Il sito ufficiale del calcio europeo

Touré applaude Mancini

Pubblicato: Giovedì, 3 novembre 2011, 8.13CET
Dopo una doppietta da attaccante vero nel 3-0 sul Villarreal, Yaya Touré attribuisce i meriti tattici all'allenatore e si gode il secondo posto del Manchester City nel Gruppo A.
di Graham Hunter
da Villarreal
Touré applaude Mancini
Yaya Touré ©Getty Images
 
 
Pubblicato: Giovedì, 3 novembre 2011, 8.13CET

Touré applaude Mancini

Dopo una doppietta da attaccante vero nel 3-0 sul Villarreal, Yaya Touré attribuisce i meriti tattici all'allenatore e si gode il secondo posto del Manchester City nel Gruppo A.

Con un 3-0 sul campo del Villarreal CF, il Manchester City FC si è portato al secondo posto nel Gruppo A di UEFA Champions League, superando anche i 50 gol segnati in 17 partite ufficiali della stagione.

Solo per questo, la squadra di Roberto Mancini appare molto temibile. Inoltre, il fatto che le reti numero 49 e 51 siano state segnate da un difensore, Yaya Touré, indica la portata offensiva della squadra inglese. Dopo il gol su rigore di Mario Balotelli al 45', l'ex FC Barcelona ha chiuso la partita dimostrando qualità da attaccante vero.

Analizzando le reti con UEFA.com, il miglior giocatore Player Rater è soddisfatto, ma attribuisce i meriti tattici a Mancini e applaude la tenacia del Villarreal. "Ho segnato perché il mister mi ha detto di spingermi in avanti - spiega il giocatore -. Per questo è stata una partita strana. I primi dieci minuti sono stati difficili, perché il Villarreal sa far circolare bene la palla".

"Poi ho segnato e tutto è andato bene. È fondamentale mantenere questa serie di risultati, perché vincere la Premier League e la Champions League sarà molto difficile".

Forse, qualcuno penserà che il City esageri a parlare di double nella stagione d'esordio nella massima competizione europea, ma Touré, che con il Barça ha vinto UEFA Champions League, Liga e Coppa del Re, sa capire quando una squadra ha le carte giuste.

"Quest'anno c'è stato un salto di qualità - conferma -. L'arrivo di giocatori importanti come Samir Nasri e Sergio Aguëro è stato decisivo, ma ce ne sono anche altri come Edin Džeko e David Silva in gran condizione. La stagione prosegue meravigliosamente e sono convinto che possiamo vincere altri trofei".

Sull'altro fronte, Jonathan De Guzmán è stato uno dei pochi titolari disponibili per il tecnico Juan Carlos Garrido, costretto a rieinventare la formazione per via degli infortuni. Il nazionale olandese Under 21 ritiene che il Villarreal abbia perso contro una squadra che può tranquillamente aspirare al successo finale.

"Il City è un'ottima squadra ed è molto creativo, specialmente a metà campo - spiega De Guzmán a UEFA.com -. Inoltre è in testa al campionato, quindi ha buone possibilità di vincere. Noi abbiamo perso la gara per via di alcuni errori, mentre loro hanno sfruttato tutti i contropiede. In ogni caso, abbiamo fatto bene specialmente nel primo tempo, ma i due gol ci hanno demoralizzato".

La sconfitta mette fine alle speranze del Villarreal di restare in UEFA Champions League, ma il Sottomarino Giallo dovrà vincere a Monaco e quindi in casa contro l'SSC Napoli anche solo per andare in UEFA Europa League. "È stato tutto difficile per noi, e specialmente per me, perché sono arrivato da poco - conclude De Guzmán -. Speriamo che prima o poi la fortuna sia dalla nostra parte e che ci sia una svolta".

Ultimo aggiornamento: 03/11/11 14.14CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre
Partita collegata

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1711099.html#toure+applaude+mancini