Il Dortmund ha bisogno di un miracolo Real

Battuto due volte a Dortmund la scorsa stagione, il Real Madrid torna in Germania forte del 3-0 dell'andata e solo una clamorosa rimonta gli può negare la quarta semifinale consecutiva di UEFA Champions League.

Battuto due volte a Dortmund la scorsa stagione, il Real Madrid CF torna in Germania per completare il quarto di finale: ma questa volta servirà una clamorosa rimonta per impedire alle merengues la quarta semifinali consecutiva di UEFA Champions League.

• I nove volte campioni d'Europa si sono imposti 3-0 nell'andata al Santiago Bernabéu, e si qualificherebbero anche in caso di un'eventuale sconfitta 4-1, come la passata stagione, contro il Dortmund. Con il gol dell'andata - il 14esimo in questa edizione del torneo - Cristiano Ronaldo ha equagliato il record di marcature in una singola stagione di UEFA Champions League, agganciando José Altafini (1962/63) e Lionel Messi (2011/12).

Precedenti
• Le due squadre di sono affrontate quattro volte nel 2012/13. Il Borussia si è imposto 2-1 in casa nella fase a gironi, con gol di Robert Lewandowski e Marcel Schmelzer a cavallo della rete di Cristiano Ronaldo. In Spagna, il Borussia è andato due volte in vantaggio con una rete di Marco Reus e un autogol di Álvaro Arbeloa, ma il Real Madrid l'ha ripreso con Pepe e Mesut Özil. Alla fine, però, è stata la squadra tedesca a vincere il girone con tre punti di vantaggio.

• Le due formazioni si sono incontrate di nuovo in semifinale e il Borussia ha avuto ancora la meglio. Nella gara d'andata in Germania, ha vinto 4-1 con un poker di Lewandowski (prima volta in una semifinale di Coppa dei Campioni). Al ritorno, Karim Benzema (83') e Sergio Ramos (88') hanno acceso il finale, ma il Borussia ha resistito e si è qualificato per la finale di Wembley, poi persa 2-1 contro l'FC Bayern München.

• Le formazioni della semifinale di andata a Dortmund (24 aprile 2013):
Dortmund: Weidenfeller, Piszczek (Grosskreutz 83'), Subotić, Hummels, Schmelzer, Błaszczykowski (Kehl 82'), Bender, Gündoğan (Schieber 90'), Götze, Reus, Lewandowski.
Madrid: López, Pepe, Varane, Ramos, Coentrão, Alonso (Kaká 80'), Khedira, Modrić (Di Maria 68'), Ronaldo, Özil, Higuaín (Benzema 68').

• Il Real può trarre ispirazione dalle semifinali 1997/98, quando uno 0-0 a Dortmund dopo il 2-0 dell'andata (gol di Fernando Morientes e Christian Karembeu) aveva regalato un 2-0 complessivo nel cammino verso la conquista del trofeo.

• Le formazioni a Dortmund il 15 aprile 1998:
Dortmund: Klos, Heinrich, Binz, Kree (Zorc 12'), Reuter, Möller, But, Tanko (Decheiver 71'), Ricken (Timm 76'), Chapuisat, Feiersinger.
Real: Illgner, Panucci, Hierro, Sanz, Roberto Carlos, Karembeu, Redondo, Seedorf (Guti 88'), Amavisca, Raúl (Jaime 74'), Morientes (Víctor 88').

• Michael Zorc, attuale direttore sportivo del Dortmund, e il coordinatore del settore giovanile Lars Ricken hanno giocato entrambe le gare per la squadra allora allenata da Nevio Scala.

• Le squadre si sono affrontate anche nella seconda fase a gironi 2002/03 e la sfida a Dortmund è terminata 1-1, con gol nel recupero di Javier Portillo dopo una rete di Jan Koller nel primo tempo. Una settimana prima, il Real aveva vinto 2-1 in casa (reti di Koller, Raúl González e Ronaldo). La squadra spagnola si è piazzata seconda con una lunghezza di vantaggio sul Borussia.

• Rispetto alla doppia sfida del 2002/03, Sebastian Kehl e l'allora portiere di riserva Roman Weidenfeller militano ancora nel Borussia, al pari di Iker Casillas nelle file del Real Madrid.

Storia della partita
• Il Borussia ha raggiunto i quarti di finale per la seconda volta consecutiva grazie a un 5-4 complessivo sull'FC Zenit (vittoria esterna per 4-2 e sconfitta interna per 2-1). La sconfitta a Dortmund è stata la seconda in casa in questa Champions League dopo quella per 1-0 contro l'Arsenal FC nella fase a gironi, nonostante le vittorie contro Olympique de Marseille e SSC Napoli.

• Nei quarti di finale della scorsa stagione, il Borussia Dortmund ha vinto 3-2 in casa contro il Malága CF dopo una gara d'andata senza reti. Isco ha giocato entrambe le partite con la squadra spagnola.

• Il bilancio casalingo del Borussia contro le squadre spagnole è di sei vittorie, tre pareggi e due sconfitte, per un totale di cinque qualificazioni e due eliminazioni.

• Il Real Madrid nove volte campione d'Europa è ai quarti di finale per la quarta stagione consecutiva. Nelle tre stagioni precedenti è sempre uscito in semifinale.

