Il Borussia beffa il Málaga in extremis

Borussia Dortmund - Málaga CF 3-2 (and.: 0-0)
Con due gol nel recupero di Marco Reus e Felipe Santana, la squadra tedesca centra una qualificazione miracolosa e torna in semifinale di UEFA Champions League dopo 15 anni.

Robert Lewandowski e Marco Reus
Robert Lewandowski e Marco Reus ©AFP/Getty Images

Il Borussia Dortmund torna in semifinale di UEFA Champions League per la prima volta dal 1998 grazie a un rocambolesco 3-2 sul Málaga CF.

In una serata dalle mille emozioni, gli ospiti aprono le marcature con Joaquín, poi vengono raggiunti da una rete di Robert Lewandowski e si riportano in vantaggio con il subentrato Eliseu, ma i due gol nel recupero di Marco Reus e Felipe Santana mettono fine alla loro favola nella stagione d'esordio.

Gli ormai ex campioni di Bundesliga si confrontano con un Málaga che sembra aver imparato bene la lezione dell'andata e non concede spazi fin dal primo minuto. Di fatto, il Borussia non vede la porta fino al 16', quando un delicato pallonetto di Robert Lewandowski scavalca il portiere ma anche la traversa.

Mentre il Dortmund comincia a dominare nel possesso palla, il Málaga fa economia e sfrutta al massimo la potenza di Júlio Baptista. Proprio un controllo del brasiliano su un pallone alto porta al primo gol: il suo passaggio per Isco viene indirizzato per Joaquín, che in girata buca Neven Subotić e insacca nell'angolo alla sinistra di Roman Weidenfeller.

Il 200esimo gol subito dal Borussia in Europa non scoraggia il pubblico del BVB Stadion, che esulta nel giro di appena un quarto d'ora. Su un'azione di rimessa, Götze lancia in avanti per Reus, che con un prodigioso colpo di tacco smarca Lewandowski. L'attaccante polacco aggira il portiere in velocità e appoggia in rete.

In cerca del gol qualificazione, la squadra di Jürgen Klopp aumenta l'intensità ma deve ringraziare Weidenfeller su un paio di colpi di testa di Joaquín. Quando però Eliseu corregge in rete una conclusione di Júlio Baptista a 7' dalla fine, il Borussia sembra abbandonare il suo sogno.

Ma la gara è tutt'altro che finita e i padroni di casa vogliono almeno chiudere la stagione rimanendo l'unica squadra imbattuta nel torneo; le straordinarie parate di Willy su Reus e Götze hanno il sapore di un preludio.

Il miracolo inizia per mano di Reus, che approfitta di una mischia difensiva e firma il 2-2. I 65.829 presenti esplodono allo scadere, quando Felipe Santana sospinge il pallone in rete e porta a termine una delle rimonte più clamorose nella storia della UEFA Champions League.