Il sito ufficiale del calcio europeo

Trabzonspor incubo Inter

Pubblicato: Mercoledì, 14 settembre 2011, 23.00CET
FC Internazionale Milano - Trabzonspor AŞ 0-1
Inizia con una sconfitta in casa contro i turchi il cammino della squadra di Gasperini nel Gruppo B.
di Paolo Menicucci
da Stadio Giuseppe Meazza
 
 
Pubblicato: Mercoledì, 14 settembre 2011, 23.00CET

Trabzonspor incubo Inter

FC Internazionale Milano - Trabzonspor AŞ 0-1
Inizia con una sconfitta in casa contro i turchi il cammino della squadra di Gasperini nel Gruppo B.

Un gol nella ripresa di Ondřej Čelůstka permette al Trabzonspor AŞ di centrare un clamoroso successo in casa dell'FC Internazionale Milano. Dopo la sconfitta nella Supercoppa italiana e quella di Palermo in campionato, i Nerazzurri partono male anche in UEFA Champions League.

Gian Piero Gasperini mette nel cassetto la difesa a tre e passa al 4-3-3 con Wesley Sneijder - partito dalla panchina in Sicilia - largo a sinistra e Mauro Zárate dall'altra parte a sostenere Giampaolo Pazzini in attacco. In difesa la coppia centrale è formata da Andrea Ranocchia e Lúcio, mentre a sinistra trova spazio Yuto Nagatomo con capitan Javier Zanetti che torna a centrocampo insieme a Esteban Cambiasso e Joel Obi.

La squadra turca resta ben abbottonata, mentre l'Inter gira palla troppo lentamente per trovare spazi. I primi 25 minuti scorrono così lenti senza emozioni. Sneijder fa fatica a trovare la posizione ideale e Gasperini decide ridisegnare il triangolo d'attacco con l'olandese che si piazza alle spalle di Pazzini e Zárate. Proprio l'argentino scivola sul più bello non riuscendo a capitalizzare una bella giocata di Obi a sinistra.

Come era già successo al primo minuto, Sneijder ha a disposizione una punizione dalla sua 'piastrella' alla mezz'ora ma anche questa volta il tiro dell'olandese è sfiorato dalla barriera turca e supera la traversa. L'Inter comincia però ad ingranare. Tolga Zengin devia in corner la conclusione sul primo palo di Zárate. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Pazzini non trova la girata di sinistro da due passi. Poi Sneijder pesca un bel taglio di Zarate, ma l'argentino si fa ribattere la conclusione da Zengin in uscita. Il primo tempo si chiude con una staffilata al volo di Cambiasso che però non trova la porta.

Il Trabzonspor prova ad alzare il baricentro a inizio ripresa, soprattutto grazie alle giocate di Gustavo Colman, regista argentino che al pallone dà del tu. Gasperini decide così di cambiare: fuori Pazzini e Obi, dentro Ricardo Álvarez e Diego Milito. Si torna al 4-2-3-1 tanto caro all'Inter negli ultimi anni. E' però il Trabzonspor a rendersi subito pericoloso con un gran tiro da fuori di Alanzinho che non passa lontano dall'incrocio. Dall'altra parte Zárate salta netto il suo controllore ma non riesce ad imprimere forza al destro da buona posizione.

L'Inter sembra giocare subito meglio con il nuovo modulo: Cambiasso serve un pallone d'oro a Milito, ma el principe si fa respingere la conclusione a botta sicura da Zengin. Poco dopo è ancora Milito a sfiorare il vantaggio con un colpo di testa che non centra il bersaglio sul perfetto cross dalla destra di Zanetti.

Proprio quando il gol sembra maturo per l'Inter, è il Trabzonspor a passare in vantaggio. La prima conclusione di Halil Altıntop si stampa sulla traversa, Jonathan non riesce a liberare e sul pallone vagante si avventa Čelůstka, che in scivolata di sinistro pesca l'angolino lontano.

Gasperini ci prova anche con Coutinho e proprio il brasiliano va vicino al pareggio allo scadere su splendido passaggio smarcante di Sneijder, ma Zengin si supera sul tiro secco del giovane centrocampista. A San Siro finisce con un risultato che in pochi si sarebbero aspettati alla vigilia: Inter 0, Trabzonspor 1.

Ultimo aggiornamento: 26/09/14 5.16CET

Informazioni collegate

Profili giocatori
Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/season=2012/matches/round=2000263/match=2007580/postmatch/report/index.html#trabzonspor+incubo+inter