Quanto è forte Radamel Falcao?

Tornato in gran forma al Monaco dopo due anni sfortunati in Premier League, Radamel Falcao si avvicina al 31esimo compleanno al picco della carriera. UEFA.com rende omaggio a uno degli attaccanti più concreti di sempre nelle competizioni UEFA.

Quanto è forte Radamel Falcao?
Quanto è forte Radamel Falcao? ©AFP/Getty Images

Tornato in gran forma al Monaco dopo due anni sfortunati in Premier League, Radamel Falcao si avvicina al 31esimo compleanno al picco della carriera. UEFA.com rende omaggio a uno degli attaccanti più concreti di sempre nelle competizioni UEFA.

Dicono di lui
"Segna e fa segnare, ma soprattutto è il leader che ci serviva. Siamo fortunati ad avere un giocatore come lui".
Kylian Mbappé, compagno nel Monaco

"Tutti sanno che è un giocatore che può cambiare la partita. Uno come Falcao deve giocare ai massimi livelli".
Leonardo Jardim, allenatore Monaco

"Falcao è un grande giocatore, ha qualità e ha un tiro impressionante".
Lionel Messi, attaccante Barcellona

"Conosco Radamel da quando era un ragazzino. Era con me al River Plate [nel 2008] e abbiamo vinto il campionato insieme. Lo apprezzo molto come persona ed è un giocatore che fa la differenza: se gioca bene, vincere è più facile".
Diego Simeone, allenatore Atlético Madrid

Ruolino attuale
Nazionale: 65 presenze, 25 gol
Competizioni UEFA per club: 47 presenze, 42 gol
Competizioni nazionali europee: 302 presenze, 140 gol

La carriera
Porto
• Soprannominato "El Tigre" dal compagno Gonzalo Ludueña al River Plate, Falcao approda in Argentina dalla squadra colombiana del Lanceros Boyacá, con cui aveva esordito in prima squadra a soli 13 anni.

• Acquistato per 4 milioni di euro nell'estate 2009, Falcao segna nelle prime quattro gare con il Porto. "Sono in una grande squadra e i compagni lavorano per me, ma sono un po' sorpreso di essermi ambientato così facilmente nel calcio europeo", dichiara.

• Nella stagione 2010/11 con André Villas-Boas, il Porto vince la Liga senza sconfitte, aggiudicandosi anche la Coppa del Portogallo e la UEFA Europa League grazie a un gol di Falcao nella finale a Dublino contro il Braga.

• Nella stessa edizione segna 17 gol e infrange il record nelle competizioni UEFA per club stabilito da Jürgen Klinsmann nel 1995/96 (15). Il primato viene raggiunto solo da Cristiano Ronaldo in UEFA Champions League 2013/14.

• Falcao rimane il miglior marcatore del Porto in Europa con 22 gol (tre in più di Mário Jardel e Fernando Gomes), assicurandosi il record con quattro reti nel 5-1 sul Villarreal. "Non dimenticherò mai questa serata", dichiara.

• Dopo la prima giornata della stagione 2011/12 viene acquistato dall'Atlético Madrid, lasciando il Porto con ben 72 gol in 87 partite.

Atlético
• Diventa il giocatore più costoso mai acquistato dall'Atlético (40 milioni di euro).

• È il primo giocatore a segnare una tripletta in Supercoppa UEFA (nelle edizioni in gara unica) nel 4-1 contro il Chelsea nel 2012 a Montecarlo.

• Lascia Madrid come quarto miglior marcatore dell'Atlético nelle competizioni UEFA con 16 gol (a quattro lunghezze dal record di Sergio Agüero).

• È tuttora il miglior marcatore di sempre in UEFA Europa League con 31 gol (Cardozo è secondo a 22).

Monaco
• Nell'estate 2013 passa al Monaco per 50 milioni di euro (record per il club) insieme a James Rodríguez e João Moutinho. "È un privilegio che uno dei giocatori più forti del mondo sia venuto al Monaco per riportarlo dove merita", commenta il presidente Dmitry Rybolovlev.

Guarda i due gol di Falcao contro il CSKA
Guarda i due gol di Falcao contro il CSKA

• Segna nove gol in 17 partite di Ligue 1. Il Monaco arriva secondo dietro al PSG e si qualifica per la fase a gironi di UEFA Champions League 12 mesi dopo la promozione. La stagione successiva, firma due reti nelle prime tre partite, poi viene ceduto in prestito al Manchester United.

• Nella stagione 2016/17, dopo due anni in Inghilterra, torna a Montecarlo in grande stile, realizzando finora 12 gol in 16 partite di campionato.

• Il 27 luglio 2016 segna il primo gol in UEFA Champions League dopo 2.352 giorni nella gara persa 2-1 contro il Fenerbahçe al terzo turno di qualificazione: l'ultima rete era arrivata contro l'Arsenal il 17 febbraio 2010. Conclude la fase a gironi con due gol, entrambi contro il CSKA Moskva.

