Gruppo B tra equilibrio e incertezza

Lione e Benfica sono le squadre più blasonate del girone, ma anche lo Schalke 04 di Raúl e l'esordiente Hapoel Tel-Aviv proveranno a dire la loro.

Il Benfica ha eliminato il Marsiglia a marzo
Il Benfica ha eliminato il Marsiglia a marzo ©Getty Images

Nel Gruppo B, l'Hapoel Tel-Aviv FC può aspettarsi un duro esordio nella fase a gironi di UEFA Champions League dopo un sorteggio che lo oppone a Olympique Lyonnais (semifinalista lo scorso anno), SL Benfica ed FC Schalke 04.

Il girone è formato dai campioni d'Israele e Portogallo e dalle seconde classificate in Francia e Germania. L'unica ex vincitrice del torneo è il Benfica, vincitore della Coppa dei Campioni nel 1960/61 e 1961/62. I    portoghesi affronteranno il Lione sperando di ripetere il successo contro i connazionali dell'Olympique de Marseille, battuti 2-1 fuori casa agli ottavi di UEFA Europa League a marzo.

Bernard Lacombe, consigliere del Lione
L'avversaria che temo di più è il Benfica. Ha giocato molto bene contro il Marsiglia, soprattutto fuori casa. È una buona squadra e gioca un ottimo calcio. Lo Schalke, oltre a essere una buona formazzzione, ha uno stadio fantastico, che ha ispirato la costruzione del nostro prossimo impianto. Raúl González l'abbiamo già affrontato e battuto [quando militava al Real Madrid CF] e spero che la storia si ripeta L'Hapoel arriva da un paese dove il calcio è in rapida crescita e ha giocatori interessanti. Sarà una sfida intrigante.

Rui Costa, direttore sportivo del Benfica
Il Benfica ha buone possibilità. Sappiamo quanto sia difficile il torneo e ci saranno tanti momenti difficili contro le squadre più forti. È un girone equilibrato, anche senza grossi nomi. Il nostro obiettivo è qualificarci e andare il più lontano possibile. Faremo un passo alla volta e il primo è superare il girone.

Felix Magath, tecnico dello Schalke
Era evidente che sarebbe stato un girone difficile. Il Lione è riuscito a eliminare il real Madrid dalla UEFA Champions League l'anno scorso, mentre il Benfica ha vinto il campionato con tranquillità. L'Hapoel Tel-Aviv è sicuramente una squadra che possiamo battere. Fare un buon risultato nelle tre gare casalinghe sarà molto importante. Ci prepariamo alla Champions League con l'obiettivo di arrivare agli ottavi, ma il sorteggio non è stato certamente facile. 

Eli Gutman, allenaotre Hapoel Tel-Aviv coach
E' un girone interessante, con squadre affascinanti. Non ci sono Manchester United o Barcellona, ma faremo il possibile per rappresentare questo club con dignità.

In alto