Quanto è forte Erling Braut Haaland?

UEFA.com celebra il 20enne attaccante della Norvegia e del Dortmund che in questo momento ha il mondo ai suoi piedi.

Erling Braut Haaland: fin dove arriverà?
Erling Braut Haaland: fin dove arriverà? Getty Images

Erling Braut Haaland ha segnato dieci gol in UEFA Champions League nella scorsa stagione. Dopo aver segnato la sua prima tripletta in nazionale con la Norvegia, in quali altri modi ci stupirà nel 2020/21?

Dicono di lui

Haaland: Tutti i gol in Nations League
Haaland: Tutti i gol in Nations League

"Ha un enorme potenziale e ancora tanto tempo davanti. Se continuerà a lavorare sodo, sarà un top player".
Robert Lewandowski, attaccante Bayern

"Ha un grandissimo talento ed è un ragazzo con una mentalità superba. Non importa come gioca la squadra, la certezza è che lui farà sempre gol. È davvero forte e possiede tecnica e velocità".
Jesse Marsch, allenatore Salisburgo

"È matto da legare, ma è questo che lo rende così bravo".
Maxmilian Wöber, difensore Salisburgo

"Erling è stato molto fortunato a trovare allenatori e compagni di squadra bravi. Sta ancora imparando. Ama fare gol, ma è anche migliorato molto in fase di costruzione. La sua crescita si deve al suo grande lavoro e alla scelta di club che puntano sui giovani dandogli la possibilità di giocare".
Alf-Inge Haaland, padre ed ex centrocampista Norvegia

Jesse Marsch ai tempi del Salisburgo si complimenta con Haaland
Jesse Marsch ai tempi del Salisburgo si complimenta con Haaland Getty Images

"È un bravo ragazzo molto consapevole. Erling è molto professionale. Io sono sempre uno dei primi ad arrivare agli allenamenti, ma lui arriva sempre ancora prima. Inoltre va al centro sportivo anche nei suoi giorni liberi. Sa bene cosa è importante e giusto per se stesso".
Roman Bürki, portiere Dortmund

"Gioca per come si allena. Quando è davanti la porta mantiene il sangue freddo. La sua professionalità e positività sono qualcosa di fantastico. Ci servono in campo. Segnerà sempre, indipendentemente da quanto si veda in partita".
Marco Reus, attaccante e capitano Dortmund

Bilancio della carriera

Nazionale: 7 presenze, 6 gol
Competizioni UEFA per club: 14 presenze, 14 gol
Massimi Campionati: 73 presenze, 48 gol

La sua storia

Bryne

Haaland  ai tempi del Bryne
Haaland ai tempi del Bryneetty Images

• Inizia a giocare col club della sua città a cinque anni venendo subito promosso nella fascia d'età più alta. Il suo primo allenatore Alf Ingve Berntsen ha raccontato: "I suoi primi due tocchi ci hanno portato subito al gol. È stato bravissimo sin da subito".

• Impressiona i suoi allenatori presentandosi per giocare nei weekend in qualsiasi condizione metereologica, dimostrando tanto impegno sia nelle partitelle che nelle partite delle nazionali giovanili. "Non ha mai avuto paura", ha detto Berntsen. "Ha sempre avuto rispetto per i suoi avversari, non gli è mai importato chi fossero".

Molde

Haaland col Molde nel 2018
Haaland col Molde nel 2018Getty Images

• Passa al Molde sotto la guida di Ole Gunnar Solskjær, e il 1° luglio 2018 segna quattro gol nei primi 21 minuti della partita vinta contro la capolista norvegese del Brann. "Ha di sicuro il potenziale per diventare un top player", aveva ammesso Solskjær.

• Nella seconda stagione al Molde segna 12 gol in 25 partite, con Solskjær che lo paragona a Romelu Lukaku, aggiungendo: ”C'è molto interesse su di lui. Abbiamo delle offerte da alcuni ottimi club ma le abbiamo rifiutate tutte".

Salisburgo
• Firma col Salisburgo per continuare a giocare in prima squadra, nonostante l'interesse di alcuni club importanti. Nel 2018/19 viene usato con parsimonia data la forma straordinaria del compagno Munas Dabbur, ma Haaland sfrutta la sua occasione quando guadagna una maglia da titolare sotto la guida di Jesse Marsch nel 2019/20.

Guarda la tripletta di Haaland col Salisburgo
Guarda la tripletta di Haaland col Salisburgo

• Irrompe nel palcoscenico internazionale segnando una tripletta in UEFA Champions League al Club Brugge nella sua gara d'esordio. Poi va a segno nelle quattro successive partite diventando il primo adolescente a segnare in cinque partite consecutive della massima competizione europea.

• Quella tripletta in Champions League è una delle cinque segnate col Salisburgo in quell'autunno. "Mi sono portato a casa cinque palloni per cinque triplette e sono tutti nel mio letto. Dormo molto bene con loro a farmi compagnia, sono le mie fidanzate", ha aggiunto scherzando.

• A suon di prestazioni si guadagna la chiamata dal Dortmund che lo mette sotto contratto nella finestra invernale. Il CEO del Salisburgo, Christoph Freund, ha detto: "Non era né nei nostri piani né tra i nostri desideri perdere Erling; tuttavia, la sua crescita tra luglio e dicembre 2019 è stata così straordinaria e spettacolare che era inimmaginabile".

