UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

In the Zone: analisi di Real Madrid - Sheriff 1-2

Gli osservatori tecnici UEFA analizzano in dettaglio la sorprendente vittoria dello Sheriff contro il Real Madrid.

Lo Sheriff ha battuto il Real Madrid 2-1
Lo Sheriff ha battuto il Real Madrid 2-1

Gli osservatori tecnici UEFA analizzano la gara tra Real Madrid e Sheriff 2-1 al Santiago Bernabéu, che si è conclusa con il sorprendente risultato di 1-2.

La squadra di Yuriy Vernydub aveva già battuto lo Shakhtar Shakhtar Donestk nella prima gara del Gruppo D, ma in pochi avrebbero pronosticato un successo contro la squadra più titolata d'Europa.

Gol

Highlights: Real Madrid - Sheriff 1-2

0-1: Jasurbek Yakshiboev (25')
Danilo Arboleda porta palla in avanti e serve verticalmente Adama Traore, che appoggia per Sébastien Thill. Il nazionale lussemburghese apre a sinistra per Cristiano, che crossa sul secondo palo per l'incornata vincente di Yakshiboev. Ottimo il lavoro sulla fascia di Cristiano; male Nacho e Miguel Gutiérrez, che si fanno sorprendere dagli ospiti.

1-1: Karim Benzema, rig. (65')
Un calcio di rigore trasformato con sicurezza dall'attaccante, che va in gol per la 17ª edizione di UEFA Champions League. A procurarsi il penalty è Vinícius Júnior, sempre vivace con le sue incursioni sulla sinistra: in questo caso, il giocatore viene atterrato in area mentre cerca di inserirsi tra Edmund Addo e Fernando Costanza.

Il gol della vittoria dello Sheriff da tutte le angolazioni

1-2: Sébastien Thill (90')
Thill entra nella storia con il suo primo gol in UEFA Champions League, ma non è da sottovalutare il lavoro di Traore, che bracca Eduardo Camavinga e si procura una rimessa laterale nei pressi dell'area madridista. Quando la rimessa lunga di Fernando Costanza lo raggiunge in area, appoggia la palla all'indietro per Thill, che batte di controbalzo e pesca l'incrocio.

Migliore in campo

Il premio Player of the Match per questa partita va al portiere ospite Giorgos Athanasiadis, che su un totale di 31 tiri a rete del Real effettua 10 parate (di cui una di faccia su una conclusione di Luka Modrić): non male per un giocatore che è appena alla seconda presenza nel torneo.

Thill: "Uno dei miei gol più belli"

La partita

Il Madrid inizia ad alto ritmo e pressa alto. Nel 4-3-3 schierato dai padroni di casa, Eden Hazard parte dalla destra ma si sposta frequentemente al centro, lasciando la fascia a Fede Valverde o Nacho, mentre Vinícius Júnior spazia sulla sinistra. Alla fine del primo tempo, le merengues hanno il 70% del possesso palla e 13 tiri a rete, ma sono in svantaggio per 1-0.

Il merito dello Sheriff è proprio quello di concretizzare le sue poche occasioni, con due gol su un totale di quattro tiri a rete. Il capitano Frank Castañeda, sempre pronto a dare una mano in difesa, incarna lo spirito della squadra. Lo stesso vale per Dimitris Kolovos, teoricamente trequartista alle spalle del centravanti.

Moduli

Real Madrid ha effettuato quattro sostituzioni al 66' ed è passato al 4-4-2
Real Madrid ha effettuato quattro sostituzioni al 66' ed è passato al 4-4-2UEFA

Il Madrid parte con un 4-3-3 ma passa al 4-4-2 al 66'. Entrano Rodrygo (21), Luka Jović (16), Toni Kroos (8) e Modrić (10) al posto dei laterali di difesa e di Casemiro e Hazard. Il Madrid ha così una seconda punta centrale, Jović, mentre Valverde (15) e Camavinga (25) arretrano in posizione di terzini.

Lo Sheriff schiera un 4-2-3-1 compatto e cerca di sfruttare Cristiano (15) e Fernando Costanza (13) sulle fasce. Addo (21) rimane più arretrato a centrocampo, mentre Thill (31) è più votato all'attacco.

Lo Sheriff ha schierato un 4-2-3-1
Lo Sheriff ha schierato un 4-2-3-1

Dietro l'unica punta Jakhshibaev (17) ci sono Castañeda (10), Kolovos (22) e Traore (9), ma le manovre in ampiezza passano tutte da Cristiano. Solido in difesa, il giocatore non serve solo il cross in occasione del vantaggio, ma anche l'assist per il gol di Bruno annullato nel secondo tempo.

Il commento degli allenatori

Carlo Ancelotti, allenatore Real Madrid: "Abbiamo giocato con intensità, ma abbiamo perso per piccoli dettagli. Potevamo essere più concreti nell'ultimo quarto di campo, ma è difficile da spiegare. Credo che alla fine sia andato tutto bene a loro e tutto male a noi".

Yuriy Vernydub, allenatore Sheriff: "Ovviamente sapevamo che dovevamo difendere. Lo abbiamo fatto bene e abbiamo reagito in contropiede. Alla fine siamo riusciti a segnare il gol della vittoria".