Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Quanto è forte Robert Lewandowski?

Robert Lewandowski ha superato le 100 presenze con la maglia della Polonia; UEFA.com celebra la classe dell'attaccante.

Quanto è forte Robert Lewandowski?
Quanto è forte Robert Lewandowski? ©Getty Images

Quarto a pari merito nella classifica marcatori assoluta di UEFA Champions League con 64 gol, Robert Lewandowski ha il difficile compito di arrivare in tripla cifra, come i capolista Cristiano Ronaldo e Lionel Messi. Tuttavia, avendo realizzato grandi imprese come quattro gol in semifinale di UEFA Champions League e cinque in nove minuti in Bundesliga, non è una buona idea scommettere contro "Lewangoalski". UEFA.com celebra la classe dell'attaccante.

Dicono di lui
"È uno dei calciatori più professionali con cui abbia mai lavorato. Lui mangia, dorme e si allena per il suo lavoro. Non si infortuna mai perché si concentra molto sulla corretta alimentazione e sulla preparazione adeguata".
Josep Guardiola, ex allenatore Bayern München

"Una delle sue migliori qualità è il gioco spalle alla porta proteggendo la palla. Il fatto che sia diventato un attaccante di levatura mondiale si deve alla sua etica del lavoro negli allenamenti e alla sua ambizione. Il modo in cui si motiva è straordinario".
Jürgen Klopp, ex allenatore Borussia Dortmund

Lewandowski dedica un gol con la Polonia a suo padre
Lewandowski dedica un gol con la Polonia a suo padre©AFP/Getty Images

"Era molto magro, le sue gambe erano come bastoni e avevo sempre paura che gli altri potessero rompergliele. Volevo che diventasse fisicamente più forte e gli ho anche consigliato di mangiare più bacon! Ricordo una stagione in cui la mia squadra segnò 158 gol e Robert ne fece la metà".
Krzysztof Sikorski, allenatore di Lewandowski nelle giovanili del Varsovia Warszawa

"Infrangerà tutti i nostri record più significativi. Non solo il mio – 48 gol in nazionale – ma anche il numero di presenze con la Polonia. Il record di Michał Żewłakow di 102 presenze presto o tardi apparterrà a Robert. Sono abbastanza sicuro che possa arrivare a segnare 60 gol per la Polonia". Włodzimierz Lubański, ex miglior marcatore della Polonia

"Negli anni '70 la Polonia aveva Kazimierz Deyna; negli '80 Boniek, e adesso abbiamo Lewandowski. Il nostro attuale successo in nazionale si deve al lavoro di squadra, ma ogni vittoria ha bisogno di un volto, e quel viso appartiene a Robert Lewandowski. È assolutamente un top player".
Zbigniew Boniek, ex attaccante Polonia e presidente della federcalcio polacca (PZPN)

Bilancio attuale
Nazionale: 112 presenze, 61 gol
Competizioni UEFA per club: 110 presenze, 71 gol
Competizioni a livello nazionale: 497 presenze, 340 gol

Lewandowski (a sinstra) con Lech
Lewandowski (a sinstra) con Lech©Getty Images

Record personali
In Polonia
• Capocannoniere delle prime tre divisioni della Polonia: con lo Znicz Pruszków (terza divisione 2006/07, seconda divisione 2007/08) e Lech Poznań (massima serie, 2009/10).

• Autore del gol decisivo al suo debutto europeo con il Lech Poznań (vittoria per 1-0 contro Xäzär Länkäran) in una gara di qualificazione di Coppa UEFA il 17 luglio 2008.

Dortmund
• Nel marzo 2013 ha infranto il record di Friedhelm Konietzka segnando in 12 partite consecutive di campionato col Dortmund.

• È diventato il primo calciatore a segnare quattro gol in semifinale di UEFA Champions League - nella vittoria del Dortmund per 4-1 del 25 aprile 2013 sul Real Madrid. L'unico altro polacco a segnare una tripletta alle Merengues era stato Jan Urban con l'Osasuna nel dicembre del 1990.

• Ha lasciato il Dortmund da miglior marcatore europeo con 18 gol (record poi infranto da Marco Reus e Pierre-Emerick Aubemeyang).

Il poker di Lewandowski col Dortmund stende il Madrid
Il poker di Lewandowski col Dortmund stende il Madrid

Bayern
• Ha stabilito un record mondiale segnando cinque gol in otto minuti e 59 secondi nella vittoria per 5-1 sul Wolfsburg del 22 settembre 2015. Nel bottino anche la più veloce tripletta in Bundesliga (quattro minuti), e più gol da subentrante a partita in corso in Bundesliga (cinque).

• Ha segnato 82 gol nelle sue prime 100 partite di Bundesliga con il Bayern; il record assoluto per quanto riguarda nuovi acquisti nella storia della competizione.

• Nel 2015/16 è diventato il primo calciatore straniero a segnare 30 gol in una stagione di Bundesliga (e il primo di qualsiasi nazionalità a farne 30 dopo Dieter Müller nel 1976/77). Ha raggiunto questo traguardo nel 2016/17

• Con 227 gol, è di gran lunga il miglior marcatore straniero nella storia della Bundesliga, avendo superato il record di Claudio Pizarro (195) a marzo 2019.

