La storia finora: AC Milan

Nonostante un rendimento altalenante in Serie A, il Milan ha compiuto il suo dovere in Europa, superando il Gruppo H e restando l'unica squadra italiana in corsa nella competizione.

Mario Balotelli fondamentale per il Milan
Mario Balotelli fondamentale per il Milan ©AFP/Getty Images

Dopo aver affrontato l'FC Barcelona sei volte nelle due precedenti stagioni, per l'AC Milan non è stata una sorpresa incrociare ancora una volta nel proprio cammino i campioni di Spagna, in un girone che comprendeva anche Celtic FC e AFC Ajax. I Rossoneri hanno perso una sola volta, in trasferta contro il Barça, e dopo aver centrato il secondo posto dietro la squadra di Gerardo Martino gli uomini di Massimiliano Allegri saranno quantomeno certi di evitare i Blaugrana agli ottavi come invece era successo la scorsa stagione.

La storia finora
Club italiano di maggior successo nella competizione, i sette volte vincitori del Milan hanno faticato in Serie A ma si sono riscattati in Europa. La squadra di Massimiliano Allegri ha iniziato il suo cammino con una vittoria casalinga per 2-0 contro il Celtic prima di pareggiare due sfide per 1-1 contro Ajax e Barça.

Battuti 3-1 alla quarta giornata al Camp Nou, i Rossoneri hanno superato 3-0 il Celtic a Glasgow, ispirati da uno straordinario Kaká. Un risultato che ha permesso al Milan di potersi accontentare di un punto in casa contro l'Ajax nella giornata conclusiva: non è stata però una passeggiata visto che i Rossoneri hanno dovuto giocare in dieci per quasi 70 minuti dopo l'espulsione di Riccardo Montolivo al 22'.

Momento chiave
Con il Barcellona indiscusso favorito del raggruppamento, la corsa per il secondo posto era aperta. Il Milan è partito in quinta superando il Celtic ma sembrava crollare ad Amsterdam nella gara successiva quando Stefano Denswil ha segnato al 90' per i padroni di casa. Ma la rete su calcio di rigore nei minuti di recupero di Mario Balotelli ha ristabilito la parità. Proprio un punto ha separato le due squadre dopo la sesta giornata.

Giocatore chiave
La vena realizzativa di Balotelli - 12 gol in 13 partite di Serie A dal suo arrivo dal Manchester City FC lo scorso gennaio - è stata una delle principali ragioni per cui i rossoneri stanno giocando Europa. L'attaccante azzurro ha segnato due gol nella fase a gironi ma è stata la prova di sacrificio del 23enne nella giornata finale a spiccare su tutte. "E' stato grande - ha commentato il difensore Daniele Bonera -. Ha capito il momento e si è sacrificato per il bene della squadra".

Astro nascente
"La mia stagione parte ora", dichiarava il terzino del Milan Mattia De Sciglio prima della sfida contro l'Ajax, e il 21enne ha offerto un notevole contributo. A lungo ai box per infortunio, De Sciglio aveva raccolto la sua unica presenza nella competizione in occasione del ritorno degli spareggi contro il PSV Eindhoven (vittoria per 3-0). I Rossoneri potrebbero rinforzarsi nella sessione di mercato invernale, ma un De Sciglio in piena forma potrebbe rivelarsi il miglior 'acquisto' per il Milan di Allegri. 

Numero
Tra le 16 squadre che si sono qualificate nella fase a eliminazione diretta, solo FC Zenit e FC Schalke 04 hanno segnato meno gol degli otto realizzati dal Milan. L'ottavo - siglato da Balotelli a Celtic Park - è però molto importante essendo il 600esimo del club nelle competizioni UEFA.  

Dichiarazione
"Il Milan è la mia casa. Avevo bisogno di tornare per riscoprire la gioia di giocare a calcio. Il gruppo è fondamentale. Con i grandi campioni si vincono le partite; con un grande gruppo si vincono i trofei". 
Le parole di Kaká, uno dei leader della squadra rossonera, dopo il suo ritorno dal Real Madrid CF

Prossimo avversario: Club Atlético de Madrid
(In casa: febbraio, in trasferta: 11 marzo)
Dopo aver superato un girone che conteneva il Barcellona, capolista nella Liga, la squadra di Allegri dovrà vedersela con un'altra formazione spagnola. L'Atlético di Diego Simeone ha vinto il Gruppo G in scioltezza, perdendo punti solo nell'1-1 contro lo Zenit della Giornata 5 e subendo appena tre reti. Le due squadre si sfideranno per la prima volta nelle competizioni UEFA per club e i maggiori pericoli per il Milan potrebbero arrivare da Diego Costa, a segno quattro volte in tre gare della fase a gironi e molto prolifico anche in campionato.

In alto