I più giovani della UEFA Champions League

Céléstine Babayaro aveva solo 16 anni e 87 giorni quando ha esordito in UEFA Champions League il 23 novembre 1994. Vi presentiamo i calciatori più giovani di sempre nella massima competizione europea per club.

©Getty Images

Una delle gioie più belle della UEFA Champions League è vedere i giovani talenti muovere i primi passi nel grande calcio. UEFA.com celebra i più giovani calciatori di sempre nella massima competizione europea per club.

Céléstine Babayaro (16 anni e 87 giorni)
Anderlecht 1-1 Steaua, 23 novembre 1994

Il terzino sinistro nigeriano, che ora ha 35 anni, è diventato il giocatore più giovane in Champions League scendendo in campo dall'inizio nell'1-1 tra Anderlecht ed FC Steaua Bucureşti nella fase a gironi del 1994/95. 37 minuti dopo, però, ha anche conquistato un record meno onorevole, quello di espulso più giovane di tutti i tempi. Nel 1997, Babayaro è passato al Chelsea FC, con cui ha vinto una Coppa delle Coppe UEFA e una FA Cup.

len Halilović (16 anni e 128 giorni)
Dinamo Zagreb 0-2 Paris Saint-Germain, 24 ottobre 2012

La GNK Dinamo Zagreb era in svantaggio per 2-0 contro il Paris Saint-Germain FC e Halilović è entrato in campo negli ultimi cinque minuti di recupero. Indicato come il talento più promettente dei tempi di Luka Modrić, Halilović era diventato il più giovane marcatore nella storia della Prva Liga due settimane prima. In attesa della sua consacrazione, il 22enne si è trasferito in estate al Milan.

Youri Tielemans (16 anni e 148 giorni)
Anderlecht 0-3 Olympiacos, 2 ottobre 2013

Tielemans è stato notato dall’Anderlecht a soli cinque anni e ha scalato velocemente le varie categorie fino a esordire UEFA Champions League nella gara persa contro l’Olympiacos. Il centrocampista ha capitanato il club in occasione del suo 20º compleanno ed è passato al Monaco nel 2017, raggiungendo la semifinale di Coppa del Mondo FIFA con il Belgio nel 2018.

Charis Mavrias (16 anni e 242 giorni)
Panathinaikos 0-0 Rubin Kazan, 20 ottobre 2010

Nikos Nioplias si è affidato a Mavrias a 12 minuti dalla fine della gara della fase a gironi 2011/12 tra Panathinaikos FC e FC Rubin Kazan per cercare di vincere la partita. Il centrocampista non ha avuto un esordio da sogno, ma si è goduto l'esperienza. In seguito, Mavrias è diventato il più giovane marcatore europeo del club nonché il più giovane realizzatore nel derby contro l'Olympiacos. Ancora 24enne, Mavrias ha firmato per l'Hibernian dal Rijeka a inizio mese. 

Kenneth Zohore (16 anni e 263 giorni)
Barcelona 2-0 København, 20 ottobre 2010

Parente alla lontana di Didier Drogba, Zohore ha esordito in UEFA Champions League lo stesso giorno di Mavrias – nel tempio del Camp Nou. L’attaccante ha lasciato il Copenaghen per la Fiorentina nel 2012 ma ha giocato per lo più in prestito, trovando stabilità solo al Cardiff City nel 2016. La scorsa stagione, i suoi nove gol in campionato hanno permesso alla squadra gallese di tornare in Premier League.

Marcatore più giovane: Peter Ofori-Quaye (17 anni e 195 giorni)
Rosenborg 5-1 Olympiacos, 1 ottobre 1997

Nove minuti dopo l'ingresso in campo, l'attaccante ghanese ha firmato il gol della bandiera dell'Olympiacos FC nella sconfitta per 5-1 contro il Rosenborg BK nella fase a gironi 1997/98. I suoi gol nella prima stagione in Grecia hanno attirato l'attenzione di molti osservatori internazionali, ma un infortunio al ginocchio ne ha frenato l'ascesa, sebbene abbia cercato di rilanciare la carriera in Israele e a Cipro. Ha chiuso la sua carriera in Ghana.

In alto