UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Guilavogui e Schäfer sulla favola Wolfsburg

"È un derby per me", ha detto il centrocampista del Wolfsburg, ex Atlético, Josuha Guilavogui, in un'intervista rilasciata a UEFA.com insieme al compagno Marcel Schäfer, in vista dei quarti di finale contro il Real Madrid.

Josuha Guilavogui vede la sfida col Real Madrid come un derby personale
Josuha Guilavogui vede la sfida col Real Madrid come un derby personale ©Getty Images

Il terzino sinistro veterano del Wolfsburg, Marcel Schäfer, e il centrocampista ex Atlético Madrid, Josuha Guilavogui, spiegano in vista dei quarti di finale contro il Real Madrid cosa abbia reso la squadra tedesca la mina vagante della UEFA Champions League.

Sulla sfida col Real Madrid

Josuha Guilavogui: ho giocato per l'Atlético Madrid, quindi per me è una specie di derby. Facevo parte di quell'Atlético che ha battuto il Real Madrid per 1-0 con un gol di Diego Costa, quindi perché non puntare a ripetere quella prestazione? Certo, dovremo difendere bene perché hanno un attacco molto forte con Karim Benzema, Gareth Bale e Cristiano Ronaldo, e poi ripartire in contropiede.

Wolfsburg e Real Madrid in azione
Wolfsburg e Real Madrid in azione

Marcel Schäfer: L'anno scorso abbiamo dato il massimo per qualificarci in Champions League. Adesso abbiamo fatto la storia del club raggiungendo i quarti di finale, e affronteremo una delle migliori squadre del mondo. Se pensiamo che 20 o 25 anni fa il Real Madrid lo guardavamo solo in TV, e oggi abbiamo la possibilità di sfidarlo, è qualcosa di fantastico. Sappiamo di avere poche possibilità, ma si va in campo per vincere, e questo è quello che vogliamo fare anche contro il Real. Non abbiamo niente da perdere.

Marcel Schäfer, bandiera del Wolfsburg
Marcel Schäfer, bandiera del Wolfsburg©Getty Images

Sulla crescita del Wolfsburg in Europa
 
Schäfer: quando sono arrivato nel 2007, l'allenatore era Felix Magath, e tutti i cambiamenti sono stati fatti per arrivare in Bundesliga. Al primo anno siamo arrivati quinti, e al secondo abbiamo vinto il campionato. Quella è stata un'esperienza sensazionale. Abbiamo vissuto molti alti e bassi insieme, è così che si inizia ad identificarsi davvero con un club.

Guilavogui: qualificarci ai quarti di finale di Champions League ci ha dato entusiasmo e motivazioni. In Bundesliga è un po' più difficile per noi. Siamo ottavi e dovremo fare molto bene per tornare a giocare la competizione nella prossima stagione. Una volta che provi la Champions League, vuoi giocarla ogni anno.

Sull'allenatore, Dieter Hecking

Cinque gol e tanto spettacolo tra Wolfsburg e Gent
Cinque gol e tanto spettacolo tra Wolfsburg e Gent

Schäfer: Dieter Hecking ha fatto un gran lavoro sin dal suo arrivo [nel 2012], lavorando a stretto contatto con il direttore sportivo Klaus Allofs. Hanno costruito insieme una grande squadra.

Guilavogui: sono stati lui e Klaus Allofs a prelevarmi dall'Atlético. Non è stata una trattativa facile, ma loro hanno dimostrato di volermi fortemente. Ho un ottimo rapporto col mister perché sono cresciuto come giocatore, e questo è stato molto apprezzato da lui. So cosa si aspetta da me – devo vincere i contrasti, conquistare il pallone e ripartire con passaggi puliti. Adesso inoltre parlo anche tedesco, quindi va molto meglio.