Obiettivo secondo turno

Questa sera si affrontano 20 squadre per proseguire il cammino nelle qualificazioni alla Champions.

Si chiude stasera il primo turno preliminare di UEFA Champions League con le gare di ritorno che vedranno impegnate 20 squadre.

Emozioni e colpi di scena
Cinque delle dieci gare in programma la scorsa settimana sono state vinte a sorpresa dalle squadre ospiti, mentre soltanto una è terminata in parità. Alla luce di questi risultati, potrebbero esserci diversi colpi di scena nelle gare di ritorno.

Le favorite
Al riparo da brutte sorprese dovrebbero essere infatti soltanto l’FC WIT Georgia, vittorioso 5-0 contro l’HB Tórshavn, e lo Skonto FC, 4-0 contro il Rhyl FC. Partiranno con i favori del pronostico anche il KF Tirana, l’FC Pyunik, l’NK Gorica e l’FBK Kaunas.

Corsari all’andata
Gli albanesi del Tirana, campioni nazionali in carica, hanno battuto 2-0 in trasferta i bielorussi dell’FC Gomel. Gli armeni del Pyunik partono dal successo esterno per 3-1 contro i macedoni dell’FK Pobeda. I campioni di Lituania del Kaunas affronteranno i maltesi dello Sliema Wanderers FC forti del 2-0 conquistato all’andata. Il tecnico Šenderis Giršovičius ha però ammonito: "Non possiamo pensare di aver già passato il turno. La qualificazione dobbiamo ancora guadagnarcela".

Žutautas assente
Giršovičius dovrà fare a meno dell’infortunato Darius Žutautas, autore del primo gol della Champions League edizione 2004/05. Tra i lituani sarà assente anche il difensore Darius Regelskis, mentre è in dubbio la presenza del centrocampista Giedrius Barevičius.

Sliema con gli uomini contati
Lo Sliema avrà a disposizione soltanto 15 giocatori per le assenze del capitano Noel Turner, Carlo Mamo e Joseph Farrugia. "Mi dispiace molto non poterci essere – ha detto Turner -. All’andata non abbiamo giocato affatto bene”. Per il 23enne attaccante Michael Mifsud, vicino al trasferimento con i norvegesi del Lillestrøm SK, potrebbe essere l’ultima partita con la maglia dello Sliema.

Sfida incerta
Una delle sfide che si preannuncia più equilibrata si giocherà stasera in Azerbaigian, dove il PFC Neftchi ospiterà i bosniaci dell’NK Široki Brijeg, vittoriosi all’andata per 2-1. Ivo Istuk, tecnico dello Široki Brijeg, non si avventura in pronostici prima della partita. "Affrontiamo una squadra molto forte – ha detto -. Ce la giochiamo alla pari".

Massima concentrazione
All’insegna dell’equilibrio sarà anche la sfida tra i finlandesi dell’HJK Helsinki e i nord-irlandesi del Linfield FC. La formazione di Helsinki partirà dal successo per 1-0 colto all’andata in trasferta. Il tecnico Keith Armstrong invita però la squadra alla massima concentrazione. "Se il Linfield dovesse segnare il primo gol, il vantaggio sarebbe a quel punto tutto dalla loro parte – ha detto -. Dobbiamo farci trovare preparati mentalmente e psicologicamente”.

Sfida tutta da giocare
Shelbourne FC e KR Reykjavík, dopo il 2-2 dell’andata in Islanda, si giocheranno la qualificazione nella Repubblica d’Irlanda, mentre i moldavi dell’FC Sheriff dovranno difendere in trasferta il 2-0 dell’andata contro i lussemburghesi dell’AS Jeunesse Esch.

Lutto per il Flora
La sfida tra gli sloveni del Gorica e gli estoni dell’FC Flora (vittorioso 4-2 all’andata), in programma a Nova Gorica, è stata invece offuscata dalla tragedia che ha colpito la formazione estone. Il club ha infatti diffuso ieri la notizia della morte dell’allenatore dei portieri Valdemaras Martinkenas, ex portiere della Lituania, annegato ieri mentre nuotava in un fiume sloveno.

In alto