La Champions League finora: la Juventus di Sarri

La mano di Maurizio Sarri si sta finalmente vendendo nel gioco della Juventus, ma i Bianconeri sono ancora in tempo per rimettersi in carreggiata in UEFA Champions League?

Cristiano Ronaldo tends to come into his own in the knockout stage
Cristiano Ronaldo tends to come into his own in the knockout stage

La Juventus è stata inarrestabile in UEFA Champions League per gran parte della stagione, e adesso spera che i recenti miglioramenti nel gioco sotto la guida di Maurizio Sarri possano dare i frutti per rimontare la sconfitta contro il Lyon.

Variazioni alle regole in questa stagione


La stagione finora

Highlights seconda giornata: Juventus - Leverkusen 3-0
Highlights seconda giornata: Juventus - Leverkusen 3-0

Stato di forma: V5 P1 S1 GF12 GS5
Miglior marcatore: Paulo Dybala (3)

La stagione in dieci parole: la Juve è in crescita, il 'Sarrismo' comincia a vedersi

Prima Gruppo D
Atlético 2-2 Juventus (Savić 70', Herrera 90'; Cuadrado 48', Matuidi 65')
Juventus 3-0 Leverkusen (Higuaín 17', Bernardeschi 62', Ronaldo 89)
Juventus 2-1 Lokomotiv Moskva (Dybala 77' e 79'; Aleksei Miranchuk 30')
Lokomotiv Moskva 1-2 Juventus (Aleksei Miranchuk 12'; Ramsey 4', Douglas Costa 90'+3')
Juventus 1-0 Atlético (Dybala 45'+2')
Leverkusen 0-2 Juventus (Ronaldo 75', Higuaín 90'+2')

Ottavi di finale

Andata (26 febbraio): Lyon - Juventus 1-0 (Tousart 31')

Highlights: Lyon - Juventus 1-0
Highlights: Lyon - Juventus 1-0

La Juventus ha avuto in mano il pallino del gioco per gran parte della partita ma non è riuscita a creare chiare occasioni da gol e ha tirato una sola volta in porta. I bianconeri non sono riusciti a sfondare l'arcigna difesa del Lyon, mentre i francesi hanno sfruttato al meglio una delle rare occasioni da rete.

L'opinione degli esperti: Paolo Menicucci, reporter UEFA.com per la Juventus

La Juve ha superato il Gruppo D senza difficoltà. Nella fase a gironi, otto giocatori diversi sono andati in gol e i ragazzi di Sarri hanno sempre segnato almeno un gol a partita. Nonostante a febbraio il Lyon sia riuscito a disinnescare l'arsenale offensivo della Juve, i bianconeri hanno ancora la possibilità di riscattarsi.

Dal canto suo la Juve sembra aver recepito la filosofia di Sarri. L'ex tecnico del Chelsea, infatti, è finalmente riuscito a tirare fuori il meglio da Paulo Dybala e Ronaldo in attacco. Il rientro di un difensore esperto come Giorgio Chiellini dopo il grave infortunio al ginocchio darà senza dubbio una spinta in più ai campioni d'Italia.

Chi è l'allenatore?

Dopo aver vinto la UEFA Europa League col Chelsea la passata stagione, Sarri adesso punta alla UEFA Champions League alla prima stagione sulla panchina della Juventus. Aver il nono campionato di fila può anche essere un modo per conquistare gli scettici ma Sarri è consapevole che portare a Torino quel tanto atteso trofeo che manca dal 1996 gli garantirà un posto speciale nei cuori dei tifosi bianconeri.

La frase: “Nel calcio conosco un solo modo per togliere lo scetticismo dalla testa della gente: vincere e convincere".

Approccio tattico

Sarri ha lavorato duramente per trasmettere la sua filosofia su una squadra che sembrava faticare ad acquisirla a inizio stagione. Attualmente, però, ci sono segnali positivi, con la Juve che mostra scorci del calcio d'attacco veloce, basato sul possesso, che l'allenatore tanto ama.

Inizialmente Dybala ha faticato a trovare spazio nel 4-3-3 di Sarri ma adesso sta brillando al fianco di Ronaldo, nel tridente completato da un esterno come Juan Cuadrado, Douglas Costa o Federico Bernardeschi e non più da Gonzalo Higuaín.

La stella: Cristiano Ronaldo

Matthijs de Ligt è maturato rapidamente dall'arrivo alla Juve ed è ormai considerato un pilastro al centro della difesa bianconera, e anche Dybala è tornato a giocare ad altissimi livelli. Ma quando inizia la fase ad eliminazione diretta, c'è sempre e solo un uomo da tenere d'occhio: CR7.