Dati sulla competizione

UEFA Champions League: lo sapevi?

Record assoluti
• Nel 2016/17, il Real Madrid è diventato la prima squadra a bissare il successo in UEFA Champions League. L’impresa era riuscita per l’ultima volta all’AC Milan (1989, 1990), ma in Coppa dei Campioni. Milan (1994, 1995), Ajax (1995, 1996), Juventus (1996, 1997) e Manchester United (2008, 2009) hanno perso una finale di UEFA Champions League dopo averne vinta una.

• Il Real Madrid ha conquistato il terzo trionfo consecutivo nel 2017/18, diventando la quarta squadra a vincere tre o più Coppe dei Campioni consecutive nonché la prima a riuscirci due volte.

• Solo due squadre hanno vinto la UEFA Champions League nella propria nazione: Borussia Dortmund (1997, a Monaco) e Juventus (1996, a Roma), mentre il Manchester United ha perso la finale del 2011 a Londra e il Bayern quella del 2012 alla Fußball Arena München.

Fase a eliminazione diretta 
• Il Real Madrid si è qualificato per la fase a eliminazione diretta di UEFA Champions League 24 volte (record), di cui 23 consecutive. Le Merengues hanno anche giocato il maggior numero di gare nella fase a eliminazione diretta (97) - davanti a Bayern München (91) e Barcellona (90).

• In 48 occasioni una squadra si è qualificata dopo aver perso all’andata, sei delle quali nel 2018/19 (record assoluto).

• Prima della scorsa stagione, solo in due occasioni - l’Ajax contro il Panathinaikos nelle semifinali del 1995/96 e l’Inter contro il Bayern agli ottavi del 2010/11 - una squadra si era qualificata dopo aver perso in casa all’andata. Nel 2018/19 ci sono riuscite nuovamente l'Ajax (contro il Real Madrid) e il Manchester United (contro il Paris Saint-Germain) entrambe agli ottavi di finale, emulate dal Tottenham (proprio contro l'Ajax) in semifinale.

• Il più ampio margine di sconfitta rimontato da una squadra è stato quello del Barcellona, battuto 4-0 in trasferta dal Paris Saint-Germain agli ottavi del 2016/17 ma vincitore per 6-1 in casa al ritorno. Questo successo ha eclissato il record precedente del Deportivo La Coruña, battuto 4-1 dall'AC Milan all’andata dei quarti nel 2003/04 ma vincitore per 4-0 in casa. La Roma ha eguagliato questo margine ai quarti della scorsa edizione, rispondendo alla sconfitta per 4-1 all’andata contro il Barcellona con un 3-0 in casa, mentre nelle semifinali 2018/19 il Liverpool è stato battuto 3-0 a BArcellona prima di imporsi 4-0 in casa.

• I gol in trasferta hanno deciso 33 sfide, di cui 13 in cui la squadra qualificata aveva perso all’andata. Bayern e Monaco hanno sfruttato questa regola cinque volte, più di ogni altra squadra, mentre l’Inter è stata eliminata in questo modo quattro volte, un record.

• In totale, 29 sfide sono proseguite ai supplementari e 13 si sono concluse entro i 120 minuti: sei ottavi di finale tra cui Porto-Roma di questa stagione, cinque quarti, le semifinali del 2007/08 tra Chelsea e Liverpool e la finale del 2013/14 tra Real Madrid Atlético Madrid.

• Ai rigori sono state decise 16 sfide, di cui sette finali: 1996, 2001, 2003, 2005, 2008, 2012 e 2016. Il primo confronto deciso ai rigori è stato quello tra PSV Eindhoven e Lione il 13 aprile 2005 (4-2 dopo un 2-2 complessivo), finora unico quarto di finale risolto dal dischetto. Bayern, Chelsea e Atlético Madrid sono andate tre volte ai rigori (record), mentre le squadre che hanno vinto di più sono Bayern, Atlético e Liverpool (due).

• Gli ottavi del 2015/16 tra Atlético Madrid e PSV sono stati la prima sfida a finire 0-0 dopo due gare. Tredici confronti si sono conclusi con un 1-0 complessivo: il più recente è stato quello tra Real Madrid e Manchester City nelle semifinali 2015/16.

• Il Liverpool (contro il Porto) e il Bayern (contro il Beşiktaş) hanno superato gli ottavi del 2017/18 con un 5-0 complessivo, eguagliando il margine di vittoria più ampio all’andata. Il record era stato stabilito dal Real Madrid con un 6-1 sullo Schalke (2013/14) e dal Bayern con un 5-0 sullo Sporting CP (2008/09), sempre agli ottavi.

• Il Bayern ha poi eliminato lo Sporting con un margine record di vittoria di 12-1 dopo un 7-1 al ritorno in casa. In quella sfida è stato anche segnato il maggior numero di gol assoluto in due partite a eliminazione diretta (13), poi eguagliato dal 7-6 complessivo con cui il Liverpool ha eliminato la Roma nelle semifinali del 2017/18.

