Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Atalanta senza freni, Napoli corsaro

A Bergamo, la Dea travolge 5-0 il Milan e conquista la terza vittoria nelle ultime quattro partite, volando al quinto posto: doppietta per Iličić, segnano anche Gómez, Pašalić e Muriel. La squadra di Gattuso batte in rimonta il Sassuolo.

Atalanta senza freni, Napoli corsaro
Atalanta senza freni, Napoli corsaro ©AFP/Getty Images

Atalanta-Milan 5-0 (Gómez 10', Pašalić 61', Iličić 63', 72', Muriel 84')
L'Atalanta travolge il Milan, conquista la terza vittoria nelle ultime quattro partite di campionato e vola al quinto posto in classifica alle spalle della Roma, staccando il Cagliari. Al Gewiss Stadium, l'anticipo dell'ora di pranzo della 17esima giornata finisce 5-0 per la Dea di Gian Piero Gasperini: il mattatore è Josip Iličić con una doppietta, segnano anche il "Papu" Alejandro Gómez, l'ex Mario Pašalić e Luis Muriel.

L’Atalanta, con un tiro a giro di Iličić, fa subito capire quale sarà l’andamento della partita e dopo dieci minuti sblocca il risultato: Gómez mette la freccia su Andrea Conti e da posizione defilata scaglia un bolide di destro che non dà scampo a Luigi Donnarumma.

La squadra di Stefano Pioli fatica a riorganizzarsi e reagire, l’ex Pašalić colpisce la traversa. I Rossoneri ci provano con Ricardo Rodríguez, ma il sinistro dello svizzero dalla distanza non trova lo specchio della porta.

Nella ripresa, dopo quindici minuti, la Dea trova il raddoppio. Sull’azione di Robin Gosens sulla sinistra l’inserimento di Pašalić è perfetto e il croato, in virtà del suo passato Rossonero, non esulta. L’ingresso di Krzysztof Piątek per Giacomo Bonaventura non dà gli effetti sperati, la squadra di Gasperini dilaga.

Iličić dà sfoggio di tutto il suo repertorio, finalizzando prima di destro una ripartenza letale e poi trovando l’incrocio dei pali con un sinistro da applausi dalla distanza.

Non è finita perché Muriel, entrato proprio al posto dello sloveno, aggira con un rimpallo favorevole Donnarumma – incerto nell’uscita – e deposita in rete il gol del 5-0. Il portiere azzurro si riscatta con una parata prodigiosa su Gosens, ma per il Milan di Pioli è notte fonda. L’Atalanta, invece, fa giustamente festa.


Sassuolo-Napoli 1-2 (Traorè 29'; Allan 57', aut. Obiang 90'+6') 
Il Napoli conquista la prima vittoria con Gennaro Gattuso in panchina. A Reggio Emilia, in casa del Sassuolo, i Partenopei vanno sotto trafitti dal gol di Hamed Junior Traorè, ma rimontano grazie ad Allan e all'autorete di Pedro Obiang. Un successo che riporta la squadra all’ottavo posto.  

La squadra di Roberto De Zerbi parte nettamente meglio. Alfred Duncan costringe subito a un super intervento Alex Meret, poi Kostas Manolas manda di poco alto di testa. Al 29’, comunque, i Neroverdi passano. Sul lancio di Manuel Locatelli, l’ivoriano Traorè si inserisce bene e realizza il terzo gol in campionato, complice un intervento non perfetto del portiere Partenopeo.

Meret si riscatta sullo stesso Traorè nel finale del primo tempo, che finisce con il Sassuolo in vantaggio. Nella ripresa il Napoli cambia marcia. Gianluca Pegolo si salva con i piedi su Lorenzo Insigne, poi Mert Müldür sfiora il raddoppio. Al 57’ i Partenopei pareggiano.

Piotr Zieliński va in verticale per Arkadiusz Milik, che lascia sfilare per Allan: il brasiliano difende il pallone da attaccante consumato e con un bellissimo destro realizza l’1-1. Obiang colpisce il palo, poi José Callejón prima colpisce la traversa poi si vede annullare un gol dal VAR.

Al sesto minuto di recupero la squadra di Gattuso trova il gol-partita. E’ Obiang a deviare il pallone nella sua porta sugli sviluppi di un angolo, con Elif Elmas in agguato. Il Napoli ritrova una vittoria in campionato che mancava dal 19 ottobre, otto partite.

In alto