Fermo immagine: Trezeguet a segno a Madrid

La Juventus ha ottimi ricordi dell'ultima semifinale disputata contro il Real Madrid ma la storia poteva essere molto diversa senza questa azione. UEFA.com parla dei protagonisti.

©UEFA.com

David Trezeguet segna allo scadere del primo tempo al Santiago Bernabéu nella gara di andata della semifinale di UEFA Champions League del 2002/03. Si era messa male per la Juventus: Ronaldo aveva portato in vantaggio il Real Madrid CF, mentre i diffidati Mark Iuliano e Ciro Ferarra erano stati ammoniti.

Roberto Carlos regala la vittoria al Real nella gara di andata. Ma Trezeguet segna anche al 12' del ritorno. Le reti di Alessandro Del Piero e Pavel Nedvěd rendono inutile il gol di Zinédine Zidane nel finale e la Juve si qualifica per la finalissima.

1. Gianluca Zambrotta
Il terzino sinistro lascia la Juventus dopo sette stagioni nell'estate in cui vince i Mondiali FIFA del 2006 con l'Italia e passa all'FC Barcelona. Dopo due anni torna in Italia per giocare con l'AC Milan. Presidente onorario del Calcio Como 1907, suo primo club, Zambrotta attraversa la frontiera svizzera per passare all'FC Chiasso nel 2013. Dopo un po' diventa anche allenatore della squadra impegnata nel campionato cadetto elvetico e la guida alla salvezza. Recente, invece, l'addio al club.

2. Antonio Conte
Il centrocampista ha quasi 34 anni quando la Juve raggiunge la finale della UEFA Champions League e si ritira 12 mesi dopo. Colleziona 418 presenze in 13 stagioni con i bianconeri. Torna a Torino da allenatore nel 2011 dopo aver portato in Serie A AS Bari e AC Siena. Prende una squadra reduce da due settimi posti e la porta a vincere lo Scudetto senza sconfitte. Arrivano altri due scudetti - l'ultimo con il record di punti (102) - e poi la chiamata della nazionale.

Five great David Trezeguet goals
Five great David Trezeguet goals

3. David Trezeguet
L'attaccante segna 171 gol con i Bianconeri dal 2000, record del club per un gocatore non italiano. Nato in Francia, ma figlio del calciatore argentino Jorge Trezeguet, cresce a Buenos Aires prima di trasferirsi ad appena 16 anni all'AS Monaco FC. Con la Francia vince i Mondiali FIFA del 1998 e segna il golden gol della finale di UEFA EURO 2000 contro l'Italia. Prima di ritirarsi a gennaio, Trezeguet gioca in Spagna, Emirati Arabi Uniti, Argentina e India.

4. Iker Casillas
Casillas debutta con il Real a 16 anni e vince la UEFA Champions League quattro giorni dopo il suo 19esimo compleanno. Nel 2013, quando questa foto è stata scattata, era un veterano di 21 anni con il primo di cinque titoli spagnoli già in bacheca. E' capitano della Spagna che vince UEFA EURO 2008, Mondiali 2010 e UEFA EURO 2012 e colleziona oltre 160 presenze con la nazionale e 720 con il Real Madrid. Chi c'era tra i pali dall'altra parte nel 2003? Gianluigi Buffon.

Zinédine Zidane's final volley in 2002
Zinédine Zidane's final volley in 2002

5. Iván Helguera
Helguera arriva a Madrid dall'RCD Espanyol nel 1999 quando ha 24 anni. Resta al Bernabéu per otto anni collezionando 364 partite nonostante la politica dei 'Galácticos' che punta tutto sulle grandi stelle. Gioca dall'inizio le finali 2000 e 2002 di UEFA Champions League e vince tre volte la Liga. Helguera, 47 presenze con la nazionale spagnola, aiuta il Valencia CF a vincere la Copa del Rey nel 2008 ritirandosi lo stesso anno a 33 anni.

6. Roberto Carlos
Terzino brasiliano dal sinistro super, Roberto Carlos gioca oltre 500 partite con le Merengues dopo essere arrivato dall'FC Internazionale Milano. Lascia il Bernabéu nel 2007 per giocare in Turchia (Fenerbahçe SK), Brasile (SC Corinthians Paulista) e Russia (FC Anji Makhachkala) prima di diventare allenatore: inizia con un periodo difficile all'Anji, ma va meglio al Sivasspor e adesso allena l'Akhisar Belediyespor.

Fermo immagine: il Benfica batte il Porto di Mourinho
Fermo immagine: il Monaco batte il Real dei Galacticos

Fermo immagine: il Barcellona zittisce il Bernabéu
Fermo immagine: la standing ovation dell'Old Trafford per Ronaldo
Fermo immagine: gli eroi della finale di Istanbul

Fermo immagine: la Juve elimina il Werder

Fermo immagine: il gol scudetto di Batistuta
Fermo immagine: l'Ajax ribalta il 3-1 dell'andata
Fermo immagine: l'Italia raggiunge la finale mondiale
Fermo immagine: il 1989 e il Napoli di Maradona
Fermo immagine: il Paris supera l'invincibile Barcellona

In alto