• Il Bayern e il Manchester City hanno centrato la vittoria più ampia di sempre in una gara a eliminazione diretta di UEFA Champions League. Il Bayern ha battuto il Basilea (2011/12) e lo Shakhtar Donetsk (2014/15) per 7-0 al ritorno degli ottavi, mentre il Manchester City ha superato con lo stesso punteggio lo Schalke nel ritorno degli ottavi 2018/19.

• Alla fase a eliminazione diretta 2017/18 hanno partecipato cinque squadre inglesi, un record. Considerando anche il 2019/20, l'Inghilterra ha avuto quattro squadre in altre otto occasioni, mentre la Spagna ci è riuscita quattro volte e la Germania due. L'Inghilterra è l'unica nazione ad aver avuto quattro squadre ai quarti di finale nella stessa stagione, con il 2018/19 che ha rappresentato la terza volta dopo il 2007/08 e 2008/09.

• Clarence Seedorf è l'unico giocatore ad aver vinto la Coppa dei Campioni con tre squadre diverse (AFC Ajax 1995, Real Madrid 1998, Milan 2003, 2007). Bob Paisley del Liverpool (1977, 1978, 1981) è stato il primo tecnico ad averla vinta tre volte, impresa ripetuta poi da Carlo Ancelotti (Milan 2003, 2007, Real Madrid 2014) e Zinédine Zidane (2016, 2017, 2018).

• Nel 2014, Ancelotti è anche diventato il quinto allenatore ad aver vinto il trofeo con due club diversi. Prima di lui ci erano riusciti Ottmar Hitzfeld (Borussia Dortmund 1997, Bayern 2001), Ernst Happel (Feyenoord 1970, Hamburger SV 1983), José Mourinho (FC Porto 2004, Inter 2010) e Jupp Heynckes (Real Madrid 1998, Bayern 2013).

Record di gol
• Lionel Messi è diventato il primo giocatore a segnare cinque gol in una partita quando il Barcellona ha vinto 7-1 contro il Bayer 04 Leverkusen il 7 marzo 2012, impresa riuscita anche a Luiz Adriano dell'FC Shakhtar Donetsk in casa dell'FC BATE Borisov il 21 ottobre 2014. Altri 11 giocatori, incluso Messi, hanno segnato quattro gol in una partita. Il più recente è stato Cristiano Ronaldo con il Real Madrid alla sesta giornata del 2015/16.

• Cristiano Ronaldo ha stabilito un nuovo record nella fase a gironi di UEFA Champions League con 11 gol nel 2015/16. Con quel bottino ha superato il suo precedente record di nove gol nel 2013/14, eguagliato da Luiz Adriano nel 2014/15 e dallo stesso portoghese nel 2017/18. Lionel Messi ha segnato 10 gol nel 2016/17; Zlatan Ibrahimović (2013/14), Ruud van Nistelrooy (2004/05), Filippo Inzaghi, Hernán Crespo (entrambi nel 2002/03) e Robert Lewandowski (2018/19) si sono fermati a otto.

• La tripletta di Messi contro il PSV Eindhoven alla prima giornata dell’edizione 2018/19 è stata l’ottava nel torneo, record eguagliato da Ronaldo nella sfida di ritorno degli ottavi contro l'Atlético Madrid.

I più giovani e i più anziani
• Il portiere dell’SS Lazio Marco Ballotta è il calciatore più anziano ad aver giocato a questi livelli, affrontando il Real Madrid a 43 e 252 giorni (sesta giornata dell'edizione 2007/08). Alessandro Costacurta è il giocatore di movimento più anziano, avendo affrontato l’AEK Athens nel 2006/07 a 40 anni e 211 giorni.

• Francesco Totti è il giocatore più anziano ad aver segnato nella competizione: a 38 anni e 59 giorni, nell'1-1 della AS Roma in casa del PFC CSKA Moskva il 25 novembre 2014. Ryan Giggs (37 anni e 290 giorni) era il precedente detentore del record.

• Celestine Babayaro è il calciatore più giovane ad aver giocato nella competizione: a 16 anni e 87 giorni, ha giocato la gara tra RSC Anderlecht e FC Steaua Bucureşti del 23 novembre 1994, ma è stato espulso al 37'.

• Ansu Fati del Barcellona è diventato il giocatore più giovane ad aver segnato in UEFA Champions League realizzando il gol-partita contro l'Inter alla Giornata 6 dell'edizione 2019/20 a 17 anni e 40 giorni. Il precedente record, che durava dal 1 ottobre 1997, era stato stabilito da Peter Ofori-Quaye dell'Olympiacos (17 anni e 195 giorni).