UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ottavi di finale, Ajax - Benfica: dove guardarla, probabili formazioni e modifiche alle rose

Quando si gioca? Dove guardarla? Quali sono le probabili formazioni? La guida completa alla gara di ritorno degli ottavi di UEFA Champions League tra Ajax e Benfica.

I giocatori del Benfica, Roman Yaremchuk e João Màrio nell'allenamento del lunedì
I giocatori del Benfica, Roman Yaremchuk e João Màrio nell'allenamento del lunedì AFP via Getty Images

Ajax e Benfica si affrontano al ritorno degli ottavi di finale di UEFA Champions League martedì 15 marzo.

Ajax - Benfica in breve

Quando: martedì 15 marzo (21:00 CET)
Dove: Johan Cruijff ArenA, Amsterdam
Cosa: ritorno degli ottavi di finale di UEFA Champions League
Situazione attuale: 2-2 dopo la gara di andata
Come seguirla: clicca qui per la marcia di avvicinamento e la copertura in diretta

Dove guardare Ajax - Benfica in TV

Clicca qui per informazioni sui canali che trasmettono la UEFA Champions League nel tuo paese.

Cosa è successo all'andata?

Highlights: Benfica - Ajax 2-2
Highlights: Benfica - Ajax 2-2

Sébastien Haller, attuale capocannoniere del torneo, ha commesso un autogol ma poi si è fatto perdonare con una rete. La gara è iniziata con il gol di Dušan Tadić all'8' ed è proseguita con l'autorete del suo compagno di reparto, che ha riportato in vantaggio l'Ajax al 29'. Il subentrato Roman Yaremchuk ha firmato il gol del pareggio dei padroni di casa al 72'.

Probabili formazioni

Ajax: Onana; Mazraoui, Timber, Martínez, Blind; Edson Álvarez, Berghuis, Gravenberch; Antony, Haller, Tadić

Benfica: Vlachodimos; Gilberto, Otamendi, Vertonghen, Grimaldo; Everton, Weigl, Taarabt; Rafa Silva, Darwin Nuñez, Gonçalo Ramos

Abolita la regola dei gol in trasferta

Nel 2021/22 se le partite resteranno in parità per numero di gol dopo il ritorno, la gara andrà ai supplementari e ai rigori se necessario, indipendentemente dal numero dei gol segnati in trasferta da una squadra.

Statistiche

Ajax
Dopo l'andata (tutte le competizioni, dalla più recente): VVVS
Situazione attuale: 1° in Eredivisie, finale di Coppa d'Olanda

Benfica
Dopo l'andata
: PVV
Situazione attuale: 3° in Liga, vicecampione Coppa di Lega

Il parere degli esperti

Derek Brookman, reporter Ajax
Dopo aver subito cinque gol appena in 23 partite di Eredivisie fino al 27 febbraio, i campioni d'Olanda ne hanno subiti due in ciascuna delle ultime due partite di campionato. Così è arrivata la sconfitta contro l'11esima in classifica (il Go Ahead Eagles) e la vittoria su rigore all'ultimo minuto segnato da Tadić, per avere la meglio sulla 15esima (l'RKC). L'Ajax ha spesso faticato contro le 'piccole' in questa stagione, ma è stato generalmente in grado di giocare grandi partite contro grandi avversari - cosa che sicuramente accadrà in occasione della visita del Benfica.

Carlos Machado, reporter Benfica
Il Benfica ha sorpreso tante persone – e forse anche l'Ajax – centrando un 2-2 che lascia questa sfida in precario equilibrio. La squadra portoghese ha sfruttato bene gli spazi lasciati dall'Ajax nelle retrovie e cercherà di rifarlo contro avversari che difficilmente cambiano il loro stile di gioco. Tuttavia, anche i lancieri hanno potuto intravedere le debolezze del Benfica, soprattutto gli spazi tra le linee e i problemi di costruzione dal basso, quindi presseranno già dalle parti di Odisseas Vlachodimos.

Le parole degli allenatori

Erik ten Hag, allenatore Ajax: "Se parliamo dei nostri obiettivi, possiamo dire che la Champions League è già stata un successo, ma uno sportivo ovviamente vuole andare più avanti possibile. Ci aspetta una sfida importante e per arrivare lontano dobbiamo cominciare a battere il Benfica".

Nélson Veríssimo, allenatore Benfica: "Dobbiamo giocare ad alti livelli per superare un ostacolo difficile come l'Ajax, ma ci crediamo. Come ho detto prima dell'andata, e probabilmente molti non ci credevano, siamo sul 50 e 50. L'Ajax ci rispetta, come noi rispettiamo l'Ajax: sarà un po' una sfida tra gatto e topo, in cui entrambe le squadre cercheranno i punti deboli e proveranno a sfruttare gli spazi".