Di Matteo al settimo cielo

Il tecnico del Chelsea è soddisfatto per l'1-0 sul campo del Benfica, mentre il collega Jorge Jesus considera la sconfitta ingiusta e sfortunata.

Petr Čech applaude i tifosi del Chelsea
Petr Čech applaude i tifosi del Chelsea ©AFP/Getty Images

Jorge Jesus, tecnico del Benfica
È stata una bella partita, come previsto. Il Chelsea è una squadra forte e ha molta esperienza in Europa. Abbiamo dominato per quasi tutta la gara e creato più occasioni, ma la fortuna non è stata dalla nostra parte. Abbiamo giocato con intelligenza, senza permettere al Chelsea di creare molto. Non penso che meritassimo di perdere, ma manca ancora una partita e abbiamo le qualità per segnare a Londra.

Roberto Di Matteo, tecnico del Chelsea
È bellissimo, non poteva andare meglio. Chiudere la gara senza subire gol è un vantaggio, ma devo dire che stasera abbiamo giocato molto bene in difesa. Prima della partita il nostro obiettivo era segnare e ci siamo andati vicini in varie occasioni. Sono molto contento per Paulo Ferreira: è rientrato dopo una lunga assenza e ha giocato un'ottima partita.

Per 90 minuti abbiamo corso e lottato ed è stato importante, perché sapevamo che loro avrebbero giocato ad alto ritmo. Era fondamentale scegliere una squadra che avesse le energie per essere competitiva. In difesa non siamo mai stati in pericolo: a parte qualche azione, Petr [Čech] ha parato poco, per lo più su tiri dalla distanza.

Sappiamo tutti come il calcio: non è ancora finita e mancano 90 minuti. Era da un po' di tempo che loro non perdevano in casa e questo dà un valore aggiunto alla nostra prestazione.

In alto