Juve, come te nessuno mai: lo Scudetto è Bianconero

A Torino, la squadra di Allegri batte 3-0 i calabresi e si laurea per la sesta volta consecutiva campione d'Italia, un record. Segnano Mandžukić, Dybala e Alex Sandro. Dopo il trionfo in Coppa Italia, l'obiettivo Triplete resta a portata.

Juve, come te nessuno mai: lo Scudetto è Bianconero
Juve, come te nessuno mai: lo Scudetto è Bianconero ©AFP/Getty Images

Juventus-Crotone 3-0 (Mandžukić 12’, Dybala 39’, Alex Sandro 83')
La Juventus non dà scampo al Crotone e conquista lo Scudetto numero 33 della sua storia, il sesto consecutivo: un record assoluto.

A Torino, i Bianconeri di Massimiliano Allegri si impongono 3-0 con le reti nel primo tempo di Mario Mandžukić e Paulo Dybala e quella nella ripresa di Alex Sandro, mettendo in bacheca il secondo trofeo stagionale dopo la Coppa Italia: l’obiettivo ‘Triplete’ è più vivo che mai…Per completarlo servirà superare il Real Madrid a Cardiff nella finale del 3 giugno.

Mandzukic ha sbloccato il risultato
Mandzukic ha sbloccato il risultato©AFP/Getty Images

Allo Juventus Stadium, soldout ovviamente, la Signora si rende pericolosa in avvio con una punizione di Miralem Pjanić, fuori di poco. Dopo una conclusione velleitaria di Dani Alves, al 12’ arriva il vantaggio dei padroni di casa. Cross di Juan Cuadrado dalla destra, Gonzalo Higuaín non arriva alla correzione a differenza di Mandžukić, che chiude sul secondo palo e fa 1-0: per l’attaccante croato è il gol numero 7 in campionato e il modo migliore per festeggiare il 31esimo compleanno.

Higuaín sfrutta poco dopo un velo del connazionale Dybala ma viene contrastato, poi è Alex Cordaz a contenere il tentativo del Pipita. Il Crotone perde per infortunio Aleandro Rosi e a sei minuti dall’intervallo la Juventus raddoppia. Punizione con il “pennello” di Dybala, il portiere del Crotone può solo ammirare la conclusione dell’argentino che festeggia il gol numero 10 in Serie A.

Splendido il raddoppio su punizione di Dybala
Splendido il raddoppio su punizione di Dybala©AFP/Getty Images

Higuaín prova a lanciare Cuadrado e per poco non beffa Cordaz da distanza siderale, poi i calabresi di Davide Di Nicola si fanno notare due volte con Diego Falcinelli: la prima conclusione dell’attaccante è “murata” da Mehdi Benatia, la successiva trova la deviazione di Leonardo Bonucci e per poco non beffa Gianluigi Buffon. Il primo tempo si chiude 2-0.

La ripresa si apre ancora con la Juventus all’attacco. Cuadrado, servito da Dybala, trova la respinta con il ginocchio di Cordaz, poi Mandžukić calcia alto di destro. E’ di nuovo Dybala a sfiorare il tris dopo uno scambio con Alex Sandro, mentre Pjanić ha di nuovo poca fortuna e sfiora il bersaglio da centro area.

A sei minuti dalla fine, i Bianconeri trovano il 3-0. Assist di Dybala e gol di Alex Sandro, con l’aiuto della traversa: per il difensore brasiliano è il terzo centro in campionato. I tre minuti di recupero sono passerella, la Juventus resta con lo Scudetto cucito ben saldo sul petto. Ora la mente è a Cardiff per lasciare il segno nella storia.