• Con 42 gol in 47 partite, Falcao ha la migliore media realizzativa nelle competizioni UEFA per club di qualsiasi altro giocatore con almeno 20 presenze: 0,89 gol a partita.

• Grazie alla forma ritrovata, viene riconvocato nella nazionale colombiana, di cui è capocannoniere assoluto insieme a Arnoldo Iguarán con 25 gol.

Falcao esulta dopo un raro gol con lo United
Falcao esulta dopo un raro gol con lo United©AFP/Getty Images

Manchester United
• Passa la stagione 2014/15 in prestito al Manchester United, ma segna solo quattro gol il 29 partite e appare fuori forma. Anche se Louis van Gaal lo schiera di rado titolare, Falcao commenta: "Il Manchester United è una grande squadra. Sono contento di essere qui e attendo con pazienza".

Chelsea
• Un'altra stagione in prestito permette a Falcao di ritrovare Diego Costa e Thibaut Courtois, ex compagni dell'Atlético. L'attaccante, però, non riesce a mettersi in luce con José Mourinho e salta la seconda parte della stagione (con Guus Hiddink) per infortunio.

Forse non sapete che...
• Difensore negli anni '70 e '80, il padre Radamel García ha chiamato suo figlio così in onore di Falcão, grande centrocampista della Roma e della nazionale brasiliana. Negli anni successivi, Radamel padre ha iniziato a lavorare come tassista e spesso ha accompagnato il figlio alle partite in taxi.

• Il padre ha cercato di far prendere il passaporto inglese al figlio perché il bisnonno George King era dello Yorkshire. "Sono fiero delle mie origini inglesi - ha commentato -. Quando mio figlio aveva 13 anni sono andato all'ambasciata pensando che un passaporto inglese lo avrebbe aiutato ad andare in Europa. Purtroppo hanno rifiutato".

Falcao in allenamento con il Monaco
Falcao in allenamento con il Monaco©Getty Images

• Silvano Espindola, ex compagno di squadra del padre, ha notato Falcao dopo averlo convocato per una partita con il Fair Play, una squadra cattolica. Secondo lui, Falcao aveva più talento di qualsiasi altro giocatore dai tempi di Diego Maradona. "Questo ragazzo è un mostro. Abbiamo un vero fenomeno per le mani", ha commentato.

• Hernán Pacheco, tecnico del Lanceros Boyacá, ricorda che l'idolo del giovane Falcao era Martín Palermo del Boca Juniors. "Si tagliava i capelli come lui e cercava in tutti i modi di copiarlo. Non tanto per il gioco, più che altro per il look".

• L'attaccante è poi passato al River Plate, studiando da giornalista durante la permanenza a Buenos Aires.

• Con Simeone, Falcao ha vinto il campionato di Clausura 2008 in Argentina. Lo stesso anno, però, i due hanno anche collezionato l'ultimo posto nel Campionato di apertura.

• Dopo aver interrotto la prima stagione a Monaco per un infortunio al ginocchio, rimediato in uno scontro con Soner Ertek dello Chasselay in Coppa di Francia, Falcao non ha manifestato astio. Rispondendo a un tweet di Ertek, ha scritto: "Non sentirti in colpa, fa parte del calcio".

Lui dice
"[Dopo la seconda vittoria della UEFA Europa League] Quando sono andato all'Atlético molti mi dicevano che sbagliavo. Ho aspettato questo momento per dire che a sbagliare erano loro. Sono senza parole: ho vinto l'Europa League con due squadre diverse e soprattutto sono stato il capocannoniere per due anni di seguito".

"Messi e Ronaldo sono sicuramente i giocatori più forti del mondo. Sono incredibili e sono contento di giocare nella stessa epoca di questi due geni del calcio".

"Nonostante gli infortuni, il calcio ti rimane nel sangue, nel cuore".

Riuscirà Falcao a superare il record di Henrik Larsson?
Riuscirà Falcao a superare il record di Henrik Larsson?©AFP

I prossimi traguardi
• Vincere il campionato francese con il Monaco, perché con le squadre precedenti ha vinto almeno una competizione nazionale. L'ultimo titolo dei monegaschi risale al 1999/2000: sarà l'occasione giusta?

• Dopo aver vinto la UEFA Europa League con Porto e Atleti, può diventare il primo giocatore a vincerla con tre squadre. O magari regalare al Monaco la sua prima UEFA Champions League...

• Ha totalizzato 31 gol in Coppa UEFA/UEFA Europa League. Con altri nove, raggiungerà il record di Henrik Larsson nella competizione.

• Con quattro gol, è attualmente 16esimo nella classifica cannonieri del Monaco in Europa. Con altri 10 eguaglierebbe il capolista Viktor Ikpeba.