Luis Enrique: "Juve grande avversaria"

Luis Enrique non nasconde il suo entusiasmo per la grande stagione della sua squadra: "Una delle migliori in assoluto per il club". Allegri: "Preso un gol da polli nel momento migliore".

Guarda i gol della finale di Berlino di Ivan Rakitić, Luis Suárez e Neymar che hanno regalato ai blaugrana per la quinta volta la corona europea.
Guarda i gol della finale di Berlino di Ivan Rakitić, Luis Suárez e Neymar che hanno regalato ai blaugrana per la quinta volta la corona europea.

Luis Enrique, tecnico Barcellona
E' stata una finale spettacolare contro un'avversaria di grandissimo livello. La Juve ci ha creato tanti problemi, abbiamo dovuto soffrire ma abbiamo anche creato molto. E' stata una finale straordinaria perché entrambe le squadre hanno contribuito, poi ovviamente perché abbiamo fatto di nuovo la storia con il Barcellona.

Abbiamo avuto una partenza perfetta, abbiamo segnato e creato diverse occasioni. [Gianluigi] Buffon, come al solito, ha fatto una grande partita. Nella ripresa la Juventus è cresciuta e ci ha messo sotto pressione. Per circa dieci minuti ci hanno messo sotto, poi ci siamo ripresi e in generale abbiamo meritato di vincere.

E' stata la nostra 60esima partita in stagione: sei vittorie e quattro pareggi. Cifre che fanno capire come questa sia stata una delle migliori stagioni in assoluto del Barcellona. Negli ultimi dieci anni il Barcellona è stato il club di maggior successo in Europa. Questi giocatori hanno dimostrato grande fame di vittoria, ma anche che si divertono a rendere felici i loro tifosi.

Neymar ha avuto un'ottima prima stagione al Barcellona ma questa è stata spettacolare. E' cresciuto immensamente sia per quanto riguarda le statistiche che le prestazioni; ha dimostrato di essere uno dei migliori giocatori al mondo.

Quando ci siamo rinforzati con Luis Suárez conoscevamo le sue qualità ma ovviamente avevamo anche dei dubbi: soprattutto se si sarebbe adattato a questa squadra e a questa filosofia di gioco. Lo abbiamo pagato molto ma le statistiche dimostrano che è stato un grande acquisto.

Ci sarà una grande festa domani. Ringrazio tutti per la fiducia che mi è stata accordata e per il sotegno che mi è stato dato, a me e alla mia famiglia.

L'anno scorso il Barcellona non aveva vinto niente; ma la squadra si è ricompattata e ha fatto le cose giuste superando tutti i problemi che si sono creati. Insieme siamo più forti e poi le qualità individuali escono fuori.

Massimiliano Allegri, allenatore Juventus
Abbiamo fatto una grande stagione e una grande finale, nel momento migliore è arrivato un gol da 'polli', contro certi campioni non bisogna essere ingenui. La sensazione è che potevamo vincere; non c'è nulla da rimproverare, abbiamo fatto bene, è stata una stagione fantastica, più di così era dura.

Dobbiamo consolidare la posizione delle prime otto in Europa, questo è un punto di partenza. La gara è stata ben giocata, alcune cose potevano essere fatte meglio. Ci siamo fatti prendere per la gola verso il nostro secondo gol, e invece... Il 3-1 comunque non esiste, abbiamo perso palla da una sponda sbagliata nostra, ma era finita. Quando giochi contro grandi campioni e sembra che hai la gara in mano devi avere maggiore attenzione.

Il secondo gol è incredibile, visto che abbiamo avuto tante occasioni, di cui alcune assurde come quella del rimpallo di Ter Stegen. Non c'è niente da rimproverare alla squadra.

Una finale è fatta di episodi, l'avevo detto, e questa sera non sono stati a nostro favore. Penso all'occasione di Pereyra, al colpo di testa di Pogba alto: poi su una ripartenza abbiamo preso il secondo gol. Ora dovremo consolidare la nostra posizione: se continueremo su questa strada in Europa, rafforzeremo anche la nostra posizione in Italia.

Luis Enrique, allenatore Barcellona