Mou entra nel club delle leggende

José Mourinho, trionfatore con l'Inter al Santiago Bernabéu, è il terzo allenatore a vincere la Coppa dei Campioni con due squadre diverse e si accomoda nell'esclusivo club accanto a Ernst Happel e Ottmar Hitzfeld.

©Getty Images

José Mourinho è entrato a far parte dell'esclusivo gruppo di allenatori capaci di conquistare la Coppa dei Campioni alla guida di due squadre diverse dopo il successo 2-0 dell'FC Internazionale Milano sull'FC Bayern München in finale di UEFA Champions League.

Il tecnico portoghese ha così eguagliato l'impresa compiuta da Ernst Happel ed Ottmar Hitzfeld, avendo già conquistato il trofeo con l'FC Porto nel 2004. Happel aveva conquistato la prima Coppa dei Campioni con il Feyenoord nel 1970, battendo 2-1 il Celtic FC in finale, e si era ripetuto 13 anni più tardi con l'Hamburger SV, vittorioso 1-0 sulla Juventus. Hitzfeld aveva invece guidato al successo il BV Borussia Dortmund nel 1997, con la Juventus ancora sconfitta in finale, per 3-1, e nel 2001 era salito sul trono d'Europa con il Bayern superando 5-4 ai rigori il Valencia CF dopo l'1-1 sul campo.

Sia Happel che Hitzfeld avevano subito una sconfitta in finale prima del loro secondo trionfo: il primo contro il Liverpool FC nel 1978, quando allenava il Club Brugge KV, il secondo contro il Manchester United FC nel 1999, sempre alla guida del Bayern.

Van Gaal, che nel 1996 con l'Ajax venne battuto dalla Juventus, è il settimo allenatore sconfitto per due volte in finale, mentre Marcello Lippi, sconfitto con i Bianconeri nel 1997, 1998 e 2003, è l'unico tecnico ad aver perso per tre volte.

In alto