

10. Edgar Davids
Famoso per i suoi occhialini, il roccioso centrocampista è stato acquistato dall’AC Milan nel 1996 ma è passato alla Juventus la stagione successiva. In sette anni a Torino, Davids ha vinto tre campionati e perso due finali di UEFA Champions League, e nel 2004 è passato in prestito al Barcellona di Rijkaard. Successivamente ha vestito le maglie di Inter e Tottenham, tornando per due anni all’Ajax. Ha chiuso la carriera nel campionato cadetto inglese al Barnet FC, di cui è stato giocatore-allenatore dal 2012 al 2014.

11. Edwin van der Sar
Appena 24enne ai tempi del trionfo con l'Ajax, Van der Sar è diventato il portiere più celebre dell'Olanda, con cui ha collezionato ben 130 presenze in 13 anni. Dopo aver vestito la maglia di Juventus e Fulham FC, nel 2005 è approdato al Manchester United FC, con cui ha vinto un'altra UEFA Champions League tre anni dopo. Van der Sar ha appeso i guanti al chiodo la sconfitta col Barcellona nella finale di UEFA Champions League del 2011 (terza finale persa). Nel 2013 è diventato il direttore marketing dell’Ajax e oggi fa parte del consiglio d’amministrazione del club.

12. Nwankwo Kanu
L’attaccante nigeriano ha giocato tre anni ad Amsterdam, guadagnandosi il trasferimento all’Inter poco dopo la vittoria in UEFA Champions League – ma i suoi tre anni in Italia sono stati condizionati da un problema al cuore che ne ha bloccato la carriera. L’Arsenal nel 1999 gli ha concesso una seconda chance ed è stato ripagato dalla vittoria di due Premier League e due FA Cup. Dopo aver lasciato la squadra di Arsène Wenger nel 2004, ha giocato per due stagioni al West Brom, quindi è passato al Portsmouth col quale ha segnato il gol della vittoria nella finale di FA Cup del 2008. Oggi gestisce una propria emittente televisiva in Nigeria.

13. Ronald de Boer
Ronald de Boer ha lasciato l'Ajax per il Barcellona nel 1999 dopo cinque titoli olandesi, vincendo la Liga nella sua stagione d'esordio. In seguito ha vinto altri titoli con i Rangers, giocando insieme a Frank de Boer per mezza stagione. Dopo 67 presenze e 13 gol con gli Orange, De Boer si è ritirato nel 2008 dopo aver raggiunto il fratello in Qatar. Allenatore delle giovanili dell’Ajax, l’olandese oggi lavora anche come commentatore televisivo.

Non ritratto

Louis van Gaal
Dopo la Champions League del 1995, il tecnico ha riportato l'Ajax in finale l'anno successivo. In seguito ha vinto due campionati in Spagna con il Barcellona, un altro titolo in Olanda con l'AZ Alkmaar (oltre ai tre con l’Ajax) e uno con l'FC Bayern München, con cui ha perso la finale di UEFA Champions League del 2010. Con l'Olanda non è riuscito a qualificarsi per i Mondiali del 2002, ma ha condotto gli Orange sino alla semifinale del 2014 prima di accettare l'offerta del Manchester United che ha guidato dal 2014 al 2016. Nel marzo 2019 ha confermato l’addio al calcio.

Contenuti simili...

Fermo immagine: Galatasaray - Arsenal
Fermo immagine: Benzema e Nasri stelle del 2004
Fermo immagine: Trezeguet piega il Real
Fermo immagine: il trionfo Chelsea del 2005

Fermo immagine: il successo del Benfica contro il Porto di Mourinho

Fermo immagine: il trionfo del Monaco contro il Real

Fermo immagine: il Barcellona zittisce il Bernabéu
Fermo immagine: Ronaldo e la standing ovation dell'Old Trafford
Fermo immagine: gli eroi di Istanbul

Fermo immagine: la Juve beffa il Werder

Fermo immagine: Batistuta regala lo Scudetto alla Roma
Fermo immagine: la storica rimonta dell'Ajax
Fermo immagine: l'Italia approda alla finale mondiale
Fermo immagine: il trionfo del Napoli di Maradona
Fermo immagine: il successo del Paris sul Barcellona

In alto