UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Real sfiora il miracolo, Borussia a Wembley

Real Madrid CF - Borussia Dortmund 2-0 (and. 1-4)
Benzema e Ramos segnano allo scadere facendo sognare il Bernabéu, ma i tedeschi resistono e staccano il biglietto per la finale.

Marcel Schmelzer e Gonzalo Higuaín
Marcel Schmelzer e Gonzalo Higuaín ©AFP/Getty Images

Sarà il Borussia Dortmund a giocarsi la finale di UEFA Champions League a Wembley il 25 maggio. Il Real Madrid CF segna due volte nel finale sfiorando l’impresa, ma le reti di Karim Benzema e Sergio Ramos non bastano per ribaltare la sconfitta per 4-1 della settimana scorsa in Germania.

Nei primi 15 minuti la squadra di José Mourinho sembra poter riaprire subito la contesa creando tre clamorose palle gol: tutte però fallite, nell’ordine da Gonzalo Higuaín, Cristiano Ronaldo e Mesut Özil. Pian piano il Borussia Dortmund si rimette in carreggiata e concede sempre meno alla squadra spagnola. Nella ripresa Robert Lewandowski, protagonista assoluto all’andata, colpisce una traversa. Il Borussia ha altre occasioni, ma poi trema fino al fischio finale quando Benzema e Ramos segnano all’83’ e 88’.

Il Real, come era logico aspettarsi, parte forte e va subito vicino al vantaggio: Mesut Özil mette Higuaín a tu per tu con Roman Weidenfeller, ma il portiere tedesco riesce a respingere di piede il rasoterra del centravanti argentino. Ángel Di María e Ronaldo vanno poi al tiro da buona posizione difettando però in precisione.

Si fa vedere anche il Borussia Dortmund con Lewandowski che controlla bene di petto in area ma conclude troppo centralmente per impensierire Diego López. Sul ribaltamento di fronte Ronaldo aggancia un lancio di Di María, ma la conclusione volante a botta sicura del portoghese si infrange sul corpo di Weidenfeller in uscita. Già prima del 15' arriva la terza clamorosa palla gol per il Real con Özil che si invola tutto solo verso Weidenfeller sulla sponda di Higuaín ma calcia incredibilmente a lato.

Gli errori in serie sotto porta sono una mazzata per il morale del Real. Col passare dei minuti si affievolisce la spinta forsennata dei padroni di casa e il Borussia Dortmund inizia a gestire la situazione con maggiore tranquillità. Solo in chiusura di prima frazione la squadra di Mourinho torna ad attaccare ma con dei cross dalle fasce su cui Weidenfeller fa sempre buona guardia.

In apertura di ripresa il Borussia Dortmund ha subito due match-point con Lewandowski: prima l’attaccante polacco calcia malamente alto da ottima posizione sul centro basso di Kevin Grosskreutz dalla sinistra. Poi si invola verso la porta di Diego López sul passaggio filtrante di Marco Reus, ma il suo gran destro si stampa sulla parte bassa della traversa.

Mourinho tenta il tutto per tutto inserendo Benzema e Kaká  al posto di Higuaín e Fábio Coentrão, ma è ancora il Borussia ad andare vicino al gol: la difesa di casa si fa sorprendere su un fallo laterale, Reus si libera e pesca tutto solo dentro l'area piccola İlkay Gündoğan, il numero 8 calcia di piatto a botta sicura, ma trova la grande risposta di Diego López.

A sette minuti dalla fine Benzema riaccende le speranze del Real insaccando di piatto dalla corta distanza sull’assist da destra di Özil. Il Real prova l’ultimo disperato assalto, il Borussia va in affanno e subisce anche il gol di Sergio Ramos che scarica in rete dalla corta distanza sul passaggio di Benzema. Lo stesso Ramos ha sulla testa il pallone del miracolo in pieno recupero, ma non trova la porta. Dopo una grande sofferenza, ma sarà la squadra di Jürgen Klopp a giocarsi la finale di Wembley.