• Stava già per lasciare il campionato Austriaco quando è stato nominato Calciatore dell'Anno per il 2019. "Il più giovane di sempre e il primo straniero dopo dieci anni - è fantastico e ne sono onorato", ha detto.

Dortmund
• Entra dalla panchina e segna una tripletta nella sua gara d'esordio in Bundesliga il 18 gennaio 2020, con la sua squadra che vince 5-3 in casa dell'Augsburg. In quattro partite segna otto gol col suo nuovo club.

Guarda le giocate di Haaland e ascolta le sue parole dopo essere stato scelto come Man of The Match
Guarda le giocate di Haaland e ascolta le sue parole dopo essere stato scelto come Man of The Match

• Segna una doppietta al Paris negli ottavi di Champions League e arriva a quota dieci gol in quella stagione europea. Solo Robert Lewandowski con 15 lo supera nella classifica marcatori nel 2019/20.

Norvegia
• Vince la Scarpa d'Oro nei Mondiali FIFA U20 2019, anche se la sua squadra non supera la fase a gironi; segna nove gol nella vittoria per 12-0 su Honduras a Lublino, in Polonia. "Ne avrei dovuto segnare dieci. Peccato, ma alla fine sono felice di averne fatti nove".Un paio di mesi dopo, a settembre 2019, esordisce in nazionale.

• Segna la sua prima tripletta in nazionale nel 4-0 di UEFA Nations League contro la Romania, l'11 ottobre 2020. "Ne avrei potuti segnare cinque o sei oggi", ha detto.

Quel che potresti non sapere

Alf Inge Haaland col Leeds nel 2000
Alf Inge Haaland col Leeds nel 2000Getty Images

• Haaland è nato in Inghilterra quando il padre, Alf-Inge Haaland, giocava come centrocampista del Leeds. A tre anni si è trasferito in Norvegia poiché un grave infortunio ha costretto il padre al ritiro. A 17 anni ha raccontato a un giornalista norvegese durante un'intervista di essere un tifoso del Leeds e di "voler vincere la Premier League col Leeds".

• Anche sua madre era una sportiva; Gry Marita Braut era una pentatleta.

• L'allenatore delle giovanili della Norvegia, Gunnar Halle, riteneva all'inizio che Haaland fosse troppo esile per farcela, fin quando ad adolescenza inoltrata è cresciuto molto fisicamente. Halle ritiene che sia cresciuto molto mentalmente prima di crescere fisicamente e questo aspetto gli ha dato una spinta extra. "A quei tempi doveva imparare a leggere una partita".

• Ha detto che vorrebbe conoscere Cristiano Ronaldo: "Mi piacerebbe molto incontrarlo e dirgli che sono un calciatore grazie a lui. Per me è sempre stato un modello".

• Era anche un grande fan dell'ex attaccante dello Swansea City, Michu; ai tempi del Bryne, Haaland si taggava nelle foto su Istagram come Michu, e recentemente ha reso omaggio allo spagnolo in un post su Twitter.

• La sua sveglia giornaliera è l'inno della Champions League – "Mi sveglio così ogni mattina, è l'ultima canzone di cui mi stancherei" – e ha caricato un video su Instagram di lui che ascolta l'inno in macchina alla vigilia di una partita.

Lui dice

Haaland nel tunnel del Dortmund
Haaland nel tunnel del Dortmund©Getty Images

"L'attenzione dei media è enorme. È una pressione positiva. La società è brava a proteggermi un po', e spero che lo faccia ancora di più in futuro. Sarà difficile, ma ci proveremo. Voglio essere protetto".

"Sono una persona molto tranquilla che ama il calcio. Mi piace la mia famiglia e passo molto tempo con loro, e in questo momento la mia vita è fatta di allenamenti, partite e divertimento".

Dove potrebbe arrivare

• Fare meglio di suo padre. Una volta Haaland ha detto: "L'obiettivo è superare mio padre. Spero di giocare più partite di lui in nazionale". Haaland senior ha giocato 34 partite in nazionale.

• Diventare il miglior marcatore di sempre della Norvegia – Jørgen Juve detiene il primato dal 1933 con 33 reti. Haaland potrebbe anche diventare il miglior marcatore norvegese delle competizioni UEFA – al momento il primo in classifica è Harald Brattbakk con 31 (di cui 21 in Champions League).

• Aiutare la Norvegia a raggiungere una fase finale; la nazionale norvegese l'8 ottobre ha perso con la Serbia nella semifinale degli spareggi di UEFA EURO 2020. La Norvegia non partecipa a un Mondiale dal 1998 e a un EURO dal 2000.

• Diventare il capocannoniere della Scandinavia. Henrik Larsson è il miglior marcatore scandinavo delle competizioni UEFA per club con 59 gol, mentre Haaland è un grande ammiratore di Zlatan Ibrahimović e spera di superare le sue 57 marcature: 57 nelle competizioni UEFA per club e 62 con la Svezia. "Per me Zlatan è il più grande. In più viene dalla Scandinavia quindi qualcuno deve pur prendere il suo posto".