La Champions League finora: Manchester City

Inarrestabile per quasi tutta la fase a gironi, il Manchester City è stato anche cinico all'andata degli ottavi a Madrid.

​

Dopo le travolgenti vittorie della fase a gironi e il successo a Madrid all'andata degli ottavi, il Manchester City spera di compiere il passo decisivo in UEFA Champions League.

10 luglio: sorteggio quarti e semifinali


La stagione finora

Highlights: Dinamo Zagreb - Man. City 1-4
Highlights: Dinamo Zagreb - Man. City 1-4

Bilancio: V5 P2 S0 GF18 GS5
Migliori marcatori: Gabriel Jesus, Raheem Sterling (5)

La stagione in dieci parole: imbattuto e a tratti inarrivabile, il City tenta l'ultimo assalto

Primo classificato Gruppo C
Shakhtar Donetsk - Man. City 0-3 (Mahrez 24', Gündoğan 38', Jesus 76')
Man. City - Dinamo Zagreb 2-0 (Sterling 66', Foden 90'+5)
Man. City - Atalanta 5-1 (Agüero 34' 38' rig., Sterling 58' 64' 69'; Malinovskyi 28' rig.)
Atalanta - Man. City 1-1 (Pašalić 49'; Sterling 7')
Man. City - Shakhtar Donetsk 1-1 (Gündoğan 56'; Solomon 69')
Dinamo Zagreb - Man. City 1-4 (Olmo 10'; Jesus 34' 50' 54', Foden 84')

Ottavi di finale

Andata (26 febbraio): Real Madrid - Man. City 1-2 (Isco 60'; Jesus 78', De Bruyne 83' rig.)

L'ottima prestazione al Santiago Bernabéu – con il primo gol di Kevin De Bruyne in UEFA Champions League da settembre 2017 – ha messo il City in pole position. La squadra può raggiungere i quarti per la quarta volta nelle ultime cinque edizioni.

L'opinione degli esperti: Simon Hart, reporter Manchester City di UEFA.com

Il City ha ceduto lo scettro in Premier League ma prepara l'ennesimo assalto al titolo europeo, come dimostra il recente 4-0 sul Liverpool neocampione d'Inghilterra.

La creatività di De Bruyne è il principale motivo per credere nel City, ancora imbattuto in UEFA Champions League, ma l'ispirazione arriva anche da altri giocatori. Basti pensare alla vivacità di Raheem Sterling in attacco, alla sempre maggiore sicurezza di Phil Foden a centrocampo e ad alcune fiammate decisive di Riyad Mahrez.

Gabriel Jesus vorrà sicuramente ripetere la grande prestazione di Madrid, ipotizzando l'assenza di Sergio Agüero per un problema al menisco. Tuttavia, il punto debole del City nelle scorse edizioni del torneo è sempre stato la difesa: per questo, il giocatore più importante di tutti potrebbe essere il ritrovato Aymeric Laporte.

Chi è l'allenatore?

In 11 stagioni, Pep Guardiola ha vinto otto campionati: tre con il Barcellona, tre con il Bayern e due con il City. L'ultima sua Champions League, però, risale al 2011 con i blaugrana.

La frase: "Ovviamente non ci giudicheranno per come giochiamo, ma per cosa vinciamo. La verità è questa, è semplicissimo".

Approccio tattico

Sergio Agüero sarà in forma?
Sergio Agüero sarà in forma?

Chi indovina è bravo. A Madrid, ad esempio, De Bruyne e Bernardo Silva hanno avuto il compito di attaccare per vie centrali partendo da posizione arretrata, con Jesus a spaziare sulle fasce. In quell'occasione, Jesus è stato schierato a sorpresa al posto di Agüero: se l'argentino non dovesse rientrare dall'infortunio al ginocchio, cosa si inventerà Guardiola? Il tecnico ha addirittura pensato a İlkay Gündoğan come falso nove.

La stella: Kevin De Bruyne

Il centrocampista belga è stato il protagonista assoluto di questa stagione. Con tocchi vellutati, una velocità che non ti aspetti e una visione di gioco impareggiabile, De Bruyne trasuda classe da tutti i pori. È lui il cuore pulsante del City.