• Ai quarti della scorsa stagione, il Real ha battuto il Galatasaray AŞ in casa per 3-0 con reti di Cristiano Ronaldo, Karim Benzema e Gonzalo Higuaín. La successiva sconfitta per 3-2 Istanbul (con doppietta di Ronaldo) non gli ha impedito di arrivare in semifinale per la 24esima volta, un record.

• Il Real Madrid ha segnato in tutte le 22 le partite esterne di UEFA Champions League dopo aver perso 1-0 sul campo dell'Olympique Lyonnais agli ottavi del 2009/10 (sconfitta complessiva per 2-1). Nello stesso periodo ha subito appena tre sconfitte, tre delle quali in Germania.

• Vincendo la gara d'andata degli ottavi contro l'FC Schalke 04 per 6-1 (doppiette di Benzema, Gareth Bale e Ronaldo), il Real è diventato la prima squadra a segnare sei gol in trasferta nella fase a eliminazione diretta di UEFA Champions League. Il secondo successo del Real in Germania al 26esimo tentativo ha aperto la strada a un trionfo con un risultato totale di 9-2.

• Ronaldo ha messo a segno nove gol nella fase a gironi (nuovo record nella competizione) iniziando con la tripletta nel 6-1 contro il Galatasaray. La sua squadra ha anche vinto 2-0 sul campo dell'FC København e ha pareggiato 2-2 in casa della Juventus, arrivando prima nel Gruppo B con nove punti di distacco.

• Le merengues hanno vinto la Coppa dei Campioni 1959 in Germania, battendo lo Stade de Reims per 2-0 al Neckarstadion di Stoccarda, e hanno battuto tre squadre tedesche nelle finali europee: Eintracht Frankfurt (7-3, Coppa dei Campioni 1960), Bayer 04 Leverkusen (2-1, UEFA Champions League 2002) e FC Köln (5-3 complessivo, Coppa UEFA 1986).

• Il bilancio del Real contro le squadre tedesche nelle competizioni UEFA è di 12 qualificazioni e otto eliminazioni.

• Sommando la carriera da giocatore a quella da allenatore, Ancelotti ha vinto la competizione quattro volte. Il suo bilancio contro le squadre tedesche nelle gare a eliminazione diretta è di cinque vittorie, un pareggio e quattro sconfitte.

• Il Real Madrid si è qualificato in 42 delle 55 sfide in cui ha vinto la gara di andata in casa. Ha superato il turno in tutte e otto le occasioni in cui ha vinto 3-0 all'andata, la più recente contro il Galatasaray nei quarti della passata stagione. Il più ampio vantaggio rimontato dagli avversari ai danni del Real è di due reti, accaduto in sette occasioni.

• Il Dortmund ha vinto otto delle 13 sfide in competizioni UEFA dopo aver perso l'andata in trasferta. Tre volte sono riusciti a rimontare un margine di 2-0. 

• Bilancio del Dortmund ai calci di rigore nelle competizioni UEFA:
3-1 vs Rangers FC, terzo turno di Coppa UEFA 1999/00
6-5 vs AJ Auxerre, semifinali di Coppa UEFA 1992/93

• Bilancio del Real ai calci di rigore nelle competizioni UEFA:
1-3 vs FC Bayern München, semifinali di UEFA Champions League 2011/12
3-1 vs Juventus, secondo turno di Coppa dei Campioni 1986/87
5-6 vs FK Crvena zvezda, quarti di finale di Coppa delle Coppe 1974/75

Incroci
• Nuri Şahin ha giocato dieci partite con il Real Madrid nel 2011/12 – quattro in UEFA Champions League – dopo il trasferimento dal Borussia. E' ritornato al Borussia a gennaio 2013 in prestito per 18 mesi, dopo avere trascorso la prima parte della stagione al Liverpool FC.

• Quando era al Bayer 04 Leverkusen la scorsa stagione, Daniel Carvajal ha perso contro il Borussia  3-0 fuori casa e 3-2 in casa.

• I tedeschi Schmelzer, Mats Hummels, İlkay Gündoğan, Sven Bender, Kevin Grosskreutz e Reus sono compagni di nazionale dell'infortunato Sami Khedira.

• Tutti tranne Bender e Grosskreutz hanno partecipato alla sconfitta della Germania in amichevole per 3-1 contro l'Argentina a agosto 2013. Khedira (autogol) e Ángel Di María hanno firmato le reti dell'Argentina.

• Khedira ha segnato il gol-partita nel successo della Germania per 2-1 in amichevole a Parigi a febbraio 2013. Anche Hummels e Gündoğan figuravano nelle file tedesche, mentre Benzema era in campo con la Francia.

• Hummels ha preso parte alla vittoria della Germania per 1-0 nella fase a gironi di UEFA EURO 2012 a Leopoli contro il Portogallo, nelle cui file militavano Pepe, Fábio Coentrão e Ronaldo.

• Neven Subotić era in campo con la Serbia sconfitta 2-0 dalla Croazia di Luka Modrić nella gara di qualificazione del Mondiale FIFA a Zagabria a marzo 2013. Stesso punteggio nella sconfitta in amichevole giocata a maggio 2012 a San Gallo contro la Spagna, nelle cui file figuravano Casillas, Sergio Ramos, Xabi Alonso e Raúl Albiol.

• Jakub Błaszczykowski e Lewandowski hanno perso con la Polonia 6-0 contro la Spagna a Murcia a giugno 2010, con Alonso autore di una doppietta.

• Khedira ha vinto il titolo di Bundesliga nel 2006/07 con il VfB Stuttgart.

In alto