Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Gerrard punisce il Ludogorets

Liverpool FC - PFC Ludogorets Razgrad 2-1
Steven Gerrard trasforma un rigore in pieno recupero vanificando la rete ospite di Dani Abalo, che sembrava avere regalato un punto alla squadra bulgara.

Gerrard punisce il Ludogorets
Gerrard punisce il Ludogorets ©AFP/Getty Images

Steven Gerrard trasforma un rigore in pieno recupero e regala i primi tre punti al Liverpool nel Gruppo B 

Pochi istanti prima Dani Abalo aveva pareggiato per l’ottima matricola bulgara 

All’82’, Mario Balotelli aveva segnato quello che sembrava essere il gol-partita 

Roman Bezjak aveva colpito il palo poco prima per gli intraprendenti ospiti 

Prossime partite: Basilea – Liverpool, Ludogorets - Real Madrid (1 ottobre)

Dopo un’assenza durata cinque anni, il Liverpool FC festeggia con una vittoria il ritorno in UEFA Champions League piegando, non senza fatica, l’ottima matricola PFC Ludogorets Razgrad.

Nelle ore che precedono l’inizio della gara, si respira un clima di grande attesa. Nell’opuscolo distribuito sugli spalti prima della gara, Brendan Rodgers strizza l’occhio alla grande eredità del club, rappresentata dalla curva Kop sotto forma di un mosaico con le cinque Coppe dei Campioni. Ma quella odierna è un’altra era. La formazione iniziale del Liverpool presenta cinque elementi senza esperienza in Champions League, e la partenza risulta alquanto lenta.

L’intera formazione del Ludogorets è invece all’esordio assoluto nella competizione, compreso il portiere canadese Milan Borjan, acquistato soltanto pochi giorni fa per sostituire lo squalificato Vladislav Stoyanov. Il Liverpool parte pieno e quando inizia a carburare lo fa soltanto a sprazzi.

Al 21’, Mario Balotelli aggira il suo marcatore, Cosmi Moţi, ma la sua conclusione è respinta da Aleksandar Aleksandrov, prima della chiusura di Borjan su Adam Lallana. Lallana dispone di un’occasione ancora migliore al 37’ sugli sviluppi di un’azione avviata da Coutinho per Jordan Henderson.

Il vivace pubblico del Ludogorets in trasferta ad Anfield Road si gode i primi 45 minuti della propria squadra in UEFA Champions League, apprezzando i colpi di Marcelinho. Il pubblico del Liverpool deve invece accontentarsi della spinta inesauribile a sinistra del terzino Alberto Moreno, che sforna cross a ripetizione.
La prima occasione della ripresa capita all’altro terzino spagnolo dei Reds, lo spagnolo Javier Manquillo, il cui tiro si perde oltre la traversa. Il Ludogorets insidia gli ospiti con Marcelinho che offre due assist per Roman Bezjak, costringendo in un caso Moreno a un intervento provvidenziale.

Il Liverpool rompe allora gli induci e colpisce. Moreno gioca un pallone lungo per Balotelli, che aggira due avversari e trova l’angolo lungo della porta dietro la Kop. Borjan nega in tutto il raddoppio all’azzurro. Al terzo minuto di recupero, la gara si accende.

Dani Abalo viene servito in profondità da Younes Hamza, aggira Simon Mignol e insacca a porta vuota. Un attimo più tardi, Borjan la combina grossa, non controlla un retropassaggio e atterra Manquillo. Dal dischetto, Steven Gerrard non perdona.

In alto