UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Momenti Priceless della settimana: emozioni allo scadere, gol storici e una tripletta da capogiro

André Onana, Alexis Sánchez ed Evanilson sono tra i protagonisti dei Momenti Priceless Mastercard della terza giornata.

André Onana, Alexis Sánchez e Santiago Gimenez
André Onana, Alexis Sánchez e Santiago Gimenez

Emozioni allo scadere, gol da record e una tripletta da capogiro: ecco alcuni Momenti Priceless Mastercard che hanno caratterizzato la terza giornata di UEFA Champions League.

Momenti Priceless Mastercard

Onana salva lo United

I primi mesi di André Onana al Manchester United sono stati ricchi di eventi. Subire sette gol nelle prime due partite di Champions League non faceva parte del copione; in più, gli uomini di Erik ten Hag erano a un passo dal restare senza vittorie per la terza gara del girone contro il Copenhagen, a cui è stato assegnato un rigore del potenziale pareggio in extremis all'Old Trafford. Onana, però, ha salvato la sua squadra, respingendo il tiro dal dischetto di Jordan Larsson e suggellando una vittoria importantissima.

Highlights: Manchester United - Copenhagen 1-0

Nuovo record per Alexis Sánchez

Era passato più di un anno dall'ultimo gol di Alexis Sánchez in Champions League. A 34 anni, il centrocampista dell'Inter aveva poco tempo per segnare la sua 16esima rete e superare Arturo Vidal come miglior marcatore cileno di tutti i tempi nella competizione. Ma il momento giusto è finalmente arrivato al 19' contro il Salisburgo, quando Sánchez ha segnato il primo gol del suo secondo periodo in nerazzurro e ha aperto la strada al 2-1 dei padroni di casa.

Evanilson vince la gara di triplette

La scorsa stagione si sono state solo tre triplette, e il fatto che le abbiano segnate Robert Lewandowski, Mohamed Salah ed Erling Haaland indica le qualità necessarie per compiere un'impresa del genere. Che Evanilson diventasse il primo giocatore a segnare una tripletta in questa edizione sembrava improbabile, essendo entrato dalla panchina solo al 44' nel 4-1 tra Porto e Anversa. In soli 39 minuti, però, l'attaccante brasiliano ci è riuscito, con una bella finalizzazione in occasione del secondo gol e un astuto pallonetto a completare il suo bottino.

Highlights: Anversa - FC Porto 1-4

Vale la pena aspettare Gimenez

Questa settimana, pochi giocatori avevano più voglia di esordire in Champions League di Santiago Gimenez. Squalificato nelle prime due partite del girone del Feyenoord, l'attaccante ha recuperato il tempo perso con due gol che hanno contribuito al 3-1 sulla Lazio. Gimenez ha segnato in nove partite ufficiali consecutive con il Feyenoord, collezionando un totale di 15 gol.

López è il volto nuovo del Barça

Il Barcellona non smette si sfornare talenti. Alla seconda giornata, Lamine Yamal, 16 anni, era diventato il titolare più giovane di sempre in UEFA Champions League, mentre nell'ultima gara di campionato il 17enne Marc Guiu è entrato dalla panchina e ha segnato il gol della vittoria. Il prossimo in lista? Fermín López. Il giocatore, 20 anni, ha segnato la sua prima rete in Champions League, raddoppiando per i padroni di casa nel 2-1 contro lo Shakhtar.

Highlights: Barcellona-Shakhtar Donetsk 2-1