UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Lo Shakhtar affonda il Rapid

Rapid Wien - Shakhtar Donetsk 0-1
Grazie a un gol di Marlos al 44', lo Shakhtar si candida alla sesta partecipazione consecutiva alla fase a gironi di UEFA Champions League.

Marlos e Stephan Auer
Marlos e Stephan Auer ©AFP/Getty Images
  • Il gol di Marlos al 44' regala la vittoria allo Shakhtar
  • Il vantaggio arriva pochi istanti dopo una parata miracolosa di Andriy Pyatov su Louis Schaub
  • Il Rapid cercherà di rimontare e di tornare alla fase a gironi dopo nove anni
  • La gara di ritorno è in programma martedì a Lviv

Con una vittoria per 1-0 a Vienna, lo Shakhtar Donetsk si candida alla sesta partecipazione consecutiva alla fase a gironi di UEFA Champions League.

Nonostante l'energia e l'intensità del Rapid, la squadra ucraina passa in vantaggio con una precisa conclusione di Marlos al 44'. Nella ripresa, l'undici allenato da Mircea Lucescu si rende a malapena pericoloso, ma tiene a bada i padroni di casa e centra il primo successo in Austria.

Nove stagioni dopo l'ultima partecipazione alla fase a gironi, il Rapid scende in campo motivato e sfiora l'1-0 con un colpo di testa di Louis Schaub che sfila di poco a lato, poi Mario Sonnleitner calcia alto sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

Florian Kainz viene pressato da Fred
Florian Kainz viene pressato da Fred©AFP/Getty Images

Dopo uno svarione della difesa del Rapid, il portiere Ján Novota neutralizza Olexandr Gladkiy dalla corta distanza, ma a compiere la parata più sensazionale dell'incontro è il collega Andriy Pyatov, che interviene con una mano su un tiro al volo di Schaub.

La parata è decisiva: qualche istante dopo, Yaroslav Rakitskiy crossa dalla sinistra, Marlos controlla, si libera di Stephan Auer con una finta e pesca l'angolo con un rasoterra, portando avanti lo Shakhtar. A parte un tiro di Alex Teixeira che attraversa lo specchio della porta, nella ripresa gli ospiti si accontentano di contenere gli avversari e ci riescono con esperienza.

Il Rapid prova a rispondere con Schaub, che manda a lato dal limite dell'area, e con Mario Pavelic, impreciso dalla lunghissima distanza, ma non riesce a fare di più e subisce la prima sconfitta stagionale.