Porto, pari prezioso

FC Basel 1893-FC Porto 1-1 Il Basilea colpisce a freddo con González, ma un rigore a undici minuti dalla fine di Danilo regala il pareggio ai Dragões, che conservano l'imbattibilità.

Il FC Porto pareggia in rimonta sul campo del FC Basel 1893 nell'andata degli ottavi e conserva l'imbattibilità stagionale
 L'attaccante paraguaiano Derlis González segna il terzo gol personale e dopo undici minuti porta in vantaggio i padroni di casa.
Al 79', riporta in equilibrio l'incontro il brasiliano Danilo, che trasforma un rigore concesso per fallo di mano di Walter Samuel
In tredici partite da giocatore o allenatore contro i Dragões, Paulo Sousa - tecnico degli svizzeri - ha vinto solo due volte
La partita di ritorno è in programma il 10 marzo all'Estádio do Dragão

Il FC Porto rimonta il FC Basel 1893 e conserva l’imbattibilità stagionale in UEFA Champions League. Al St. Jakob-Park, l’andata degli ottavi di finale tra i campioni di Svizzera e i Dragões finisce 1-1, un risultato che sorride soprattutto ai portoghesi, che con un rigore di Danilo a undici minuti dalla fine recuperano il gol del paraguaiano Derlis González.

Paulo Sousa, tecnico portoghese del Basilea, non riesce dunque a togliersi la soddisfazione di battere i suoi connazionali. I padroni di casa accarezzano a lungo il sogno di una vittoria di prestigio, grazie al vantaggio a freddo, ma la rete dal dischetto degli avversari a una manciata di minuti dalla fine arriva come una doccia gelata. Al Porto, nel ritorno in programma all’Estádio do Dragão il prossimo 10 marzo, basterà uno 0-0 per centrare i quarti.
 
Gli svizzeri colpiscono quasi subito, dopo appena undici minuti. Fabian Frei con un lancio precisissimo pesca González, che si infila tra i due centrali avversari e con una conclusione di destro in spaccata supera Fabiano in uscita: per il paraguaiano è il terzo gol in UEFA Champions League.

La squadra di Julen Lopetegui prova a riorganizzarsi, ha decisamente il sopravvento nel possesso palla ma fatica a creare pericoli alla retroguardia del Basilea, che aggredisce gli avversari e si difende con ordine. Casemiro, centrocampista brasiliano in prestito dal Real Madrid CF, ci prova due volte di testa senza impensierire il portiere ceco Tomáš Vaclík, che poi si distende bene e devia in corner il tiro da fuori area di Danilo.

Jackson Martínez fatica a trovare palloni giocabili, poi protesta per un contatto in area di rigore con Walter Samuel, ex difensore di AS Roma e FC Internazionale Milano, ma l’arbitro gli fa cenno di proseguire; prima dell’intervallo c’è spazio per la conclusione dell’algerino Yacine Brahimi, che Vaclík controlla agevolmente.

La ripresa si apre subito con un’emozione. Il portiere del Basilea respinge – non benissimo – il colpo di testa di Maicon, sul pallone vagante si fionda Casemiro che con una zampata pareggia: l’arbitro però, con la collaborazione dell’assistente, annulla il gol per il fuorigioco attivo di due attaccanti del Porto, Jackson Martínez e Iván Marcano. Gli ospiti però premono, Cristian Tello – in prestito dal FC Barcelona – entra in area e calcia, ma trova l’opposizione del numero 1 di casa.

Ancora più nitida la chance che capita qualche minuto dopo sui piedi di Jackson Martínez, che però calibra male il pallonetto e manda alto. Il messicano Héctor Herrera prova invece la soluzione da fuori area, senza grossi risultati. A undici minuti dalla fine, però, gli sforzi e gli attacchi del Porto sono premiati. Samuel si allunga in scivolata sul cross di Danilo e tocca con la mano: per l’arbitro è rigore, che lo stesso difensore brasiliano trasforma con un tiro preciso.

Finisce 1-1, un risultato che in vista del ritorno fa felice soprattutto il Porto; al Basilea, che recupererà Fabian Schär - questa sera squalificato - servirà una grande prestazione.

In alto