UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Bayern travolge anche il Barça

FC Bayern München - FC Barcelona4-0
I bavaresi strapazzano il Barcellona e ipotecano la terza finale di UEFA Champions League in quattro anni.

Thomas Müller festeggia con Mario Gomez e Franck Ribéry
Thomas Müller festeggia con Mario Gomez e Franck Ribéry ©AFP/Getty Images

L’FC Bayern München travolge l’FC Barcelona con un perentorio 4-0 e ipoteca la terza finale di UEFA Champions League in quattro anni.

La squadra bavarese conferma di essere quel rullo compressore che aveva già schiacciato la Juventus nei quarti e domina i catalani dall’inizio alla fine. Thomas Müller grande protagonista della serata: suo il primo e il quarto gol del Bayern, suo l’assist per il raddoppio di Mario Gomez in apertura di ripresa. Di Arjen Robben il tris al termine di una splendida azione corale.

Il Bayern parte forte e va subito vicino al gol: innescato da un colpo di tacco di Javi Martínez, Robben calcia rasoterra di sinistro trovando però l'opposizione di Víctor Valdés. Forse sarebbe stato meglio servire Gomez, in campo al posto dello squalificato Mario Mandžukić e completamente solo davanti alla porta catalana.

Il Barcellona prova a rallentare i ritmi con il suo solito possesso palla, mentre il Bayern cerca sempre di ripartire in velocità non appena riconquista la sfera. In questa fase i catalani pensano più a non prenderle con Alexis Sánchez e Pedro Rodríguez che si concentrano a difendere sugli esterni bavaresi più che a sostenere Lionel Messi in attacco.

Al 25' il Bayern passa meritatamente in vantaggio: Dante fa da torre verso il secondo palo sul cross di Robben, Müller - che aveva avviato l'azione - brucia tutti e insacca sempre di testa rendendo inutile il disperato tentativo di intervento con i piedi di Víctor Valdés. La reazione del Barcellona è poca cosa è si va al riposo con il Bayern meritatamente in vantaggio.

In apertura di ripresa arriva il raddoppio bavarese. Müller ancora una volta protagonista con un colpo di testa: questa volta l’attaccante della nazionale tedesca fa da torre per Gomez sul corner da destra di Robben e il centravanti non ha problemi ad insaccare al volo da due passi nella porta sguarnita. Il Barcellona è stordito e il Bayern va subito vicino al tris con le conclusioni di poco fuori misura dello stesso Gomez e di Franck Ribéry.

Anche Robben manca il bersaglio con un colpo di testa sulla punizione forte e tagliata di Bastian Schweinsteiger dalla trequarti. Il Barcellona fatica a rispondere con il Bayern che continua a pressare senza sosta.  E così arriva anche il tris. Schweinsteiger allarga sulla destra, Robben salta Jordi Alba e con un preciso sinistro in diagonale batte sul secondo palo Valdes. E’ il 73’.

A otto minuti dalla fine il Bayern arriva anche il poker a coronamento di un'azione splendida. Schweinsteiger smista per Ribéry, che serve sulla corsa David Alaba: il difensore entra in area e crossa basso per Müller, che di piatto destro non sbaglia. Per il Barcellona è un tracollo:  al Camp Nou servirà un miracolo.