• È diventato il primo giocatore a segnare in 11 gare consecutive di Bundesliga grazie ai gol nelle prime 11 giornate della stagione 2019/20.

• Ha segnato almeno due gol in 59 partite di Bundesliga; solo Gerd Müller (87) ha fatto meglio.

Guarda la tripletta che ha permesso a  Lewandowski di arrivare a 50 gol in nazionale
Guarda la tripletta che ha permesso a Lewandowski di arrivare a 50 gol in nazionale

Nazionale polacca
• Il 10 settembre 2008, a 20 anni e 20 giorni, è diventato il secondo più giovane a segnare all'esordio con la Polonia; Włodzimierz Lubański, 17 anni, detiene il record.

• Ha segnato 13 gol nelle qualificazioni a UEFA EURO 2016, eguagliando il record del nordirlandese David Healy nel percorso verso UEFA EURO 2008.

• Dal 13 giugno 2015 al 10 giugno 2017, Lewandowski ha segnato in 11 partite consecutive delle Qualificazioni Europee: quasi certamente un record mondiale. 

• Ha battuto il record di tutti i tempi di Lubański di 48 gol per la Polonia grazie alla tripletta nel 6-1 del 5 ottobre 2017 contro l'Armenia. 

• Ha stabilito un nuovo record europeo segnando 16 reti in dieci partite per le qualificazioni alla Coppa del Mondo 2018. 

• È il detentore del record di presenze nella Polonia (112) e ha superato il primato di Michał Żewłakow (102). Attualmente, al secondo posto c'è Jakub Błaszczykowski con 108.

Lewandowski: come il mio cane ha aiutato la mia carriera
Lewandowski: come il mio cane ha aiutato la mia carriera

Forse non sai che...
• In un'intervista a UEFA.com ha detto che allenarsi col suo cane boxer l'abbia aiutato a recuperare da un infortunio all'inizio della sua carriera.

• Per via del suo fisico ai tempi del Dortmund era stato soprannominato 'The Body'.

• Ha dedicato il primo gol fatto con ogni nuova squadra - e quelli importanti - a suo padre, Krzysztof, morto quando l'attaccante era ancora un teenager; l'esultanza consiste nel puntare gli indici al cielo.

• Il rigore trasformato da Lewandowski 18 agosto 2017 contro il Leverkusen è stato il primo assegnato in Bundesliga con il VAR.

• Sua moglie Anna Lewandowska è campionessa di karate ed esperta di fitness, e i tabloid polacchi dicono che sia proprio lei ad occuparsi della dieta e del lavoro atletico del marito. A dicembre 2016, Lewandowski ha annunciato che la moglie era incinta con una speciale esultanza dopo un gol contro l'Atletico. A maggio 2017, Anna ha dato i natali a sua figlia.

• Lontano dai campi, è socio di un'azienda che costruisce appartamenti a Varsavia. A ottobre 2017 ha conseguito la laurea in educazione fisica alla School of Education in Sport della capitale. La sua tesi si intitolava: "RL9, la via per la gloria".

• Per evitare di essere infastidito quando è in giro, pare che Lewandowski chieda agli amici di chiamarlo Emil.

Il dream team di Robert Lewandowski
Il dream team di Robert Lewandowski

Lui dice
"Se è difficile parlare del mio lavoro? Di parlare se ne occupa la stampa! Io preferirei tornare a casa e concentrarmi sulla prossima partita. Provo sempre a staccare la spina e non ascoltare troppo quello che dice la gente. È più importante concentrarsi sull'allenamento, lavorare duro e mettere tutte le mie energie sulla prossima partita – come segnare più gol e come vincere. Ecco, questo è ciò su cui provo a concentrarmi. Sono una persona coi piedi per terra e col sangue freddo".

"Bisogna sempre credere nelle proprie capacità. Io so che l'occasione prima o poi arriverà".

"L'istinto a volte ti aiuta ma ci sono cose su cui si può lavorare in allenamento. Se lavori sodo e ti concentri sui dettagli, puoi forse non rendertene conto ma inizi a fare certe cose automaticamente in partita. Questo è il bello del calcio. Anche se il mio piede destro è meglio del sinistro, io lavoro sodo su entrambi".

"Quando ero piccolo e avevo sei o otto anni, ammiravo Roberto Baggio. Quando sono cresciuto un po' invece Alessandro Del Piero, e dopo ancora Thierry Henry. I suoi movimenti, la sua tecnica, e il modo in cui calciava il pallone e segnava... era semplicemente fantastico per me che ero un bambino. Ho imparato molto da lui".

Quali obiettivi potrebbe ancora raggiungere

• Con 227 gol in Bundesliga, è terzo nella classifica marcatori di tutti i tempi. Il suo prossimo obiettivo è agguantare Klaus Fischer (268). Il record nazionale di Gerd Müller (365) sembra però irraggiungibile.

• Eguagliare il record di gol in Europa con il Bayern, stabilito da Gerd Müller (62); Lewandowski è attualmente a quota 47.

• Vincere una coppa europea. L'unica finale di UEFA Champions League disputata è stata quella del 2013 persa con il Dortmund contro il Bayern.

• Salire al terzo posto nella classifica marcatori assoluta delle competizioni UEFA per club. Attualmente è quarto con 71 gol. Il suo prossimo obiettivo è Raúl González con 77.

In alto