UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

In the Zone: analisi di Benfica - Liverpool 1-3

Gli osservatori tecnici UEFA analizzano la vittoria dei Reds a Lisbona.

See examples of Liverpool's highly effective counterpressing in their victory against Benfica.
In the Zone: il contropressing del Liverpool

Il Liverpool ha un piede in semifinale di UEFA Champions League grazie a un 3-1 in casa del Benfica nella gara di andata dei quarti.

In questo articolo presentato da FedEx, gli osservatori tecnici UEFA spiegano come la squadra di Jürgen Klopp sia riuscita a centrare la quinta vittoria esterna consecutiva in stagione.

La partita minuto per minuto: Benfica - Liverpool 1-3


Gol

Highlights: Benfica - Liverpool 1-3
Highlights: Benfica - Liverpool 1-3

0-1: Ibrahima Konaté (17')
Il primo gol di Konaté arriva su corner di Andrew Robertson. Il giocatore svetta con forza al di sopra di Everton all'altezza del dischetto e dirige il suo colpo di testa in rete. Per Robertson è il secondo assist su angolo in questa stagione; il primo era stato quello per Roberto Firmino contro l'Inter.

0-2: Sadio Mané (34')Su un'esitazione di Adel Taarabt in mezzo al campo, Konaté serve un passaggio corto in avanti per Trent Alexander-Arnold. Il terzino destro serve un fantastico diagonale dalla linea di fondo per Luis Díaz, che si inserisce tra l'esterno e il difensore centrale. Il colombiano spizza di testa al centro per Mané, che insacca tranquillo da distanza ravvicinata.

1-2: Darwin Núñez (49')
Su un pallone alto di Alexander-Arnold a tagliare il campo, Robertson ha difficoltà di testa e Luis Díaz appoggia all'indietro, ma Rafa Silva intercetta sulla fascia destra e crossa. Nel tentativo di respingere, Konaté liscia completamente e il pallone arriva dietro di lui a Núñez, che tocca di sinistro e poi insacca con un diagonale sul secondo palo.

1-3: Luis Díaz (87')Il primo gol europeo di Luis Díaz con il Liverpool si deve molto al centrocampista Naby Keïta. Il Liverpool perde momentaneamente la palla nelle retrovie, ma Keïta anticipa Soualiho Meite e si spinge in avanti nella metà campo del Benfica. Notando il movimento di Luis Díaz dietro la linea dei difensori, Keïta fa partire un passaggio filtrante e serve il compagno, che dribbla il portiere Odisseas Vlachodimos e insacca di sinistro.

Moduli

Il 4-2-3-1 diventa un 4-5-1 in fase di non possesso
Il 4-2-3-1 diventa un 4-5-1 in fase di non possesso

Benfica
In fase di possesso, il Benfica opta per un 4-2-3-1, con Jan Vertonghen (5) a guidare una difesa a quattro e i centrocampisti centrali Julian Weigl (28) e Taarabat (49) davanti a loro. Gonçalo Ramos (88) sostiene il centravanti Núñez (9) con le sue incursioni, mentre Everton (7) e Rafa Silva (27) occupano le fasce.

Il nostro grafico mostra l'assetto difensivo dei padroni di casa, che formano un compatto 4-5-1. Gonçalo Ramos infastidisce i difensori centrali e i centrocampisti del Liverpool, mentre le ali difendono con aggressività e sono supportate da un centrocampista per lato. Da qui, la squadra cerca di effettuare rapide transizioni dalla difesa all'attacco.

Il Liverpool schiera il consueto 4-3-3
Il Liverpool schiera il consueto 4-3-3

Liverpool
Gli ospiti schierano il consueto 4-3-3. È interessante vedere come sia le ali che il terzino destro Alexander Arnold (66') si accentrino per creare superiorità numerica al centro e aprire spazi sulle fasce, soprattutto per Mohamed Salah (11) a destra. I centrocampisti Thiago Alcántara (6) e Keïta (8) arretrano tra i difensori centrali e i terzini per dare una mano in fase di costruzione, mentre in avanti Mané (10) si allontana dai difensori centrali del Benfica e cerca di puntarli in velocità da dietro.

In fase di non possesso, i Reds giocano con una linea difensiva alta, compatta e disciplinata, con i potenti difensori centrali Virgil van Dijk (4) e Konaté (5) spesso distanziati di mezzo campo. In queste fasi, il portiere Alisson (1) opera da libero e anticipa abilmente i lanci lunghi dietro i quattro difensori.

Trent Alexander-Arnold
Trent Alexander-ArnoldGetty Images

Le parole degli allenatori

Nélson Veríssimo, allenatore Benfica
"Abbiamo cercato di sfruttare i loro punti deboli e qualche volta ci siamo riusciti. Nel secondo tempo abbiamo giocato meglio perché nell'intervallo abbiamo apportato qualche correzione; i giocatori sentivano di poter continuare con il possesso palla. Abbiamo segnato un gol che ci ha rimesso in partita e siamo anche andati vicini al secondo".

Jürgen Klopp, allenatore Liverpool
"Venire a vincere qui in Champions League è difficile. Il Benfica ha lottato per la vita. Noi abbiamo concesso un po' troppo, ma loro hanno meritato il gol. La partita è stata più aperta del previsto, ma forse il loro portiere è stato il migliore in campo e ha fatto un paio di ottime parate. Di solito segniamo di più, ma non ci siamo riusciti proprio per colpa sua: un applauso a lui".