Anteprima Champions League: le partite di martedì

Andrea Pirlo, Lionel Messi e Neymar sperano di essere i protagonisti della prima serata di UEFA Champions League.

Andrea Pirlo, Lionel Messi e Neymar sperano di essere i protagonisti della prima serata di UEFA Champions League, al via martedì.

Gioca a Fantasy Football


Andrea Pirlo contro il suo maestro

Guarda alcuni grandi momenti di Andrea Pirlo
Guarda alcuni grandi momenti di Andrea Pirlo

Nel 1995, Mircea Lucescu ha fatto esordire Andrea Pirlo in Serie A a soli 16 anni. Circa 25 anni dopo, il tecnico rumeno si ritrova ad essere collega e avversario dell'ex centrocampista, che esordisce in UEFA Champions League con la Juventus. Ecco come Lucescu, 75 anni, ricorda il giovane Pirlo: “Incredibile e maturo, con la stessa maturità che ha adesso”. Riuscirà il neoallenatore bianconero a battere il suo maestro in Ucraina, anche senza Cristiano Ronaldo?

Talenti in mostra

Come Pirlo, il centrocampista Eduardo Camavinga aveva solo 16 anni quando ha esordito nella massima serie. In seguito, il giocatore del Rennes è diventato il più giovane esordiente nella Francia dal 1914 scendendo in campo in UEFA Nations League a settembre a 17 anni. Poiché la sua squadra debutta nella fase a gironi contro il Krasnodar, non dovrebbe avere troppe difficoltà a mettersi in luce. Come ricorda Landry Chauvin, il suo allenatore delle giovanili: “Gioca con semplicità; con lui, il pallone è come se prendesse vita”.

Messi cerca di approfittare del Ferencváros

Con Ronaldo in isolamento, Lionel Messi ha la possibilità di accorciare il divario di 15 gol che lo separa dalla vetta della classifica marcatori assoluta della UEFA Champions League. Al Camp Nou arriva il Ferencváros, ma Messi non ha bei ricordi dell'unica gara disputata contro una squadra ungherese: ad agosto 2005, quando ha esordito nell'Argentina a 18 anni in un'amichevole contro i magiari, è stato espulso appena due minuti il suo ingresso!

Immobile cerca il riscatto contro il Dortmund

Ciro Immobile
Ciro ImmobileGetty Images

Superare Robert Lewandowski nella classifica della Scarpa d'Oro con 36 gol avrà dato una certa soddisfazione a Ciro Immobile, che nel 2014 aveva sostituito proprio il polacco quando è andato al Bayern ma non ha lasciato particolari tracce di sé: appena 10 gol in 34 partite fra tutte le competizioni. Ora, la Lazio ospita il Dortmund e l'attaccante ha la possibilità di dimostrargli di essere stato sottovalutato.

Paris - United: missione rivincita

Il 6 marzo di quest'anno, Marcus Rashford ha pubblicato un post su Instagram per festeggiare un anno da quando il suo rigore aveva permesso ai Red Devils di superare gli ottavi in rimonta, ribaltando una sconfitta casalinga per 2-0 con un 3-1 al Parco dei Principi. “Che serata”, ha scritto Rashford; Neymar, che ha guardato entrambe le partite da bordo campo, sarà sicuramente ansioso di riscattare i campioni di Francia.