UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Juventus- Ferencváros: storia della partita

La Juventus ospita il Ferencváros e cerca la prima vittoria interna in UEFA Champions League 2020/21.

Cristiano Ronaldo e Gergő Lovrencsics del Ferencváros
Cristiano Ronaldo e Gergő Lovrencsics del Ferencváros Getty Images

Le vittorie esterne sono state fondamentali finora per la Juventus, che contro il Ferencváros cerca i primi punti in casa nel Gruppo G.

• I bianconeri hanno sei punti nel girone. Con il 4-1 in Ungheria alla terza giornata (doppietta di Álvaro Morata), hanno staccato le inseguitrici di cinque punti e si sono portati a tre lunghezze dal Barcelona, che ha vinto tutte e tre le partite.

• Il Ferencváros ha un punto ed è appaiato alla Dynamo Kyiv.

Precedenti

Highlights: Ferencváros - Juventus 1-4
Highlights: Ferencváros - Juventus 1-4

• Ferencváros e Juventus non si erano mai affrontate nelle competizioni UEFA prima della terza giornata. Tuttavia, il momento più alto nella storia del club ungherese è arrivato in finale di Coppa delle Fiere 1965 a Torino, quando la squadra di József Mészáros ha vinto 1-0 sui bianconeri con un gol di Máté Fenyvesi nel secondo tempo.

Statistiche
Juventus
• L'unica partita casalinga finora disputata dalla Juventus nel Gruppo G si è conclusa con una sconfitta per 2-0 alla seconda giornata. Alla prima e alla terza, i bianconeri hanno battuto rispettivamente Dynamo (2-0) e Ferencváros e Morata ha sempre messo a segno una doppietta.

• Campione d'Italia per la nona stagione consecutiva nel 2019/20 (record) e per la 36ª in totale, la Juve partecipa alla UEFA Champions League per la 21ª volta e ha raggiunto gli ottavi in 17 occasioni.

• Con Maurizio Sarri, i bianconeri sono arrivati primi nel girone davanti all'Atlético de Madrid, ma sono stati eliminati agli ottavi dal Lione per i gol in trasferta (0-1 t, 2-1 c).

• Un anno fa, la Juve ha vinto cinque partite su sei nel Gruppo D, arrivando prima nel girone con sei lunghezze di vantaggio. Ha perso punti solo nella prima partita, subendo il recupero dell'Atlético nel finale (2-2), ma poi ha battuto il Bayer Leverkusen per 3-0 a Torino e la Lokomotiv Moskva per 2-1 in casa e fuori. L'1-0 casalingo contro l'Atlético e il 2-0 in casa del Leverkusen hanno suggellato la qualificazione.

• I bianconeri sono arrivati primi nel girone di UEFA Champions League 13 volte, comprese le ultime due stagioni.

Morata sulla vittoria della Juventus
Morata sulla vittoria della Juventus

• Campione d'Europa nel 1985 e nel 1996, la Juventus ha giocato nove finali di Coppa dei Campioni e ne ha perse sette (record), di cui le ultime cinque.

• Pirlo ha sostituito Sarri in panchina l'8 agosto.

• La Juventus ha perso solo cinque delle ultime 43 partite europee allo Juventus Stadium (V26 P12), ma quattro sconfitte sono arrivate nelle ultime 11 partite.

• Prima della terza giornata, la Juve non affrontava una squadra ungherese in Europa da oltre 40 anni. L'ultima era stata il Győri ETO al primo turno di Coppa delle Coppe 1979/80 (2-0 c, 1-2 t). Perdendo sul campo del Győr, i bianconeri hanno subito la prima sconfitta contro una formazione ungherese nelle competizioni UEFA. In precedenza avevano eliminato l'Újpest ai gol in trasferta ai quarti di Coppa dei Campioni 1972/73 (0-0 c, 2-2 t).

Ferencváros
• Il Ferencváros ha subito cinque gol nell'unica gara esterna finora disputata nel girone, persa 5-1 contro il Barcellona alla prima giornata: era la sua prima partita nel tabellone principale di UEFA Champions League dal 1995. Quindi, ha acciuffato un 2-2 in casa contro la Dynamo, pareggiando con Franck Boli al 90' dopo due gol di svantaggio, e ha perso contro la Juve.

• Dopo aver vinto il campionato per la 31ª volta (la seconda consecutiva) nel 2019/20, il Ferencváros è alla seconda partecipazione alla fase a gironi di UEFA Champions League dopo quella del 1995/96.

• Venticinque anni fa, la squadra ungherese è arrivata terza nel girone dietro Ajax e Real Madrid. Quattro dei suoi cinque punti sono arrivati contro il Grasshoppers, di cui tre grazie a una vittoria esterna per 3-0.

• Le cinque partecipazioni successive del Ferencváros in UEFA Champions League si sono interrotte nelle qualificazioni. Tra queste c'è quella del 2019/20: dopo aver superato i primi due turni preliminari, la squadra ungherese è stata battuta pesantemente dalla Dinamo Zagabria al terzo (1-1 t, 0-4 c).

• Quindi, il Ferencváros ha eliminato i lituani dello Sūduva agli spareggi di UEFA Europa League (0-0 t, 4-2 c), ma nella fase a gironi è arrivato terzo dietro Espanyol e Ludogorets.

• L'undici di Serhiy Rebrov ha segnato almeno due gol nelle prime quattro partite di questa Champions League, battendo il Djurgården 2-0 in casa al primo turno di qualificazione, il Celtic fuori casa per 2-1 e la Dinamo Zagabria in casa per 2-1. Dopo il 3-3 sul campo del Molde nello spareggio di andata, ha passato il turno con uno 0-0 casalingo al ritorno.

• Il Ferencváros ha raggiunto il suo miglior traguardo in Coppa dei Campioni nel 1965/66, quando è approdato ai quarti ma è stato eliminato dall'Inter.

Highlights (2 min): Ferencváros - Dynamo Kyiv 2-2
Highlights (2 min): Ferencváros - Dynamo Kyiv 2-2

• Il Ferencváros è la prima squadra ungherese che disputa la fase a gironi di UEFA Champions League dopo il Debrecen nel 2009/10: si trattava della seconda partecipazione di una formazione magiara a questa fase del torneo dopo quella del Ferencváros nel 1995.

• Il Ferencváros era imbattuto da nove trasferte europee (V3 P6) prima della sconfitta a Barcellona.

• Il Ferencváros ha affrontato una squadra italiana nelle competizioni UEFA solo due volte, uscendo ai quarti di Coppa dei Campioni 1965/66 contro l'Inter con un 5-1 complessivo (0-4 t, 1-1 c).

Highlights: Galles - Ungheria 2-0
Highlights: Galles - Ungheria 2-0

Curiosità e incroci
• Il 19 novembre 2019, Aaron Ramsey ha segnato entrambi i gol del 2-0 contro l'Ungheria che ha suggellato la qualificazione del Galles a UEFA EURO 2020. In campo per i magiari c'era Gergő Lovrencsics, capitano del Ferencváros.