UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Steven Gerrard sul cammino del Liverpool verso la finale di UEFA Champions League del 2005 contro il Milan a Istanbul

L'ex capitano rivive la stagione in cui il Liverpool ha raggiunto la finale di UEFA Champions League, che tutti ricordano come il "Miracolo di Istanbul".

Il capitano del Liverpool, Steven Gerrard, solleva il trofeo nel 2005
Il capitano del Liverpool, Steven Gerrard, solleva il trofeo nel 2005 Bob Thomas Sports Photography vi

In questo articolo presentato da Turkish Airlines, Steven Gerrard racconta il cammino del Liverpool verso la finale di UEFA Champions League del 2005, forse la più epica nella storia della competizione.

Guarda gli highlights della finale del 2005

Fase a gironi

Prima giornata: Liverpool - Monaco 2-0
Seconda giornata
: Olympiacos - Liverpool 1-0
Terza giornata: Liverpool - Deportivo La Coruña 0-0
Quarta giornata: Deportivo La Coruña - Liverpool 0-1
Quinta giornata
: Monaco - Liverpool 1-0
Sesta giornata: Liverpool - Olympiacos 3-1

Con una vittoria di due gol contro l'Olympiacos alla sesta giornata, la squadra di Rafael Benítez strappa al club greco il secondo posto nel girone e guadagna un posto agli ottavi di finale. La vittoria per 3-1 ad Anfield è una partita che Gerrard ricorda con affetto.

"Pensavo che il sogno fosse finito", dice ricordando il gol di Rivaldo che ha portato in vantaggio l'Olympiacos ad Anfield. "Ho pensato: 'Siamo fuori'". Benítez, però, tiene un discorso che ispira i suoi ragazzi durante l'intervallo, e dopo il pareggio di Florent Sinama-Pongolle all'inizio del secondo tempo, Neil Mellor porta i Reds in vantaggio all'80', mentre Gerrard sigla il terzo gol nel finale.

Il gol di Gerrard contro l'Olympiacos

"Ricordo di aver visto [Jamie] Carragher fare una girata alla Cruyff e ho pensato: 'Ma che fai?'. La palla era sulla fascia, io la aspettavo in area con le braccia alzate e dicevo 'Passala!'. Poi però sono riuscita a controllarla perfettamente, l'ho capito appena la palla ha lasciato il piede. È stata una delle serate più belle della mia vita perché potevamo tornare a sognare".

Ottavi di finale

Liverpool - Bayer Leverkusen 3-1
Bayer Leverkusen - Liverpool 1-3
(tot. 6-2)

Luis García, John Arne Riise e Dietmar Hamann regalano un vantaggio importante al Liverpool all'andata e sono altrettanto efficaci al ritorno. García segni altri due gol, mentre Milan Baroš firma il terzo e il Leverkusen accorcia nel finale.

Quarti di finale

Sami Hyypia dopo il gol del vantaggio contro la Juventus
Sami Hyypia dopo il gol del vantaggio contro la JuventusGetty Images

Liverpool - Juventus 2-1
Juventus - Liverpool 0-0
(tot. 2-1)

Ad Anfield, il Liverpool si porta sul 2-0 nel primo tempo con Sami Hyypiä e Luis García. "Hyypiä ha segnato con un tiro al volo incredibile", commenta Gerrard a proposito del gol del finlandese al 10' su palla deviata da calcio d'angolo.

"In realtà ho calciato male quel corner. Ricordo solo di aver provato a metterlo in area, ma il grande Sami era fantastico in area. Segnare per primi ad Anfield ti dà molta convinzione e fiducia".

Dopo il primo gol arriva il raddoppio al 25' di Luis García, che non ci pensa due volte su una palla vagante fuori area e insacca sotto la traversa. Gerrard ricorda di aver visto lo spagnolo caricare il tiro da una posizione poco promettente e di aver pensato "Non tirare, non tirare!", salvo poi ricredersi. "Ovviamente è uno dei gol più belli che abbia mai visto", commenta.

Semifinali

Luis García ha segnato l'unico gol contro il Chelsea ad Anfield
Luis García ha segnato l'unico gol contro il Chelsea ad AnfieldAFP via Getty Images

Chelsea - Liverpool 0-0
Liverpool - Chelsea 1-0
(tot. 1-0)

Dopo uno 0-0 allo Stamford Bridge, il Liverpool affronta il Chelsea ad Anfield e Gerrard ricorda: "C'era l'atmosfera più bella che abbia mai visto nel nostro stadio".

Dopo un passaggio di Gerrard a scavalcare la difesa dei Blues, Luis García segna l'unico gol della partita dopo quattro minuti. In retrospettiva, è stato "forse il gol più importante della nostra carriera", spiega Gerrard, aggiungendo: "Senza quel gol non saremmo arrivati in finale".

Il Chelsea di José Mourinho, però, è sempre un avversario temibile e sfiora il pareggio più di una volta, soprattutto con Eidur Gudjohnsen nel finale. Gerrard lo ricorda bene. "Ho pensato 'oh no', ma è il pizzico di fortuna che ti serve per vincere una coppa. Quella sera il Chelsea è stato più forte di noi, ma alla fine abbiamo passato il turno e abbiamo festeggiato alla grande".

Anche Cafu dell'AC Milan ha raccontato qui il cammino della sua squadra sino alla finale; Gerrard e Cafu racconteranno la finale nel nostro prossimo articolo della serie.

Scelti per te