Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Gli spareggi indimenticabili di UEFA Champions League

Rimonte da sogno e difensori para-rigori, questo e altro negli indimenticabili spareggi di UEFA Champions League dal 2009/10.

Il Ludogorets festeggia l'incredibile vittoria negli spareggi contro lo Steaua
Il Ludogorets festeggia l'incredibile vittoria negli spareggi contro lo Steaua ©Meridian Match

Bremen 3-1 Sampdoria
Sampdoria 3-2 Bremen (dts; 4-5 complessivo)
2010/11
Il Werder sembrava ormai certo della qualificazione dopo il 3-0 dell'andata contro una Sampdoria ridotta in dieci, ma il gol sul finale di Giampaolo Pazzini smorza l'entusiasmo dei tedeschi. Nel ritorno in Italia, il Bremen infatti viene rimontato dai gol della Sampdoria. Il 3-0 all'85' di Antonio Cassano sembra chiudere i conti, ma al 93' Markus Rosenberg segna il gol che vale i supplementari, poi vinti dai tedeschi grazie alla rete di Claudio Pizarro.

Braga 1-0 Siviglia
Siviglia 3-4 Braga (3-5 complessivo)
2010/11
Il Braga si qualifica alla fase a gironi per la prima volta grazie soprattutto alla prestazione super di Lima. Nell'andata i portoghesi vincono con la rete di Matheus che si ripete anche in Spagna prima del raddoppio di Lima. Il Siviglia agguanta il pari con le reti di Luís Fabiano e Jesús Navas, ma gli altri due gol di Lima rendono inutile la rete nel recupero di Frédéric Kanouté.

L'Arsenal nel 2011 si qualifica in una partita ricca di colpi di scena
L'Arsenal nel 2011 si qualifica in una partita ricca di colpi di scena©Getty Images

Arsenal 1-0 Udinese
Udinese 1-2 Arsenal (1-3 complessivo)
2011/12
I Gunners si qualificano per la 14esima stagione consecutiva alla fase a gironi grazie soprattutto al rigore parato da Wojciech Szczęsny. Nella gara di ritorno infatti il portiere polacco sull'1-1 para il rigore ad Antonio Di Natale che avrebbe riaperto la gara. Dopo il gol dell'andata, Theo Walcott si ripete anche nel ritorno siglando la rete che chiude la gara sul 3-1 complessivo in favore dell'Arsenal.

Ideye Brown allo scadere chiude la partita in favore del Kyiv
Ideye Brown allo scadere chiude la partita in favore del Kyiv©Getty Images

Mönchengladbach 1-3 Dynamo Kyiv
Dynamo Kyiv 1-2 Mönchengladbach (4-3 complessivo)
2012/13
Battuto 3-1 in casa, il Mönchengladbach sembrava ormai non avere speranze di esordire alla fase a gironi, ma nel ritorno in Ucraina i tedeschi sfiorano l'impresa grazie all'autogol di Yevhen Khacheridi e alla rete di Juan Arango. A due minuti dalla fine però il gol di Ideye Brown spegne le speranze di rimonta dei tedeschi che comunque escono a testa alta.

Il Celtic nel 2013 ha avuto la meglio sullo Shakhter
Il Celtic nel 2013 ha avuto la meglio sullo Shakhter©Getty Images

Shakhter 2-0 Celtic
Celtic 3-0 Shakhter (3-2 complessivo)
2013/14
"È stata la cosa migliore che io abbia mai fatto in carriera", ha detto il tecnico del Celtic, Neil Lennon, dopo che la rete nei minuti di recupero di James Forrest trasforma in realtà una rimonta da sogno. Sotto per 2-0 dopo l'andata in Kazakistan, la squadra di Lennon nel ritorno sembra non avere speranze dopo lo 0-0 del primo tempo. Nei minuti di recupero della prima frazione di gioco, però Kris Commons segna il gol che riaccende le speranze. Al 48' Giorgos Samaras sigla il 2-0 che pareggia i conti prima della rete al secondo minuto di recupero di Forrest che manda in estasi il Celtic.

Lo Schalke è stato a un passo dall'eliminazione per mano del PAOK
Lo Schalke è stato a un passo dall'eliminazione per mano del PAOK©Getty Images

Schalke 1-1 PAOK
PAOK 2-3 Schalke (3-4 complessivo)
2013/14
Lo Schalke fatica non poco per impedire al PAOK di raggiungere per la prima volta la fase a gironi dopo il rosso a Jermaine Jones al 64' del ritorno a Salonicco. Prima dell'espulsione il punteggio è fermo sull'1-1 (2-2 complessivo), e quindi i greci dopo il rosso sperano di prendere il sopravvento. La rete di Julian Draxler al 67' porta in vantaggio i tedeschi e spegne le speranze dei greci. Kostas Katsouranis sigla il 2-2 al 79', ma il secondo gol di Ádám Szalai chiude definitivamente i conti al 90'.

Cosmin Moţi è stato l'eroe della serata per il Ludogorets
Cosmin Moţi è stato l'eroe della serata per il Ludogorets©Meridian Match

Steaua 1-0 Ludogorets
Ludogorets 1-0 Steaua (1-1 complessivo; 6-5 ai rigori)
2014/15
I tifosi del Ludogorets non dimenticheranno mai la serata magica che ha qualificato la propria squadra per la prima volta alla fase a gironi. Nella gara di ritorno la splendida rete al volo di Wanderson al 90' porta la gara ai supplementari, ma è il centrale Cosmin Moţi a vestire i panni dell'eroe mettendosi in porta dopo l'espulsione del portiere Vladislav Stoyanov e senza più sostituzioni a disposizione. Moţi non solo para due rigori, ma segna anche il primo della sua squadra.

In alto