Il Leicester resiste a Copenhagen

Il Leicester City pareggia 0-0 e conserva l'imbattibilità nel Gruppo G di UEFA Champions League, compiendo un altro passo verso gli ottavi di finale.

Il Leicester resiste a Copenhagen
Il Leicester resiste a Copenhagen ©AFP/Getty Images

Il Leicester City pareggia 0-0 a Copenhagen e conserva l'imbattibilità nel Gruppo G di UEFA Champions League, compiendo un altro passo verso gli ottavi di finale.

Nel freddo della capitale danese, la squadra di Claudio Ranieri chiude un'altra gara a porta inviolata e sale a 10 punti nel girone, con tre lunghezze di vantaggio sul Porto. Il Copenhagen, terzo a cinque punti, spreca l'occasione più ghiotta della partita al 90', quando un colpo di testa di Andreas Cornelius viene respinto da Kasper Schmeichel e Federico Santander non riesce a insaccare in ribattuta.

Migliore in campo: Danny Drinkwater (Leicester)
Entrambe le squadre sono poco ispirate e, in una serata in cui il Leicester effettua un solo tiro a rete, il migliore è l'affidabile Danny Drinkwater, che con il suo lavoro a metà campo permette ai suoi di tornare a casa con un punto prezioso. Jamie Vardy e Riyad Mahrez, protagonisti la scorsa stagione, compaiono solo a intermittenza nella ripresa; Drinkwater è invece una figura centrale, come per tutta la stagione.

Déjà vu per Schmeichel e Cornelius
Mentre il pubblico di casa non può festeggiare gol, l'unico rappresentante danese degli ospiti, Schmeichel, cala la saracinesca per la quarta gara consecutiva. Nello stadio dove gioca con la nazionale, il portiere ferma provvidenzialmente Cornelius all'ultimo minuto, come aveva fatto due settimane fa a Leicester.

Il Copenhagen manca all'appello
Sono passati 10 anni e un giorno dall'unica vittoria del Copenhagen contro una squadra inglese, il Manchester United. Visti gli ottimi risultati casalinghi (31 risultati utili consecutivi), la formazione danese spera di fare il bis ma riesce a malapena ad aprire una difesa del Leicester che appare occasionalmente vulnerabile, soprattutto nel primo tempo. Nel complesso è un'opportunità mancata per l'undici di Ståle Solbakken, che aveva bisogno di una vittoria per tenere il passo del Porto.